Utente 293XXX
Buongiorno, sono nuovamente a chiedere il Vostro parere su un problema relativo a mio figlio di quasi 11 anni.Il primo episodio di piccolo sanguinamento rettale risale ad oltre 1 anno fa contestualmente all'evacuazione .Il fenomeno cessò spontaneamente per oltre un anno. Si è ripresentato con identiche caratteristiche a Luglio e a Settembre di quest'anno. La pediatra , a seguito di visita proctologica ha riscontrato un'emorroide, terapia Movicol e proctoglu pomata per due settimane. Terminata la cura il problema si è ripresentato con identiche caratteristiche, ossia, saltuariamente, tracce di sangue vivo separato dalle feci sulla carta igienica.Ho portato il bambino da un chirurgo di un noto ospedale milanese per bambini, il quale ha diagnosticato una ragade posteriore (come da Voi già indicato ) con modesto ipertono sfinterico.Terapia Movicol e pomata fitoterapica più dieta ricca di fibre.La mia domanda è se , in base alla Vostra esperienza, con questo tipo di terapia il problema si risolverà a breve o se è necessario qualche altro tipo di intervento, e/o cura. Ringrazio e porgo cordiali saluti.Anna

[#1] dopo  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
sicuramente i colleghi Le avranno già detto che la ragade anale è secondaria alla stipsi, per tale motivo hanno prescritto una terapia con il Movicol, al fine di ridurre la consistenza delle feci e di favorirne l'evacuazione.
Se non viene trattata la stipsi, la ragade si presenterà ad ogni passaggio di feci di consistenza dura.
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#2] dopo  
Dr. Emanuele Nicastro

32% attività
0% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2014
In alcuni casi, per interrompere il circolo vizioso stipsi, ipertono sfintere, ragade, dolore, ho trovato buoni risultati prescrivendo una pomata galenica alla nitroglicerina 0.2%. Determina decontrazione del muscolo liscio dello sfintere e accelera la guarigione. Dopo è essenziale mantenere le feci morbide per lungo tempo.
Dr. Emanuele Nicastro
UOS Epatologia e Gastroenterologia Pediatrica e dei Trapianti
Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo