Utente 673XXX
cari dottori,
ieri è nata la mia nipotina...
gia alla 20 settimana di gravidanza era stata riscontrata lieve pielectasia a sinistra(della grandezza di un fagiolo detto dal ginecologo) rimasta delle stesse misure fino a 8 mesi.all' ottavo mese poi il ginecologo ci ha detto che stava regredendo gia anche se di poco ...
ieri dopo nata è stata tutta la giornata nel nido, l'hanno portata anche alla mamma solo che la sera l'hanno trasferita nel TIN , noi sapevamo che alla nascita dovevano fare tutte le indagini ma non sapevamo che la portassero nel tin....quindi siamo molto preoccupati , i pediatri ci hanno detto che per confermare la dilatazione devono aspettare il 3/4 giorno di vita in modo da poter fare l'ecografia. un altra preoccupazione è che da ieri ad oggi la piccola e scesa gia 190 grammi e stamattina hanno dovuto alimentarla con sondino poiche non mangiava..hanno detto che domani provano ad alimentarla normalmente.stamattina hanno fatto l'emocromo e hanno detto ha mio fratello che è uscito bene solo che ha gli zuccheri bassi ...domani mattina dovranno rifarlo in modo da confrontare il risultato con quello di oggi e sabato faranno l'ecografia.
in merito a tutto mi farebbe piacere conoscere un vostro parere (riguardo alla permanenza nel tin,alle conseguenze di un eventuale conferma della dilatazione, agli zuccheri bassi e al calo di peso)
grazie mille anticipatamente.
saluti.lello

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Calma calma! Cara Signora, innanzitutto auguri!
Il calo di peso e l'ipoglicemia neonatale sono fenomeni che non debbono destare alcuna preoccupazione perchè sono di normale aministrazione. Il calo di peso è definito anche "fisiologico" e quindi tenuto sotto controllo ed entro certi limiti è del tutto normale. L'ipoglicemia è una conseguenza del non essersi alimentata e va monitorata per sapere come evolve ma in genere si risolve in qualche ora dopo aver alimentato il neonato secondo peso ed esigenze.

per la pielectasia nella maggior parte dei casi regredisce alla nascita; ma è necessario aspettare qualche giorno, vedere come si comporta fuori dall'utero materno. Poi occorre fare ecografie e controlli per verificare che non ci siano condizioni di stenosi uretrali, di reflusso, o malformazioni. Ripeto, nella maggior parte dei casi la pielectasia è un reperto ecografico prenatale che indica dei controlli dopo la nascita, ma regredisce; così vi auguro.

Mantenete la calma, l'ingresso in TIN non significa affatto allarme o malattia grave, vuol dire che viene traferito in un posto più adatto agli approfondimenti diagnostici e al monitoraggio continuo del bambino con personale maggiormente adatto e dedicato a questo. Nel nido ci sono tanti bambini, tante probematiche e le puericultrici ed infermiere sono indaffaratissime ed impossiblitate a dedicare una speciale attenzione a questo o a quello più bisognoso.

Cordialmente
Dr.ssa Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 673XXX

CARA dottoressa,
siamo tornati proprio ora dall'ospedale ,la bambina ha mangiato da solo è solo con il latte dato stamattina è aumentata 20 grammi...ci hanno detto di non preoccuparci poichè la causa puo essere i medicinali che prende la mamma poiche è epilettica infatti anche la primogenita mangiava poco. stamattina hanno fatto di nuovo l'emocromo...mi fa piacere se posso tenerla informata ..
grazie mille.

[#3]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ma certo che può tenermi informata! Anzi, grazie a lei della cortesia che mi riserva.

Dr.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 673XXX

carissima dottoressa,
io ho molta fiducia in lei poiche vedo che è sempre presente a fornire consulti.
si vede che questa professione la fa con passione...comunque anche stasera ha continuato a mangiare 25 grammi per volta oggi hanno detto che una delle cause per cui mangia poco puo essere quella che la piccola è come se stesse ancora nella pancia non so se ho capito bene..comunque per il resto tutto bene gli zuccheri ora stanno bene e domani faranno l'ecorenale, mi scusi quest'ecorenale sarebbe l'ecografia per vedere se c'è ancora la dilatazione?
saluti.

[#5]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Si. Ecografia renale.
Mi dice quanti giorni ha e quanto pesa?


[#6] dopo  
Utente 673XXX

con oggi sono giusto 72 ore che è nata ,riguardo al peso ieri pomeriggio l'hanno pesata ed era 2970
20 grammi in piu del giorno prima, la sera di ieri ha continuato a mangiare da sola ,
il nostro ginecologo ci ha detto che forse mangia poco poiche doveva nascere il 2 maggio quindi è pigra a mangiare, comunque come le ho detto ogi le faranno l'ecografia per l'altro problema ,quello dei reni.
stasera le faro sapere altre info.
buona giornata

[#7] dopo  
Utente 673XXX

carissima dottoressa,
sono appena tornato dall'ospedale e sono corso qui per darvi la bellissima notizia che la pielectasia è scomparsa.oggi ha mangiato con la mamma 30 grammi alle 12 e 40 alle 3,
per quanto riguarda i reni ha solo un un problemino detto non preoccupante dal pediatra, cioè ha il rene destro un po piu basso del sinistro...ci hanno detto che vogliono tenerla ancora un paio di giorni per invogliarla a mangiare .
l'hanno pesata alle 3 prima di mangiare ed era 3 kg 30 grammi in piu rispetto ieri pomeriggio.
a presto

[#8]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Belle notizie!
Dunque a partire dall'8 giorno in poi questo è il calcolo che dovete fare per sapere quanto latte dovrebbe prendere, minimo, nelle 24 ore.
Si prendono le prime tre cifre del peso espresso in grammi (prenderemo quelle cifre che lei mi ha dato ma tra qualche giorno saranno diverse perchè aumenterà dopo aver recuperato il calo fisiologico):
il numero 297 e si aggiunge il numero fisso 250. Otterrete il latte nelle 24 ore (ma adesso non vale perchè quelle piccole quantità di latte le bastano in attesa della vera montata)=547 che dividerete per il numero delle poppate per sapere quanto dovrebbe assumere a poppata.
Se la secrezione lattea sarà insufficiente (speriamo di no) non esitate a fare l'integrazione con latte artificiale. A volte sono pigri perchè c'è poco latte e si stancano subito. Speriamo non sia questo il caso!

Auguri vivissimi.
Dr.Agnesina Pozzi

[#9] dopo  
Utente 673XXX

carissima dottoressa,
ormai sono due giorni che la bimba mangia tutto,ieri ha mangiato 40 grammi a poppata oggi, fino alle 3 50 grammi
. comunque forse martedi la dimettono poiche ci hanno detto che non ha bisogno piu di nessun esame ,i reni sono sanissimi e sono riusciti a sbloccare la poca alimentazione.
le faro sapere appena uscirà,ormai per noi siete diventata la nostra seconda pediatra.
saluti e buona domenica

[#10] dopo  
Utente 673XXX

carissima dottoressa ,
volevo informarla che hanno dimesso la bimba, sta benissimo ed ora sta mangiando 80 grammi a poppata.
deve solo ripetere l'urinocoltura fra 1 sett. poichè è uscita inquinata.

grazie ancora per aver messo a disposizione la vostra professionalità.
saluti dalla mamma e da tutta la famiglia.

[#11]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ricambio i saluti; un bacetto alla piccola!

Dr.ssa Agnesina Pozzi

[#12] dopo  
Utente 673XXX

carissima dott.ssa pozzi
penso che si ricordi di noi,
abbiamo fatto l'eco renale alla piccola, ora ha 2 mesi e ci risiamo con le preoccupazioni
volevo sapere un vostro parere in attesa dell'appuntamento gia fissato con il nefrologo.

riporto di seguito l'esito :

rene destro ptostico,in sede iliaca destra,malruotato,con bacinetto anteriorizzato che presenta dilatazione ampollare extrarenale con DAP di mm.12
Il diametro longitudinale del rene destro è di mm.47 ,pessore e struttura del nefroparenchima conservati.
rene sinistro in sede,normale per margini,con dilatazione ampollare extrarenale del bacinetto con DAP di mm.5.
Il diametro longitudinale del rene sinistro è di mm 52 , spessore e struttura del nefroparenchina conservati.
vescica distesa a pareti simmetriche e con regolare spessore, contenuto omogeneo.

grazie.
saluti.raffaele


[#13]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentilissimo Sig.Reffaele
ma certo che mi ricordo di voi! Voglio subito dirvi di non preoccuparvi in quanto per entrambi i reni struttura e parenchima sono conservati. Più che l'ecografia renale, che ci dà una informazione sulla posizione, volume e struttura dei reni, è necessario sicuramente fare uno studio della funzionalità renale. Siete seguiti spero e credo da un centro pediatrico specialistico; a Napoli certo non manca un buon ospedale pediatrico.

Può darsi che il problema dell'ingrossamento pelvico nasca proprio dall'abbassamento del rene con una contestuale compressione (incostante) sull'uretere che potrebbe essere diciamo "inginocchiato" parzialmente o curvato, in seguito alla ptosi (abbassamento) ed alla malrotazione. Ma ciò non è possibile vederlo con l'ecografia.
Dovrà essere lo specialista urologo-nefrologo pediatra ad indicare se sia il caso o meno di procedere ad esami diversi dall'eco.
Grazie per tenermi aggiornata e sempre un bacetto alla piccola.

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi


[#14] dopo  
Utente 673XXX

cara dott.ssa
intanto grazie ancora per la vostra disponibilità,
mi scusi ancora ma vorrei chiederle :
ALLORA si tratta sempre di pielectasia?
la piccola potrebbe perdere il rene?lo chiedo poiche il medico che c'era quando ho ritirato l'eco mi ha detto che se non ci muoviamo la piccola lo puo perdere,
percio siamo entrati nel panico.
per quanto riguarda lo specialista , abbiamo fissato appuntamento da un medico al santobono di napoli.
grazie

[#15]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Ma non so come mai ci sia questo terrorismo psicologico. perchè mai dovrebbe perdere il rene se lui stesso ha scritto che il parenchima (ossia proprio il tessuto filtrante)è nella norma? Se la dilatazione fosse stata tanto grande da estendersi fino al parenchima renale comprimendolo, allora si che ci sarebbe stato il pericolo di perderlo funzionalmente. Certo la cosa migliore è l'appuntamento all'ottimo Santobono. Nel frattempo vada a consultare questo link http://www.urologiaverona.net/patologia/malformazioni.htm#malrotazione

troverà informazioni sia sulla malrotazione che sulla ptosi che sulla dilatazione dei calici, la cui causa come le segnalavo nel primo consulto comunque va studiata. Ci sono anche dilatazioni isolate di tipo cistico che non danno alcuna ripercussione. Stia tranquillo e non entri in panico per favore; vedrà che al Santobono sapranno studiare perfettamente il caso e dare a voi tutte le risposte che aspettate.

I miei più sentiti auguri
Dott.Agnesina Pozzi

[#16] dopo  
Utente 673XXX

ora che me l'ha detto lei sono tranquillo
grazie ancora.
la terro informata.