Utente 906XXX
Buonasera dottore. Grazie per l'attenzione che mi potrà rivolgere.Devo porvi un quesito ma prima vi spiego la situazione.Ho una bimba di 6anni alla quale "solo"l'anno scorso le è stato diagnosticato una idronefrosi diIV grado alrene sx per ostruzione da vaso polare anomalo in rene a ferro di cavallo. A gennaio ha fatto una pieloplastica con inserimento di stent JJ. A distanza di 3 mesi ha tolto lo stent e sta bene.Ieri da Roma mi è arrivata la cartella clinica e mi accorgo che è stata fatta anche una biopsia al rene sx. Le scrivo di seguito il risultato:minuto frustolo di parenchima renale riferibile a corticale con architettura istologica prevalentemente conservata,focale atrofia di alcuni tubuli con lieve fibrosi peritubulare. I miei quesiti sono questi: cosa indica la biopsia? il rene sx non recupererà più il parenchima che ora è assottigliato a 4 mm? da grande avrà problemi anche per una ipotetica gravidanza dato il rene a ferro di cavallo? la scintigrafia di controllo con mag3 è programmata tra 6 mesi.Prima dell'intervento la scintigrafia citava in breve: l'eliminaz. urinaria è normale a destra nettamente rallentata a sx. dove si osserva ristagno di att. nella pelvi che persiste e non si risolve dopo ortostatismo.Dopo somm. e.v. di furosemide la stasi nel rene sx persiste invariata e la stasi non si risolve dopo ulteriore ortostatismo.Le sarei veramente grata se vorrà rispondere ai miei dubbi. Grazie infinite

[#1]  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
APPIANO GENTILE (CO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
gentilissima Mamma,

la ringrazio per avermi consultato virtualmente.

prima cosa mi e ci piacerebbe conoscere il nome della piccola, in modo da darle anche un volto oltre che un parere su degli esami, ovviamente se vuole.

come credo si sarà a lungo informata, la stenosi del giunto pieloureterale, soprattutto quando "aggravata" o "causata" da vaso polare inferiore anomalo, di certo diffificilmente si risolve spontaneamente, e sempre necessita prima o poi di una risoluzione chirurgica.

anzitutto mi piacerebbe sapere se non si è mai riscontrato nulla nelle diagnosi prenatali( ecografie durane la gravidanza). non vi è mai stato reflusso vescico ureterale?

secondo: quale tipo di pieloplastica giuntale è stata eseguita? secondo Hendren o secondo Anderson Hynes?

il riscontro operatorio pre e post operatorio sono del tutto compatibli con la clinica.

personalmente in questi casi, trattandosi di un insieme di patologie, cioè stenosi del giunto e rene a ferro di cavallo preferisco eseguire una Mag3 a tre mesi da intervento in modo tale da recuperare ed aggiustare il tiro in presenza di situazione particolare, qualora ve ne fosse la necessità.

eseguo, o meglio faccio eseguire, come protocollo del tutto personale(ogni scuola ha il suo non mene voglia nessuno),esami delle urine, controllo della pressione artero-venosa ed ecografia renale-vescicale annualmente, sino al raggiungimento della pubertà in primis e poi al momento dell'eventuale gravidanza, che tutti ci auguriamo avvenga...prima o poi.

per quanto riguarda la biopsia frustoliforme la trovo del tutto compatibile con la patologia di cui sopra.

mi tenga ovviamente informato con piacere cercherò e cercheremo di dirimere ogni piccolo dubbio.

cordialità e sinceri auguri per tutto.

ps un piccolo bacio alla piccola
Antonio Cutrupi,
Chirurgo Pediatra - Urologo Pediatra.
Casa di Cura le Betulle, Como.
PMDC Reggio Calabria

[#2] dopo  
Utente 906XXX

Buonasera,innanzitutto la ringrazio per le sue risposte e poi lei è sicuramente una persona speciale,che ama i bambini. Rispondo alle sue.Giulia fin dallo svezzamento ha sempre mangiato poco e cresceva lentamente.ora che ha 6 anni pesa 15 kg scarsi ed è alta 105 cm. Dall'intervento ha cominciato a mangiare di più. Non si è mai riscontrato niente dalle eco in gravidanza, nè dalla strutturale,neanche la forma particolare dei suoi reni(o meglio non se ne sono accorti). Dalla cistoscintigrafia non è emerso reflusso vescico-ureterale. L'unico sintomo che ci ha dato l'input per cominciare ad indagare sulla salute di mia figlia era un frequente mal di pancia zona periombelicale. Descriz. intervento: istmo voluminoso,parenchima dell'emirene sx molto assottigliato(2-3 mm. adesso è 4mm), isolamento dell'uretere,a ponte sull'istmo, che è incrociato e compresso dai vasi dello stesso emirene. Pelvi disposta cranialmente all'istmo e alla porzione prevalente del rene. Resezione del giunto e della pelvi eccedente,trasposizione uretero-vascolare,spatulazione dell'uretere,applicazione di stent jj da 16 mm. ,pielo-uretero plastica secondo Anderson-Hynes in pds 6/0. Biopsia del parenchima renale sx,chiusura totale, infiltrazione di naropina e intradermica. Lei pensa che crescendo il rene, possa recuperare anche il suo parenchima? Dottore lei sa come vanno questi interventi nel tempo: mi dica qualcosa in proposito. Ora Giulia fa es. urine ogni 20 gg. ed eco renale ogni 60 gg. Nell'attesa di un suo riscontro le porgo cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
APPIANO GENTILE (CO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile Mamma,

la ringrazio per la sua dolcezza, e le confido che solo amando questo lavoro e i piccoli pazienti, si finisce per amare tutto il resto del mondo, brutture comprese.

il rene di Giulia è in fase di assestamento post chirurgico ancora e soprattutto in questa fase che si rigenera ( speriamo molto) il tessuto renale che sino al momento dell'intervento è stato compromesso.

solo la Mag3 ci darà idea di come procede il tutto.

come le dicevo precedentemente ognuno ha le sue idee ed i colleghi che hanno sin qui gestito la situazione, sicuramente hanno fatto più che un ottimo lavoro. ogni scuola di pensiero( seppure codificato) ha le sue linee guida. atteniamoci a quelle dei colleghi.

Io uso le mie, che qualcun altro potrebbe non condividere.

mi tenga informato con molto piacere di tutti i progressi di Giulia, sarò contentissimo come i miei colleghi di leggere e commentare il suo sviluppo.

buone ferie....quando arriverano
Antonio Cutrupi,
Chirurgo Pediatra - Urologo Pediatra.
Casa di Cura le Betulle, Como.
PMDC Reggio Calabria

[#4] dopo  
Utente 906XXX

Buongiorno dottore, mi scuso se le ho inviato due volte il post ma ho avuto problemi col pc e pensavo non me lo avesse inviato. Per il resto la ringrazio molto per i suoi consigli;la aggiornerò appena c'è qualche novità. Auguro anche a lei e a tutto lo staff di medicitalia una buona estate nei limiti del vostro lavoro che è fantastico. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Utente 906XXX

Buonasera dottore le scrivo dopo un pò di tempo per aggiornarla e chiederle un chiarimento. Il mese scorso ho portato Giulia alla visita di controllo a Roma dopo aver fatto l'ennesima eco renale. Il dottore ci ha detto che la bambina migliora molto velocemente e prosegue tutto bene. A gennaio dobbiamo fare il day-hospital a Roma per gli esami ematici di rito per fare poi la mag 3 a febbraio e per fare l'uroflussimetria. Le chiedo in cosa consiste questo esame e inoltre è necessario nonostante il fatto che a febbraio farà la scintigrafia? grazie per i chiarimenti che potrà darmi e buona serata.

[#6]  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
APPIANO GENTILE (CO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gent.ma,

come vede tutto sembra sistemarsi ed avviarsi al meglio, per la piccola Giulia.
sono molto contento per lei ed ovviamente per voi.

l'uroflussimetria è un esame che permette di registrare la funzionalità della vescica in modo del tutto naturale, facendo eseguire la minzione e registrandone tutte le caratteristiche, non invasivo.
E' necessario e poco ha a che vedere con la scintigrafia che è uno studio di funzionalità e di struttura dei reni.

cordialità
Antonio Cutrupi,
Chirurgo Pediatra - Urologo Pediatra.
Casa di Cura le Betulle, Como.
PMDC Reggio Calabria

[#7] dopo  
Utente 906XXX

grazie infinitamente per la risposta e l'aggiornerò sui risultati di questi esami a gennaio quando andremo a farli.Nel frattempo le auguro un buon Natale a lei e tutto lo staff di medicitalia. Saluti