Utente 129XXX
Gentili dottori,
stasera, dopo una tosse secca e persistente che perdura da circa 40 giorni, mio padre, di 70 anni, barista in pensione (ha quindi respirato molto fumo passivo) si è recato al Pronto Soccorso dove i raggi hanno evidenziato:
Emitorace sinistro meno espanso del controlaterale
Da tale lato ilo ingrandito, addensato, con opacità estesa circa 3,5 centimetri.
Altra opacità sfumata al terzo medio dell'emitorace stesso. Cuore nei limiti della norma; aortosclerosi.
Al Pronto Soccorso hanno consigliato di eseguire una Tac.
Ovviamente la preoccupazione è tanta, soprattutto in virtù del fatto che con le festività il tempo di attesa per l'esame scifterà in avanti.
Dobbiamo preoccuparci?
Ringraziando anticipatamente per la Vs risposta, porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Purtroppo non posso darle con i dati in possesso di enorme utilita'.
Da cio' che scrive, sembrerebbe esserci un processo espansivo intratoracico con interessamento dell'ilo e di una porzione di parenchima polmonare...

Questo reperto puo' voler dire tutto o nulla...
è realmente troppo difficile sbilanciarsi...anche e soprattutto perche' sono veramente tante e diverse e con diversissime prognosi le patologie polmonare che possono determinare quel dato radiologico.

Una cosa e' certa , suo padre dovra' eseguire una serie di approfondimenti diagnostici, che saranno fondamentali per giungere ad una diagnosi e per impostare la relativa terapia...

Oltre alla Tc ..sara' probabilmente indispensabile un Broncoscopia con relativo prelievo bioptico per una caratterizzazione cito / istologica.
Sara' inoltre importante uno studio funzionale del polmone per valutare lo stato di funzionalita' dello stesso....

La esorto a non preoccuparsi piu del dovuto per i tempi di attesa...anche e soprattutto perche' non e' qualche giorno in piu' dovuto alle festivita' natalizie e di fine anno a modificare la prognosi......
capisco il vostro stato di angoscia.....pero' cercate di tranquillizzarlo e di evitare di trasmettergli sensazione ulteriormente stressanti...

La saluto esortandola a tenerci aggiornati appena avra' altra informazioni....
saluti
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#2] dopo  
Utente 129XXX

gentile dott. Cesaro,
la ringrazio di aver risposto anche se è Natale.
Lo scorso anno ho perso mio marito per un Linfoma Non Hodgkin, e quando l'altro ieri ho visto quella lastra, il morale è andato a terra, tanto che oggi mio fatello ha portato i miei genitori a casa sua e io ho preferito rimanere a casa da sola...
Spero la patologia di cui si parla...non sia quella che temo tanto io, e sto cercando di convincermi che si tratta di esiti di vecchie cose.
Comunque farà la TC lunedì, e che Dio ce la mandi buona.
La ringrazio ancora e mando a distanza, perchè io scrivo da Rovigo, un caro augurio per un Natale Sereno.

Giulia

[#3] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Cara signora Giulia,

capisco le sue paure ancor di piu se rapportate alla precedente esperienza di suo marito.....
La invito pero' per suo padre...a cercare di raccogliere tutte le sue forze morali......anche e soprattutto perche' suo padre avra' bisogno inevitabilmente del suo sostegno......

Cerchi di avere fiducia e vedra' che tutto andra' per il verso giusto...
la saluto e le auguro un sereno natale.....
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#4] dopo  
Utente 129XXX

La disturbo ancora dottore,
cerchi di portare pazienza e capire il mio stato d'animo.
Mio papà stanotte sta male. Ha preso cardiazolo paracodina ma non serve a niente.
Ho compreso quello che mi ha scritto...che senza Tac ed eventuale istologia non si può fare diagnosi...aspetteremo lunedì.
Il referto dei raggi mi suona comunque non esattamente roseo.
Un chiarimento...se può darmelo...quali altre malattie potrebbero causare un'ombra di 3.5 cm?
Una vecchia polmonite? Un'enfisema?

La ringrazio di cuore.
Giulia

[#5] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
La pazienza per chi come me ha sposato tale causa professionale non esiste poiche' e' componente naturale di tale professione, chi deve essere forte ed armarsi di pazienza e' il paziente....!!!!
Quindi non si crei alcun problema e mi chieda tutto cio' che desidera o che potrebbe aiutarla ad evere le idee piu chiare e cerchero' di risponderle finche' ...avro' le capacita' di farlo...

Per tornare al suo interrogativo:
Da questo punto di vista devo dirle che le cause di un ingrandimento dell'ilo polmonare associato ad una opacita' polmonare di 3-4 cm possono essere veramente tantissime....

Oltre ovviamente all'etioogia neoplastica che per forza di cosa non puo' essere scartata

molti processi infettivi broncopneumonici(piu' o meno recenti) possono essere associati ad una immagine radiologica del genere,
Inoltre la invito a considerare che esistono anche una miriade di patologie ad etiologia infiammatoria cronica, interessanti il polmone, che spesso possono determinare quadri radiologici con quelle caratteristihe.
Non va dimenticata per compatibilita' radiologica la sarcoidosi, ne la tubercolosi......

Ma cosi' potrei andare avanti per ore.....e' chiaro che vedendo la radiografia...potrebbe essere piu chiaro indirizzarsi.....verso una forma piuttosto che un'altra..in ogni caso l'ultima parola per la diagnosi spettera' alla Tc ed alla broncoscopia con prelievo istologico sulla lesione......

In virtu' di questo, la invito a non vendere la pelle dell'orso prima di averlo catturato....non si affligga piu del necessario prima di sapere concretamente di cosa si tratta la patologia toracica di suo padre...

Cerchi pero' di essere forte e di stargli vicino e vedra' che tutto andra' per il verso giusto.

La saluto e come le dicevo se lo ritiene opportuno non esiti a chiedere.
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#6] dopo  
Utente 129XXX

Gentile dottore,
La ringrazio davvero tanto.
Una parola quando si passano queste difficoltà, conta come mille terapie.
Stanotte purtroppo il papà non ha mai dormito. Speriamo che questo sabato e questa domenica passino in fretta, in modo da poter giungere ad una diagnosi.
Purtroppo non sono in grado di inviarLe la lastra perchè l'hanno trattenuta per prassi al Pronto Soccorso di Rovigo e ci hanno scritto solamente l'esito nel foglio di dimissione.
Appena avrò notizie ulteriori, La terrò informato.

Grazie mille

Giulia

[#7] dopo  
Dr. Cristiano Cesaro

36% attività
4% attualità
16% socialità
GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
attendiamo sue notizie
intanto la saluto
Dr. Cristiano Cesaro
Specialista in Malattie Respiratorie e Tisiologia
Pneumologia Interventistica
Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi Napoli

[#8] dopo  
Utente 129XXX

Purtroppo la vita, dopo la morte di mio marito, mi chiama ad un'altra prova...
La Tac mostra una massa di circa 5 centimetri posizionata sull'ilo.
Attualmente espettora sangue con la tosse per cui stanno cercando di stabilizzarlo.
Vorrebbero poi eseguire una broncoscopia per diagnosticare il tipo di tumore, ma poichè la massa è attaccata all'arteria la manovra ci hanno detto essere pericolosa.
Anche una volta diagnosticato e stadiato il tumore, ci hanno dato poche speranze...e ci sentiamo ovviamente tutti molto a terra.
Comunque procederemo a piccoli passi...altro non si può fare.

La ringrazio tanto di avermi supportato in questi giorni di festa...è così difficile essere soli nel momento del bisogno.

Un caro saluto
Giulia