Utente 189XXX
Salve, sono una ragazza di 18 anni. Volevo chiedere un consulto.
Da qualche tempo, sento come un'oppressione al torace e dolore interno alla parte sinistra del petto.
Inoltre, sento come se non riuscissi più a respirare e il cuore sento come se battesse all'impazzata anche se, misurando i battiti, varia tra i 65/95 al minuto.
Non so se questo sia legato all'ansia o ad altro.
Per esempio, quando mi sdraio sento maggiormente la mancanza di aria e inizio a respirare affannosamente e i battiti del cuore aumentano, stando sempre tra i 65/95 al minuto. Questo capita anche nell'arco della giornata, sento come se avessi una fame di aria. A volte anche se riesco a respirare normalmente, sento come se l'aria non arrivasse direttamente ai polmoni.
Premetto che il mio medico, tempo fa, ha detto che il dolore al petto è solo muscolare. Ma della mancanza del respiro non mi ha detto nulla, anche se glielo avevo mensionato.
Ora vorrei un vostro parere, cosa può essere?!
Grazie in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
A GIUDICARE DA CIO' CHE SCRIVE SEMBREREBBERO ESSERE I CLASSICI SINTOMI LEGATI AD ANSIA, che è causa tensione mucolare (di cui nonn ci si rende conto)che non permette il completo rilassamento dei muscoli inspiratori - polmoni che non si "svuotano" completamente - successiva inspirazione che sembra non completa solo perchè è iniziata con i polmoni "mezzi pieni" e, ovviamente, non può essere prolungata. Di tutto ciò non ci si può rendere conto, ci si accorge solo che il respiro diventa "corto", nonostante si stia respirando con i polmoni pieni più della norma e quindi maggiore ossigenazione corporea.
Il consiglio è: 1) in quelle occassioni effetuare un lunghissimo atto ESpiratorio, ferma a polmoni vuoti un paio di secondi, per poi effettuare un atto INspiratorio altrettanto lungo, rilassante, "soddisfacente", trattenere l'aria qualche secondo e aitarsi così a rilassarsi controllando il respiro; 2) effettuare, comunque una spirometria: sequesta risulterà nella norma ci sarà la conferma di stare bene, una eventuale ostruzione bronchiale sarebbe così evidenziata e facilmente curata.
Cordialmente
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 189XXX

Grazie infinite;
Vorrei approfittarne per chiederle se questi sintomi possano peggiorare in qualche modo.
Negli ultimi giorni ho avvertito molto spesso la sensazione di soffocare.

[#3] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
I SINTOMI legati all'ansia, possono peggiorare o migliorare senza causa apparente, la funzionalità respiratoria, verosimiolmente rimane invariata!!! Quando avrà effettuato la spirometria ne avrà la certezza ed i sintomi, inevitabilmente, saranno sotto controllo.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo