Utente 205XXX
Salve,
mio padre ha 63 anni e gli stato diagnosticato da una biopsia chirurgica un carcinoma squamoso scarsamente differenziato.Gli aspetti morfologici non consentono di escludere la primitività polmonare della neoplasia.
Inoltre, pare che sia intaccata anche l'arteria polmonare.
Purtroppo, a causa di un enfisema bolloso che provoca un grave deficit respiratorio, non può essere sottoposto ad intervento pneumomectomia (come ci avevano inizialmente comunicato).
A questo punto cosa ci consiglia di fare? Pensa sia opportuno comunque procedere con una chemioterapia oppure essendo già così grave è inutile recargli sofferenza maggiore? Quali possono essere i tempi di sopravvivenza?
La ringrazio di cuore per il consiglio che vorrà darci.
Buona Giornata e Buon Lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo

36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SONDALO (SO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente
E' sempre difficile rispondere a questo genere di domande quando non si ha la possibilità di studiare per bene il caso clinico e visitare il paziente.
I colleghi che seguono il caso avranno la possibilità di scegliere il meglio per suo Padre
Dr. Francesco Inzirillo
- Ospedale "Morelli" - Sondalo
- Istituto Clinico Humanitas - Milano