Utente 220XXX
Salve,
è dal 2010 che ogni tanto mi venivano degli strani dolori altezza torace, che spesso si spostavano dietro le spalle fino a giungere all'altezza del pancreas più o meno. Nel 2011 questi strani dolori sono aumentati, se prima mi venivano ogni 3 o 5 mesi a partire da maggio 2011 erano più frequenti.A giugno ho fatto i raggi al torace,ecocardio+elettro cardio gramma, ecografia addome, senza nessun risultato positivo. L'unica cosa che risultava strana era l'abbassamento dei globuli rossi e delle piastrine che poi però si ristabilizzava. Il 24 Novembre mi ritorna il solito dolore, vado all'ospedale e mi fanno un ecografia. Il medico vede che c'è versamento pleurico e mi ricovera. Il giorno dopo mi fanno una TAC con liquido di contrasto e mi dicono che si tratta di linfoma, in quanto hanno trovato un linfonodo (altezza mediastino-retrosternale) ingrossato. Mi fanno ulteriori analisi per vedere da cosa dipende il versamento pleurico. Esame del versamento ma esce negativo, esame del midollo + dell'osso ma esce negativo, broncoscopia negativo. Mi fanno ecocardio per vedere se c'è liquido nel cuore ma niente, negativo. L'unico esame che mi hanno detto fin'ora sia uscito positivo è l'ACE, e suppongono sia Sarcoidosi. Ma questo non spiega il perchè l'emoglobina si è abbssata arrivando a 7,tanto che mi hanno dovuto fare 2 trasfusioni di sangue. Mi hanno fatto altre 2 TAC per vedere se ci sono macchie nei polmoni ma niente, risulta solo questo versamento pleurico e il linfonodo ingrossato ed è per questo che c'ho al momento il drenaggio. All'inizio mi uscivano circa 1 litro e mezzo anche 2 litri di liquido , ora si è relativamente ridotto ed arriva a 800 ml al giorno più o meno.Ora io è da un mese e 5 giorni che sono ricoverato, possibile che ancora non ho una diagnosi? Io non so cosa fare. Perchè se è vero che ho una patologia "importante" non si sta perdendo del tempo prezioso?

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
il quadro da lei descritto anche dal punto di vista renale,e dei dati ematochimici, può essere compatibile con la diagnosi di sarcoidosi:Questa va peraltro posta in diagnosi differenziale con altre patologie. La pleurite può inoltre essere o una manifestazione isolata o collegata alla patologia primaria, ma va comunque trattata.
Abbia ancora un pò di pazienza per la definizione della sua diagnosi che non appare di immediata soluzione.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per la sua risposta.
Sono passati altri giorni ed i medici continuano a farmi ulteriori analisi. Ho fatto la PET ma è uscita negativa. I medici ancora non hanno capito cos'ho. Ma è possibile tutto cio'? Ho chiesto se si può trattare di sarcoidosi ma mi hanno detto che secondo loro non può essere perchè la sarcoidosi non porta anemia. Mi hanno detto che non può trattarsi di linfoma perchè il midollo risulta sano. Ora mi domando, ma se ho letto che ci sono diverse persone affette dal linfoma che però non hanno un interessamento del midollo, come possono escludere così a priori? Io attualmente sono pallido per via dell'emogloblina bassa (che non sanno spiegare a cosa sia dovuta), c'ho ancora il drenaggio per via di questo liquido pleurico che non cessa di uscire..e le caviglie un pò gonfie. Come è possibile che ancora non sanno cosa c'ho??

[#3] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
comprenderà certamente la difficoltà del consulto on line.
Per suo esclusivo interesse le invio un indirizzo di uno studio che ha per oggetto problematiche come le sue e che può essere d'aiuto ai colleghi:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC500399/pdf/jclinpath00240-0018.pdf
Sarebbe poi utile sapere se c'è una biopsia dei linfonodi ingrossati per avere dalla istologia maggiori indicazioni.
Cordiali saluti e auguri.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it