Utente 896XXX
Buongiorno , vi scrivo per mio padre , uomo di 75 anni obeso al quale è stata diagnosticata la sindrome di Pickwick . Praticamente dorme sempre , dalle analisi emerge una saturazione di 84 , il quadro clinico è confortante sia dal punto di vista cardiaco che di pressione . Purtroppo siamo in vacanza ed abbiamo contattato un pneumologo che ha subito sottoposto mio padre ad una ossigenazione con bombola e ci suggerisce di dotare mio padre di CPAP da tenere 24 ore su 24 per migliorare la situazione . Fermo restando che mi sono documentato e ho avuto conferma circa questa tecnica , volevo sapere se un paziente in queste condizioni può avere altre complicazioni e se necessita di essere ricoverato in ospedale ( cosa che eviterei essendo in un piccolo centro con un ospedale di provincia ).
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il nome attuale della sindrome di cui probabilmente soffre suo padre è "apnea ostruttiva nel sonno", conosciuta anche come OSAS, (Obstructive Sleep Apnea Syndrome).

Necessita però di una diagnosi precisa, per differenziarla da altri disturbi del sonno (o della veglia).

Dovrebbe afferire ad un centro specializzato in malattie del sonno, in cui verrà valutato da un team di diversi specialisti e verosimilmente, dopo una valutazione iniziale, dovrebbe effettuare una registrazione diagnostica chiamata polisonnografia.

Nell'attesa non interrompa la terapia impostata dallo pneumologo.

Le rispondo in quanto mi occupo di patologie del sonno, essendo la terapia dell'OSAS in parte di natura odontoiatrica (anche se difficilmente, data la gravità del problema di suo padre, sarà odontoiatrico l'approccio al problema).
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)