Prognosi bronchiectasie

Buongiorno, a seguito di un episodio di tosse grassa che dopo tre settimane non si risolveva da sola ho effettuato una visita e una terapia antibiotica.
Mi sono state prescritte un rx torace (risultato completamente nella norma) e una tac torace senza mdc.
Il referto riporta: L'esame è stato eseguito con Tomografia Computerizzata multidetettore, con protocollo a basso
dosaggio (dose efficace < 1 mSv), senza mezzo di contrasto.

L'esame è stato refertato su workstation.

Non sono stati stampati radiogrammi e i dati sono conservati su supporto informatico presso il nostro
Istituto.

Classe di dose ai sensi dell'art.
161 del D.
Lgs.
101/20: I (<1 mSv)
Osservazioni
Millimetrici addensamenti a vetro smerigliato peribronchiali nel LIS come per fenomeni bronchiolitici di
modesta entità si associano minime bronchiolectasie periferiche nel LIS con pareti bronchiali lievemente
ispessite su base infiammatoria.

Stria disventilativa-fibrotica nel SIL

Ora io ho solo mal di gola che non passa (soffro anche di esofagite da reflusso), ma la mia domanda è: queste bronchiectasie sono una patologia grave?
riduce la mia aspettativa di vita?

Sono mamma di due bambine piccole.

grazie mille
[#1]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 79 2
Tranquilla,
Intanto il referto recita solo di bronchiolo ectasie, e modeste. Si tratterebbe dunque di minime e non significative dilatazioni di piccolissimi bronchi alla periferia del polmone. Le bronchiectasie vere e proprie, sono bronchi più grandi, più larghi del solito che potrebbero contenere secrezioni più difficili da espettorare. Ripeto che può stare tranquilla e magari verificare che non abbia una minima rinite con sgocciolio retro nasale e secrezioni che scolano dalle alte vie nei bronchi. In caso di naso non perfettamente Libero ed asciutto, effettui lavaggi delle narici con acqua salina ipertonica, ovvero salata come l'acqua del mare. Mantenendo così il naso libero ed asciutto, in caso di secrezioni delle vie aeree effettui anche cicli di aerosol con acqua sulfurea (ad es. N acetil cisteina"), più qualche goccia di broncodilatatore ed una fiala di corticosteroide per aerosol tramite beccuccio orale. Altrimenti stia tranquilla e basta....
CORDIALMENTE

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2]
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,
Innanzitutto la ringrazio infinitamente per il riscontro . Grazie davvero. Ha azzeccato subito , soffro di gocciolio retronasale e sinusite..da sempre . Ma da cosa è dovuta questa cosa secondo lei ? Queste terapie di aerosol ogni quanto dovrei farle secondo lei ? Ed infine queste minime dilatazioni hanno decorso progressivo o possono rimanere così per sempre ? Devo monitorarle o posso dimenticarle?
Mi scuso , sono tantissime domande , ma ho avuto una paura tremenda .
Grazie dottore
Cordialmente le auguro una buona serata
[#3]
Utente
Utente
Gentilissimo dottore,
Volevo inoltre segnalare che questa tac mi è stata prescritta perché il medico che mi ha visitata nonostante l rx negativo continuava a sentire rumori a base sinistra come da polmonite e ha voluto approfondire . Secondo lei il quadro descritto dalla tac è compatibile con questi crepitii? Si tratta di un episodio in via di risoluzione dopo l antibiotico? Andranno via con il tempo ?
Grazie mille
[#4]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 79 2
1) I crepitii sono compatibili con il referto tac ma non parliamo assolutamente di polmonite.2) Non è un quadro evolutivo.3) può mantenerlo sempre sotto controllo tramite i lavaggi delle narici con acqua ipertonica; l'aerosol solo quando, nonostante naso perfettamente libero ed asciutto, si presentassero secrezioni delle vie aeree. L'antibiotico elimina esclusivamente i batteri, non le secrezioni. Sarebbe da utilizzare quando tali secrezioni divenissero giallo verdognole, segno, appunto, di infezione batterica.
CORDIALMENTE

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#5]
Utente
Utente
Grazie mille dottore per il riscontro . Sono appena uscita da un colloquio con lo pneumologo che guardando le immagini mi ha rassicurata parlandomi di polmoni sani ma che hanno i segni di un episodio acuto che probabilmente ho avuto . Mi ha confermato che le bronchiolo ectasie nel lis sono minime , e che vede anche una bronchiectasia singola e minima sempre nel lis ( che nel referto tac non era indicata ). Questo cambia le cose secondo lei ?
Il polmone destro invece è totalmente sano .
Grazie mille
[#6]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 79 2
È ovvio che non cambia assolutamente nulla. Sono anzi convinto che il suo pneumologo abbia mostrato l'altra bronchioloectasia per evidenziare che anche se ci sono non significano assolutamente nulla. Il radiologo avrebbe potuto e forse dovuto risparmiarsi di evidenziarle. Le avrebbe risparmiato un po' di dubbi.
CORDIALMENTE

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#7]
Utente
Utente
Grazie dottore per la rassicurazione che trasmette . Ho passato giorni difficili. L unico dubbio che mi è rimasto e che il dottore mi ha fatto vedere quella singola bronchioectasia di un bronco ( non di un bronchiolo) anche se minima e che il radiologo forse non ha visto . Secondo lei devo monitorarla o può essere che rimanga lì senza peggiorare ? Questa è davvero l ultima domanda e la ringrazio tantissimo perché è stato di una gentilezza infinita.
[#8]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 79 2
Come le dicevo, se la bronchiolo ectasia è una dilatazione di un bronchiolo, le bronchievasie sono dilatazione di bronchi un po' più grandi. Magari ne siamo portatori da sempre e, senza accorgercene, ci fanno compagnia per 124 anni.... La bronchiectasia è solo una condizione, non è una patologia. Quando fossero
tantissime molto grandi, NON È CERTAMENTE IL SUO CASO, potrebbero essere ricettacolo di secrezioni che potrebbero infettarsi un po' più facilmente. Tutto qui......
ANCORA CORDIALMENTE

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#9]
Utente
Utente
Grazie di cuore dottore .
È stato fondamentale per me avere questo consulto .
Grazie ancora
[#10]
Utente
Utente
Gentilissimo dottor Di Cosmo,
Se posso vorrei chiederle un, ultima cosa . Per la sua esperienza la bronchiectasia anche se minima avrà un decorso progressivo o può rimanere così per sempre ? Devo fare delle tac di controllo o potrei non pensarci più?
La ringrazio tanto
[#11]
Dr. Vito Di Cosmo Pneumologo 1.3k 79 2
Solitamente rimangono stazionarie sempre Villa potrebbero anzi essere congenite e le fanno compagnia da sempre e per i prossimi capito 112 anni... Attenta solo a non stimolarle con lo sgocciolio retronasale di secrezioni che potrebbero scendere nei bronchi ed infettare le bronchiolo ectasie.

Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#12]
Utente
Utente
Grazie mille dottore
Ipertensione

L'ipertensione è lo stato costante di pressione arteriosa superiore ai valori normali, che riduce l'aspettativa di vita e aumenta il rischio di altre patologie.

Leggi tutto