Utente 172XXX
salve sono un ragazzo di 22 anni, gia da bambino ho sofferto per qualche periodo di ansia il tutto comincio che mio papa spesso mi portava sempre in vespa con se ma un giorno mentre stavamo in giro la vespa si fermo e nn voleva ripartire e da li mi feci prendere da un ansia tremenda pensavo che rimanevamo li oppure ci facevamo venire a prendere da qualcuno abbandonando la vespa li..cmq tutt ora nn so il motivo preciso che scateno questa cosa perche la vespa si guasto poco vicino alla mia citta cioe nn troppo lontano e nn so perche una cosa cosi banale mi rovino per qualche periodo la mia infanzia,cmq nn ricordo quando e come smise l ansia, ma 5-6 anni dopo ritorno per altri episodi quali scuola nuova,compagni di classe ecc ecc ke nn sto a raccontarvi perche mi dilungherei troppo anke se da li che la mia vita cambio in senso negativo abbandonado la scuola, portandomi a tutt ora a una vita poco sociale (praticamente solo palestra) senza lavoro,senza piu fiducia di me stesso e molto insicurezza tutto cio dura da ben 7 anni sono stato anke da uno psicologo assumendo farmaci ma non ho risolto gran che..cmq vengo finalmente al dunque 2 anni fa ormai 20enne una sera come tutti i giorni stavo al pc e con la tv accesa guardavo un serie tv mafiosa molto famosa in america cmq mi colpi una scena che 4 ragazzi piacchiavano un ragazzo nero quella scena aime mi fece un terribile effetto adesso nn so come spiegare di preciso ma cmq molto rabbia al tal punto come se mi scoppiasse il cervello da li mi venne una forte pressione alle tempie e ansia devastante molta piu seria dei precendenti episodi passati al tal punto mi vergogno di e me stesso a dirlo" da fare pensieri omicidi su persone che amo addirittura quando vedo cose appuntite come coltelli o altro mi mettono paura e soggezione, nn capisco perche una persona come me molto solare,scherzoso che non ama vedere tg per nn sentire brutte notizie, che vorrebbe che tutto il mondo fosse in pace, per colpa di una scena di un telefilm si e scatenata quest ansia terribbile,cmq questa spiacveole cosa mi fece ritornare dallo psicologo gli raccontai tutto questo e mi disse che avevo una cefalea muscolo tensiva e per quei pensieri assurdi mi disse che erano pensieri ossessivi che potevano durare per sempre o per qualche periodo ma nn so perche nn gli diede tanto peso a cio,cmq mi consiglio di parlarre col mio medico per la cefalea che mi prescrisse pillole per mal di testa e nient altro cmq da 2 anni a questa parte il problema si presenta a periodi cioe la piccola pressione alle tempi spesso ma l ansia che e quella che mi preoccupa molto mi viene un po di meno ma qunado ricomincia mi fa stare proprio male cioe ho molta paura e quei pensieri ke mi tormetano e che cerco con forza di scacciarli..vi chiedo secondo voi tutto cio che porta a quest ansia e per colpa della cefalea tensiva? mi scuso per avermi dilungato molto e sopratutto per il modo di scrivere ma volevo farvi capire al meglio la mia persona. grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Alcuni degli episodi che racconta ricordano i meccanismi delle cosiddette ossessioni. Nno è detto che questo sia l'unico aspetto rilevante per una diagnosi, ma in questi anni ha ricevuto una diagnosi dallo psichiatra (psicologo non credo, non può prescrivere medicine) che l'ha avuta in cura ?
Che tipo di terapie ha assunto (psicofarmaci non è un termine comprensibile, è generico) ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 172XXX

grazie per la risposta, si uno pschiatra mi scusi.. comunque la seconda volta che sono andato cioe dopo l episodio della scena del telefilm mi ha prescritto xanax e un altro medicinale che non ricordo pero io e i miei genitori eravamo contrari ai medicinali perche avevamo paura deli effetti collaterali e alla dipendenza che poevano causare ma comunque la pschiatra mi convinse perche mi disse che non potevo guarire senza, li ho presi per qualche mese poi ho smesso sia con i medicinali e con le sedute che secondo me nn sono servite proprio..comunque il mio dubbio e la causa di questi pensiere negativi e l' ansia puo essere colpa della cefalea perche ho dimenticato di dirvi che questo fastidio alle tempie e alla fronte mi provoca rabbia cioe alcune volte non sopporto certi rumori, voci ecc ecc in poche parole sono sempre nervoso, non so spiegarmi il perche una scena di un telefilm mi ha causato tutto cio eppure sono passati ormai 2 anni.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

escluderei che l'ansia sia causata dalla cefalea, pittosto potrebbe essere il contrario, cioè il Suo stato ansioso potrebbe procurare quella sensazione alle tempie che comunque dovrebbe essere dignosticata in modo corretto perchè mi pare di capire che la definizione di "cefalea tensiva" sia una Sua supposizione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

xanax è un farmaco aspecifico, che tampona genericamente l'ansia ma non incide su eventuali ossessioni.
L'atteggiamento però di andare da un medico e poi dichiararsi contrari all'uso di medicinali ha poco senso, e non si applicherebbe in altri tipi di disturbi, equivale a voler indicare al medico come si dovrebbe gestire il caso.

I sintomi non causano altri sintomi, e le situazioni esterne come un film sono occasione di sintomi ma non ne sono la causa prima, per cui la cosa opportuna è andare da uno psichiatra, far fare una diagnosi e poi seguire le cure indicate.

Le cure non si dividono in farmacologiche e non, ma si scelgono in base a quelle indicate per la diagnosi.
La dipendenza non sussiste, esiste il fenomeno dell'assuefazione (cosiddetta dipendenza fisica) che è prevenibile, reversibile e riguarda solo una categoria di medicinali largamente usati, come lo xanax. In genere però dietro al discorso della dipendenza già prima di iniziare una cura sta la diffidenza e il rifiuto della cura in sé.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 172XXX

Dr. Antonio Ferraloro
la cefelea muscolo tensiva mi fu diagnosticata dalla pschiatra quando gli spiegai quella scena del film che mi causa un emozione forte cioe molta rabbia al tal punto come se mi scoppiasse la testa, in quel momento mi sentii strano e mi chiesi tra me e me cosa mi successe perche come gia detto mi sentii scoppiare la testa come se tutta quell emozione (rabbia) si fermo sui nervi della testa comunque poco dopo mi venne un ansia terribile e quei pensieri orribili..

Dr. Matteo Pacini
la pschiatra mi prescrisse xanax e un altro farmaco che non ricordo che ovviamente serviva sempre per combattere l ansia..

mi scusi ma io non e che non volevo prendere farmaci ma gli dissi alla pschiatra se la cosa si poteva alliviare senza ma lei mi disse che stavolta (perche come gia detto sono stato dalla pschiatra qualche mese prima per la mia insicurezza e vita poco sociale) comunque disse di prendere farmaci perche l ansia e quei pensieri non potevano essere scacciati senza.

guardi come gia descritto al suo collega, tutto cio si scateno per colpa di quella scena perche la rabbia che mi sentii accumulare in testa mi fece sentire strano domandandomi tra me me cosa mi e successo, perche questa sensazione e questi dolori ecc ecc comunque da li salto fuori l ansia, ma prima di quella maledetta scena io stavo benissimo stavo al computer e contemporaneamente guardavo la tv cioe tutto tranquillo..cosi gli raccontaii alla pschiatra e lei mi disse che quel sbalzo di emozione, lo stare sempre al pc e guardare la tv a luce sprenta mi causo questa cosa che chiamo cefalea muscolo tensiva ma io gli domandai che c entrava l ansia e lei mi disse che faceva parte di questa cefalea che poi oltretutto era la prima volta che sentivo parlare di questa malattia.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, ora è più chiaro ma non pensi che l'ansia Le venga procurata dalla cefalea ma eventualmente sarebbe l'ansia che Le potrebbe procurare cefalea tensiva.
Si faccia seguire comunque dallo psichiatra con serenità e senza diffidenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 172XXX

dottor ferraloro mi potrebbe spiegare perche quella scena mi scateno quella forte emozione con annessa pressione alla testa e poco dopo ansia e pensieri negativi che ormai da 2 anni che ci combatto? poi mi tolga un dubbio se lei dice il contrario di quello dice la mia pschiatra allora come penso io non e "tanto brava" la mia dottoressa? le chiedo questo perche io devo essere sicuro che la mia dottoressa sia all altezza e che tutto cio che mi ha riscontrato sia vero.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se non riporta la terapia completa è impossibile fare un commento utile.

I disturbi del tipo ossessivo o d'ansia non sono provocati da singoli eventi comuni, questo tipo di incidenti sollecitano una predisposizione già presente.
Ricollegare ad uno o l'altro evento solitamente avviene perché rimane impresso quel che uno faceva quando è stato male, anche in assenza di qualsiasi nesso causa-effetto, e se si tratta di una forma ossessiva c'è spesso anche la tendenza a cercare un anello iniziale a cui far risalire tutto, come se sapendo da dove inizia si potesse trovare la chiave. Di solito è una via sbagliata per arrivare ad una soluzione e non corrisponde al vero meccanismo.

Si faccia seguire da uno specialista.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ha risposto il collega dott. Pacini che da psichiatra Le ha dato un parere certamente competente.
Le rinnovo l'invito a farsi seguire da uno specialista.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 172XXX

dr.pacini quello che ho scritto e tutta la terapia non ho tralasciato nulla.

comunque e consigliabile cambiare dottore o meglio che mi affidi allo stesso?

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non mi sembra che non abbia tralasciato nulla.

"la pschiatra mi prescrisse xanax e un altro farmaco che non ricordo che ovviamente serviva sempre per combattere l ansia.."

?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12] dopo  
Utente 172XXX

si ho tralasciato solo l altro medicinale che non ricordo il nome ma comunque la cura e le cose dette dalla dottoressa ve lo spiegate per filo e per segno.

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

se è per questo abbiamo anche commentato, la conclusione non cambia, semplicemente specificando il secondo farmaco si saprebbe se la cura data era potenzialmente utile oppure no (ad esempio se era un altro ansiolitico simile allo xanax no). Poiché Lei dice di non aver risolto granché con quella cura, se si trattava di xanax o simili è comprensibile, se erano altri farmaci avremmo un elemento in più, sapendo quando è durata la cura e a che dosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it