Utente 173XXX
Sono una ragazza di 27 anni e mi capita spesso di svegliarmi in piena notte, non so poi se sono sveglia o in dormiveglia e di allarmarmi per quello che vedo al punto di dover accendere la luce e di provare un senso di soffocamento e di mancanza di respiro fino al momento in cui la luce è accesa o di gridare terrorizzata.
Mi è capitato di non riconoscere dove sono o di pensare di stare altrove, in un’altra città, di sentire la presenza di qualcuno, di vedere dei mostri (per questo la notte prima di andare a dormire devo coprire le spie luminose del modem e del pc perché la notte diventano illusioni di mostri con gli occhi rossi!!!), mi è capitato anche di vedere un ragno che camminava sul mio letto, ho sognato/visto un ragno appeso al soffitto che rischiava di cadere sul mio letto a causa delle sue grandi dimensioni, mi è capitato anche di non riconoscere il mio compagno a letto e di pensare fosse un estraneo, di fissarlo per capire chi fosse…
Poi immediatamente, dopo che accendo la luce e “finalmente” vedo la realtà, all’inizio sono un po’ confusa ma dopo qualche secondo mi tranquillizzo e mi addormento senza difficoltà. Questi diciamo incubi reali mi capitano soprattutto in periodi di stress che riesco apparentemente a controllare, ma che la notte mi provocano questi disturbi e soprattutto quando dormo fuori casa. Mi è capitato durante un viaggio all’estero con il mio compagno di dover dormire con la luce accesa a causa di questi incubi, era l’unico modo per dormire tranquilla senza urlare la notte.
Mi è stato detto che parlo nel sonno, che grido o che parlo con la persona che dorme insieme a me senza che riesca a capire cosa dico. Vorrei capire le cause di tutto ciò e se posso fare qualcosa quando ho periodi di incubi ricorrenti anche perché causano disagio al mio compagno che dorme con me.
Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

è in cura con qualche medicinale ? Assume abitualmente qualche sostanza, tipo alcolici quotidianamente, o tranquillanti o sonniferi ?

Quando durano più o meno questi episodi ? Questione di secondi al risveglio o durano di più ? Se tiene la luce accesa e si sveglia con la luce accesa non accadono ?
Inoltre: quando dice che le luci "sono" mostri significa che le viene in mente che lo siano presa dalla paura, come se lo fossero, oppure che in quel momento crede di trovarsi chissà dove con mostri intorno a sé ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 173XXX

Grazie per aver risposto alla mia domanda. Non ho mai assunto sostanze, tranquillanti o sonniferi, non bevo perchè non mi piacciono gli alcolici, non assumo nessun tipo di medicinale. Al risveglio non vedo più nulla e con la luce accesa non accade nulla, vedo la mia stanza e ritorno a dormire. I mostri mi vengono in mente presa dalla paura.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

quindi sta parlando di fenomeni che si verificano nel passaggio dal sonno alla veglia, brevissimi, e non da sveglio. E' così ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 173XXX

Dr. Pacini, sono fenomeni che da sveglia non accadono, credo siano brevi (non so dirle la durata) perché quando mi capita di averli mi spavento e cerco di accendere subito la luce e se non la trovo ho questo senso di mancanza di respiro. Ci sono periodi in cui mi accade tutti i giorni, più volte in una stessa notte, se dormo fuori casa, in periodi di intenso lavoro, mi è accaduto anche in periodi di problemi gravi di salute dei miei familiari. La mia preoccupazione è quella di dovermi trasferire a breve in un’altra città e di non riuscire a gestire questo problema. Grazie per la Sua attenzione e per la Sua celerità nel rispondere alle mie domande.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

la considerazione di cause psichiatriche dei suoi sintomi dovrebbe considerare primariamente la cause neurologiche.

Le allucinazioni ipnagogiche sono da considerarsi un fenomeno possibile e fisiologici che non denota, quindi, patologia psichiatrica o neurologica.

Gli altri fenomeni andrebbero esplorati tramite un centro del sonno.

E' buona norma non tenere elettrodomestici nella camera da letto. Inizierei con lo spostare il computer.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se si tratta di incubi è una cosa, se si tratta di fenomeni da sveglio (si sveglia, si muove, guarda intorno e vede cose inesistenti, o le deforma). Se semplicemente si sveglia dopo un incubo e nel buio le cose circostanti le suscitano paura "come se fossero" elementi mostruosi o inquietanti, è ancora un'altra cosa.
Sono comunque fenomeni relativamente comuni, però è da vedere se sono o meno gli unici aspetti degni di nota, visto che lei accennava a stress.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se si tratta di incubi è una cosa, se si tratta di fenomeni da sveglio (si sveglia, si muove, guarda intorno e vede cose inesistenti, o le deforma). Se semplicemente si sveglia dopo un incubo e nel buio le cose circostanti le suscitano paura "come se fossero" elementi mostruosi o inquietanti, è ancora un'altra cosa.
Sono comunque fenomeni relativamente comuni, però è da vedere se sono o meno gli unici aspetti degni di nota, visto che lei accennava a stress.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it