Utente 391XXX
Buongiorno,ho 26 anni,una ragazza che lavora,vive in famiglia,ha una vita sociale ed un fidanzato.Soffro però di attacchi di panico , ansia e paura di avere un male mortale.Il mio medico mi ha prescritto lo Xanax,ne assumo 0.75 mg al giorno,ma a parte un netto calo degli attacchi di panico la situazione per me è molto difficile da gestire.Ultimamente avverto dolore al petto,nella zona sinistra ed alla spalla ed il mio braccio sinistro è come intorpidito,creandomi un'apprensione esagerata.Oggi farò un ecg per scongiurare la mia paura relativa al cuore,ma quali altri esami potrei effettuare x vivere + serenamente?Ho fatto analisi del sangue generiche e relative al fegato:tutto a posto.Può l'ansia creare quel fastidio al braccio sinistro che tanto mi angoscia?Sarebbe opportuno affrontare una psicoterapia?Io continuo ad aver la fissa che sia un grave male fisico....grazie se mi risponderete...

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Cara amica, anzitutto non si spaventi... Se lo xanax ha già ridimensionato i sintomi è buon segno. Se tuttavia persistono i disturbi contatti un neurologo per verificare più specifiche implicazioni. Certo lo stress è in grado di modificare molti parametri neuro-ormonali ed anche immunitari, ma francamente mi pare presto per trarre conclusioni. Ci aggiorni e vedremo di aiutarLa con piacere. Cordialmente,
Dr. Giancarlo Cavallino
Medicina Integrata
Tel.3381997446
Web:www.smige.net

[#2] dopo  
Dr. Domenico Mazzullo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Cara Amica,
i disturbi che riferisce, sono molto suggestivi per una diagnosi di "depressione mascherata", ossia un lieve stato depressivo che si manifesta soprattutto con ansia e somatizzazioni di quest'ultima.
In questi casi, se la diagnosi è esatta, la terapia più indicata, non è tanto ansiolitica, quanto piuttosto antidepressiva.
Ma per questa è assolutamente necessario che Lei si rivolga ad uno specialista in psichiatria che formulerà una diagnosi e Le prescriverà una opportuna terapia.
Spetta sempre allo specialista la valutazione, se sia necessaria anche una psicoterapia.
Comunque non si preoccupi assolutamente perchè il Suo problema è di facile soluzione.
Sono a Sua disposizione per quanto volesse ancora chiedermi.
Cordialmente.
Domenico Mazzullo

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Chiummo

24% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Gentile amica, la visita di uno specialista psichiatra potrà certamente aiutarla. Xanax e un ciclo di psicoterapia mi sembrano le indicazioni migliori.
auguri

[#4] dopo  
Dr. Santo Cerfeda

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2002
Cara Amica,
Concordo pienamente con il consiglio datole dal collega Mazzullo.
Dato per scontato che il suo ecg sia del tutto normale, ritengo che l'alprazolam (Xanax) le serva a poco. Nel suo caso sarebbe opportuno iniziare subito una terapia con un antidepressivo serotoninergico o (forse meglio) seronoradrenergico (SSRI oppure SNRI), insieme ad un supporto psicoterapico. Penso che qualunque collega psichiatra possa aiutarla, purchè lavori in tandem con un collega internista, visto che comunque, per qualche tempo, lei avrà forti dubbi sull'efficacia della terapia e continuerà a nutrire paure di avere un terribile male fisico.
Mi faccia sapere come andrà.
La saluto cordialmete
Dott. Santo Cerfeda
Dottor Santo Cerfeda, Specialista in Psichiatria

[#5] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

faccia tutti i controlli che ritiene necessari in modo da rendersi lei stessa conto della problematica non tanto fisica ma psicologica in cui si trova attualmente.
Qualora tutti i controlli dovessero risultare negativi potra' intraprendere un discorso di terapia farmacologica psichiatrica ed eventuale psicoterapia.
Nel frattempo le consiglierei pero' se non li ha gia' effettuati esami relativi al profilo tiroideo giusto per sicurezza e una routine ematologica + emocromo con formula.
Il fatto che debba fare degli esami non indica che ha qualche patologia ma e' giusto che ogni tanto vengano fatti dei controlli.

Saluti
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#6] dopo  
Utente 391XXX

Vi ringrazio molto per le risposte date.Effettuerò ancora alcuni esami fisici(mirati a controllare la mia circolazione sanguigna,altro mio ricorrente incubo per le trombosi)e se tutto sarà a posto così come lo è il mio ecg mi rivolgerò ad uno specialista della mia zona per la psicoterapia ed eventualmente la prescrizione di antidepressivi.Spero di superare queste mie angosce,in quanto limitano notevolmente la mia vita.Grazie ancora.

[#7] dopo  
Dr. Marco Marilungo

24% attività
0% attualità
8% socialità
APRILIA (LT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2002
I Colleghi che ti hanno risposto ti hanno dato indicazioni importanti su ciò che scrivi e che potrebbe essere fatto ancora. Mi permetto di dire la mia.
Potrebbe essere che tu abbia qualche problemino del settore cervicale della colonna vertebrale, o che ci sia un irrigidimento della muscolatura cervicale dovuto ad una postura non corretta. Tra l’altro, una postura rigida può significare, può e non è detto che sia così, una rigidità caratteriale ed un senso di protezione personale che ti appartengono.
L’ansia accentua, anzi, è generata dalla postura, dai disagi non espressi dalla parola ma espressi con il corpo, sconfiniamo nella psicosomatica.
Una psicoterapia potrebbe aiutarti, così come il counselling medico.
Sono qui per “parlare” ancora con te.
Un abbraccio.

Marco Marilungo
Dr. Marco Marilungo
marcomarilungo@hotmail.it

[#8] dopo  
Dr. Riccardo Lo Presti

24% attività
0% attualità
0% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Concordo parola per parola con il parere espresso dal collega Cerfeda. Ribadisco, da parte mia, l'opportunità che lei si affidi (nel vero senso della parola: con "fiducia") ad uno specialista, il quale, tra l'altro, ritengo non trascurerà alcuni controlli di base utili per escludere qualsiasi causa organica, e tra questi anche un consulto neurologico.
Tanti auguri e ci dia notizie
dr. Riccardo Lo Presti

[#9] dopo  
Utente 391XXX

Buonasera,oggi ho fatto analisi del sangue per verificare che la pillola non abbia alterato la mia coagulazione sanguigna.Ho effettuato l'ecg risultato perfetto...l'ansia però continua.Sento come un peso sul petto...è una sensazione orribile,anche se con lo xanax non ho veri e propri attacchi di panico...consulterò un psicoterapeuta,mi sembra a questo punto l'unica mia possibilità di uscire da quest'angoscia che mi perseguita,a volte vorrei scappare dall'ufficio(come in questo momento)e rifugiarmi nel sonno,unico momento in cui non sono ansiosa....