Utente 679XXX
salve,sono un ragazzo di 35 anni.ho preso l aereo per la prima volta a 13 anni ed ho un ricordo molto brutto.Ho avuta molta paura.poi non mi è piu capitato di prenderlo fino all eta di 25 anni.Roma venezia,il panico piu assoluto!mano per la mano con l hostess che mi diceva che non stavamo cadendo.poi dopo 2 mesi sono andato in Tunisia,e sotto consiglio del mio medico ho preso il tienor.(faccio presente che non prendo nessun tipo di medicine)ma non è andato bene.anzi una catastrofe,attacco di panico in aereo sia all andata che al ritorno.poi dopo 2 anni sono andato in francia,ed ho preso 20 goccie di lexotan.un ragazzo conosciuto in aereo mi ha aiutato,mi ha fatto rilassare,ed è andata molto meglio.cosi ho deciso di prenotare un viaggio per l America.ma il periodo che dovevo partire io sono caduti 6 aere cosi mi sono trovato a piangere come un bambino di 3 anni e non sono partito(non è mia abitudine piangere anzi mai successo)la domanda è questa:cosa posso prendere di moltoforte, una settimana prima del viaggio per farmi passare l ansia anticipatoria?durante il volo 20 goccie di lexotan non sono state sufficenti.Quante ne posso prendere per stare piu calmo e sedato? io non prendo mai farmaci,mi servono soltanto per la settimana prima del viaggio e per il volo poiche sono molto nervoso,non dormo e sto male.Dopo anni che non volevo prendere medicine per il terrore dell aereo adesso sono certo che non ne posso fare a meno!GRAZIE PER LE RISPOSTE

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Purtroppo sia che la sua sia una paura (che l'aereo cada) sia che invece si tratti di panico (cioè sensazione di star male e non poter fuggire per cercare aiuto) le terapie non possono in una settimana dare garanzie di protezione. I sedativi possono essere assunti nelle 24 precedenti, e permettono di salire sull'aereo senza rischiare di tornare indietro all'ultimo momento. Non prevengono però gli attacchi di panico. Possono farla dormire durante il volo, ma ovviamente questo è uno stato di sedazione. Esistono due alternative: o una psicoterapia per questa fobia, oppure una farmacoterapia i cui effetti si possono eventualmente apprezzare dopo un mesetto, e che se tenuta mentre si ripete l'esperienza diverse volte può condizionare la fobia portandola a estinzione, con una certa prospettiva di non riaverla anche dopo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 679XXX

grazie per la risposta,io ho preso 20 goccie di lexotan mezzora prima di partire,ma non ero calmo completamente,anzi....Quante ne posso prendere per stare buono e zitto,non vorrei dormire,vorrei essere soltanto piu calmo

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Appunto, se ha un disturbo di panico l'unico modo per stare tranquillo nella situazione temuta, purtroppo, in assenza di terapia scecifica equivale alla sedazione.
Un pò più calmo è, le ho detto la differenza è che non scappa e torna indietro. Controllare l'ansia con i tranquillanti non è sempre possibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 679XXX

grazie per la risposta,ma allora quante goccie devo prendere e quali?

[#5] dopo  
Dr. Gabriele Tonelli

24% attività
0% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
UDINE (UD)
RIMINI (RN)
PORRETTA TERME (BO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, non è possibile fornirLe una risposta così specifica da assumere il carattere di prescrizione in assenza di una regolare visita medica. Se il dosaggio di Lexotan da Lei assunto si è rivelato inadeguato a contenere i Suoi sintomi d'ansia, Le suggerirei di sollevare il problema con il Suo medico di fiducia che Le potrà indicare se aumentare la dose di farmaco, sostituirlo con un altro maggiormente sedativo, ovvero indirizzarla al trattamento più adeguato per il Suo tipo di disturbo.

Cordiali saluti

Gabriele Tonelli
Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.

[#6] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

le ho già fatto presente la questione, la ripetizione della domanda mi dà idea che non abbia compreso il senso delle precedenti risposte.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 679XXX

grazie, ma la mia prima richiesta era di saper QUALE MEDICINALE e quante goccie dovevo prendere per stare piu sedato.Il mio medico dell asl è una brava persona,ma è un medico generico! un giudizio di un psichiatra sulle quantita e su quale medicina puo essere piu forte dell lexotan,,mi puo essere piu utile in quanto (lo psichiatra) avra delle nozioni in piu in materia di medicine specifiche(ansiolitici) .

[#8] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

proprio in virtu' di questa sua considerazione, cioe' che lo psichiatra ha delle nozioni specifiche in merito all'uso degli psicofarmaci, e' necessario che lei si sottoponga a visita psichiatrica in quanto non e' possibile effettuare prescrizioni farmacologiche al di fuori di una visita.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#9] dopo  
Utente 679XXX

grazie per la risposta,ma una visita psichiarica non cambia quello detto gia qui!HO detto tutto!ho fatto gia presente che non faccio mai uso di ansiolitici,e il problema è solo in aereo.volevo evitare d andare in uno studio privato,(poichè prendere un appuntamento nel pubblico ci vogliono mesi)mi serviva soltanto un parere e un consiglio.non fa nulla grazie lo stesso.

[#10] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Allora forse non ci spieghiamo bene

E' vietato prescrivere farmaci online!

Pertanto, se vuole risolvere la questione puo' ottenere una prescrizione solo dopo una visita psichiatrica.

Comunque, provi a contattare il servizio pubblico in quanto non mi pare che le liste di attesa siano lunghe mesi.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#11] dopo  
Utente 679XXX

non mi serviva una prescrizione,volevo un consiglio!E" naturale che dopo sarei andato dal mio medico dell asl.comunque grazie lo stesso

[#12] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Mi fa capire che consiglio voleva?

Mi pare che le siano stati elargiti sufficienti consigli
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#13] dopo  
Utente 679XXX

si si ringrazio tutti per i consigli.ma mi aspettavo che mi si diceva (senza prescriverli,ma soltanto per parlare)quale medicinale era meglio del lexotan e la quantita"!!!non fa nulla grazie lo stesso

[#14] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Soltanto "Per parlare", appunto, la risposta c'è stata. La risposta non deve essere per forza è meglio questo o quello sono meglio tot gocce. Non è un problema del lexotan che non è un buon farmaco, come le ho già scritto, è un problema dell'uso. Ci sono decine di ansiolitici, e sono tutti "buoni" ma un certo tipo di uso non è corretto né possibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it