Utente 160XXX
Buona sera,

vi contatto per chiedervi cosa sapete dirmi sulle disfunzioni sessuali post SSRI, se sono frequenti, e si vi è capitato qualche caso di vostri pazienti....

Io ho interrotto l'assunzione di Citalopram quasi due anni fa, dopo un anno di cura, da allora io non ho mai più avuto una sessualità regolare, piacevole e normale come lo era prima.

Da due mesi dopo l'interruzione ad oggi, dopo quasi due anni, la mia libido è scarsissima, ho difficoltà nell'eccitarmi anche quando c'è la voglia, ho forse è più giusto dire che provo voglia di avere voglia, ho erezione scarsa e difficoltà nel mantenerla, sento un blocco mentale rispetto al piacere... Io fino a due anni fa non ho mai avuto nessun problema del genere...

Ora da 10 giorni, visto che sono di nuovo depresso, e penso per la situazione, sto assumendo Entact 10 mg, e leggo qui e la che come ssri è ancora più inibente sull'argomento...

Ho 24 anni ed ho perso completamente la gioia di vivere, non so quanto riuscirò ad andare avanti così. E non sono mai riuscito a trovare riscontro soddisfacente sull'argomento da nessuno specialista.

Sono, comunque, stato rovinato da un farmaco, e non so se ci sia via d'uscita..

Confido in vostri consigli e delucidazioni su questa sindrome, trauma da interruzione.

Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La perdita del piacere e della spinta, non solo sessuale, sono sintomi tipici di una sindrome depressiva, anche non grave come intensità globale dei sintomi (distimia, depressione minore).

Chi ha stabilito che questi sintomi debbano attribuirsi alla passata cura con ssri ? Durante la cura durata un anno, in cui presumo la depressione fosse risolta, come era la sua vita sentimentale e sessuale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Io non ho mai avuto problemi a livello sessuale, ne prima di prendere il citalopram ne durante, ho preso il farmaco per forte ansia ed attacchi di panico, in minor parte per depressione, non mi sentivo realmente depresso, ma più tendente ad ossessività...

Reputo la mia condizione attuale e duratura da due anni all'interruzione dell'ssri perché non so darmi altra spiegazione, organicamente sono a posto...

Se ha voglia, (la prego), dia un'cchiata a questo link...

https://it.wikipedia.org/wiki/PSSD

Grazie

[#3]  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

in effetti andrebbe meglio contestualizzata la sua situazione.

Non è detto, in questo sono d'accordo con il collega, che la difficoltà sessuale sia da attribuirsi (almeno non del tutto) all'interazione farmacologica.
Cordialmente
www.psichiatriasessuologia.com

[#4] dopo  
Utente 160XXX

Dr Pacini avrebbe voglia di continuare la conversazione? Non ho più ricevuto sua risposta, lei ed anche l'illustre Dr Garbolino che ringrazio per la risposta, cosa mi consigliate di fare? Io sto prendendo Entact da 10 giorni perché penso di essere ricaduto in una sorta di depressione per questo mio deficit che porto sulle spalle da quasi due anni, ed assumo il farmaco solo con la speranza di tornare sessualmente come prima, rischio di peggiorare la situazione Prendendo un altro ssri? Da quando lo prendo sono ancor più inibito di prima, ma puó essere l'effetto del primo periodo di assunzione?

Spero di ricevere presto un vostro cortese aiuto.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non solleciti le risposte. Non le otterrà più rapidamente.

La sindrome non corrisponde al concetto di post- perché se la disfunzione inizia dopo il termine della cura, non vedo il nesso.

Una possibilità più logica è che dopo la sospensione la situazione non sia migliorata ma anzi ritornata indietro, con sintomi depressivi o ansiosi che includono tipicamente problemi della sfera sessuale.

Dopo 10 giorni di cura la situazione deve essere più o meno come prima, è troppo poco.


Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 160XXX

Mi scusi se ho insistito, io mi sono dato una risposta pensando alla PSSD (post SSRI sexual dysfuction) perché leggo su Wikipedia che è un fatto che puo' accadere dopo l'interruzione del farmaco SSRI, non si conoscono i tempi di recupero da questo trauma da sospensione, c'è il rischio che possa essere anche una situazione non reversibile...

Lei che conoscenze ha in merito? Puó consigliarmi qualcosa? Scusi la mia impetuosità, ma è da troppo tempo che vivo male così...

Grazie

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Per favore può spiegare come mai insiste su questa sindrome visto che non c'è il presupposto di partenza ? Le ho risposto ma non sembra tenere in minima considerazione la risposta.
Su wikipedia non c'è scritto quel che dice Lei.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 160XXX

....potrei capire come mai mi di e che non c'è presupposto di partenza? Io ho preso citalopram per un anno, è vero che non ho avuto problemi durante l'assunzione, ma due mesi circa dopo l'arresto si sono manifestati i primi problemi, oltretutto a peggiorare n questi ultimi due anni. E su wikipedia leggo chiaramente che questa è una sindrome che si riscontra dopo il termine della terapia e non quando si assume ancora il farmaco....

[#9]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" vero che non ho avuto problemi durante l'assunzione"

Appunto.

"E su wikipedia leggo chiaramente che questa è una sindrome che si riscontra dopo il termine della terapia e non quando si assume ancora il farmaco.... "

No, non c'è scritto così. C'è scritto che è una sindrome che consiste nel fatto che NONOSTANTE la sospensione del farmaco, i sintomi che la persona aveva DURANTE l'assunzione non se ne vanno come previsto.

Per cui ritornando ad una spiegazione più plausibile, ad esempio si può pensare che essendo in corso un peggioramento psichiatrico, in questo sia compreso anche un peggioramento della funzione sessuale, che durante la cura andava meglio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" vero che non ho avuto problemi durante l'assunzione"

Appunto.

"E su wikipedia leggo chiaramente che questa è una sindrome che si riscontra dopo il termine della terapia e non quando si assume ancora il farmaco.... "

No, non c'è scritto così. C'è scritto che è una sindrome che consiste nel fatto che NONOSTANTE la sospensione del farmaco, i sintomi che la persona aveva DURANTE l'assunzione non se ne vanno come previsto.

Per cui ritornando ad una spiegazione più plausibile, ad esempio si può pensare che essendo in corso un peggioramento psichiatrico, in questo sia compreso anche un peggioramento della funzione sessuale, che durante la cura andava meglio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" vero che non ho avuto problemi durante l'assunzione"

Appunto.

"E su wikipedia leggo chiaramente che questa è una sindrome che si riscontra dopo il termine della terapia e non quando si assume ancora il farmaco.... "

No, non c'è scritto così. C'è scritto che è una sindrome che consiste nel fatto che NONOSTANTE la sospensione del farmaco, i sintomi che la persona aveva DURANTE l'assunzione non se ne vanno come previsto.

Per cui ritornando ad una spiegazione più plausibile, ad esempio si può pensare che essendo in corso un peggioramento psichiatrico, in questo sia compreso anche un peggioramento della funzione sessuale, che durante la cura andava meglio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
" vero che non ho avuto problemi durante l'assunzione"

Appunto.

"E su wikipedia leggo chiaramente che questa è una sindrome che si riscontra dopo il termine della terapia e non quando si assume ancora il farmaco.... "

No, non c'è scritto così. C'è scritto che è una sindrome che consiste nel fatto che NONOSTANTE la sospensione del farmaco, i sintomi che la persona aveva DURANTE l'assunzione non se ne vanno come previsto.

Per cui ritornando ad una spiegazione più plausibile, ad esempio si può pensare che essendo in corso un peggioramento psichiatrico, in questo sia compreso anche un peggioramento della funzione sessuale, che durante la cura andava meglio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it