Pulsazioni accelerate e Lexotan

Scrivo la presente sperando in una risposta tempestiva. Dopo un paio di corse in pronto soccorso in preda a battiti molto accelerati, dolori al petto e dolori al braccio, ho cominciato a spaventarmi. L'elettrocardiogramma e gli enzimi non hanno rilevato nulla di anomalo al cuore e le analisi del sangue mostrano che non ho carenze, non ho problemi alla tiroide, solo la prolattina un po' alta ma nulla di preoccupante. Il mio medico curante ha quindi effettuato la "diagnosi" di ansia ed ha deciso di prescrivermi una terapia a base di Lexotan per rallentare in qualche modo le pulsazioni che sono effettivamente piuttosto alte (circa 100-110). Premetto che ho 25 anni e vengo da un periodo di forte stress... Prendo il Lexotan da cinque giorni con il seguente dosaggio: 10 gocce a sera e 5 gocce la mattina. Sono più tranquilla, ma il mio medico dice che il dosaggio non potrà essere ridotto fino a che le mie pulsazioni non saranno scese sotto i 95 battiti al minuto... Voglio porvi le seguenti domande: quanto è invalidante l'uso di Lexotan? Ci sono giorni che mi sento normale ed altri che mi sento un po' intontita... Posso guidare? Bere caffè? E soprattutto: se volessi bere un paio di bicchieri di vino, una birra con amici oppure un cocktail qualunque (che ovviamente prevede una componente di superalcoolico), dato che fra pochi giorni parto in vacanza, potrei farlo? Senza abusarne chiaramente, ma non vorrei correre il rischio di sentirmi male per un paio di bicchieri di Chardonnay o per un aperitivo. Ammesso e non concesso che io possa concedermi questo "lusso", considerando gli orari delle mie somministrazioni (ore 8.30 e 22.30), qual è l'orario al quale posso bere ritenendomi più tranquilla? E se dovesse capitare di dover far tardi (magari per una serata in discoteca), devo comunque prendere le gocce agli stessi orari o rischio di restare troppo sedata? Mi scuso per il disturbo e vi ringrazio in anticipo per la disponibilità. Non voglio strafare, ma le vacanze me le sono meritate e per me anche un bicchiere di buon vino è una coccola, a cui non vorrei rinunciare se non fosse strettamente necessario...
[#1]
Dr. Fernando Bellizzi Psicologo, Psicoterapeuta 1.1k 37 6
Gentile Utente,

per quanto riguarda gli effetti dei farmaci, solo uno psichiatra può risponderLe e non uno psicologo.

Dr. Fernando Bellizzi
Albo Psicologi Lazio matr. 10492

[#2]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.5k 1k 63
Gentile utente

Se effettivamente si tratta di ansia il lexotan può essere un rimedio temporaneo ma che non può considerarsi come risolutivo sulla riduzione dei battiti cardiaci.

Per ciò attiene all'uso di alcool, l'associazione con lexotan è sconsigliata.

Sarebbe il caso di sentire il parere di uno psichiatra, ora o al suo rientro.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/