Utente cancellato
Gentili dottori,
ho bisogno di un vostro consiglio , sono ormai due mesi che prendo 5mg di cipralex la mattina e 5 mg la sera , mi e' stato aggiunto nell' ultimo mese 50 mg di agomelatina per aumentare la motivazione visto che rilascia dopamina cosi mi e' stato detto , ma mi sento sempre depresso , vuoto e svogliato inoltre durante il giorno ho tachicardia a 110 battiti . Consultato il mio psichiatra sembra non darmi grandi risposte sulla terapia , cosi ho chiesto un consulto ad un altro terapeuta . Questo ultimo mi dice che dovrei cambiare farmaco e eventualmente prendere i 10 mg di cipralex la mattina , inoltre afferma che l'agomelatina non aiuta alla motivazione e puo' interagire negativamente con escitalopram causando ansia . Io ora non so a chi credere , lo so che voi non potete darmi consigli farmaceutici ma vorrei sapere cosa ne pensate e se e' il caso di sentire un altro consulto !
grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi non la riporta (depressione ?), ma se con il primo farmaco l'effetto non era soddisfacente, l'abbinamento dell'agomelatina poteva aver senso (in alternativa per semplicità si poteva pensare di usare un altro farmaco in sostituzione del primo, senza associarne due).
A distanza di un mese dovrebbe aver visto miglioramenti, se invece sta sostanzialmente peggio direi sia il caso di pensare ad una modifica della cura. L'orario di assunzione nel caso del cipralex è irrilevante, non è un farmaco che funziona nella fascia oraria in cui lo si assume.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
258913

dal 2013
La diagnosi e' disturbo bipolare 2 con personalita borderline ,stato depressione mista . e' da un bel po che prendo cipralex perche ' mi hanno detto che ha meno effetti collaterali ,Purtroppo io sono due mesi che sto sempre male e di effetti soitivi non ne vedo oltre ad essere sempre svogliato e stanco ! Quindi la mia terapeuta ha aggiunto l'agomelatina in quando rilascia dopamina nella corteccia frontale e dovrebbe darmi piu motivazione , cosi la sua risposta !Sta di fatto che non sto bene e sono ancora depresso e svogliato!
Ho provato a proporgli la sertralina , m,a non so perche neanche la considerata

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Disturbo Bipolare II ma non c'è una terapia antibipolare. L'antidepressivo nel disturbo bipolare non sempre serve, e talvolta peggiora il decorso.

Non deve proporre Lei al medico i farmaci, non ha senso.

Nel disturbo bipolare si usano medicinali "stabilizzanti", da soli o in associazione a antidepressivi se indicati.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
258913

dal 2013
rispondo a questo vecchio messaggio perche' alle volte sembra che non siate neanche dei professionisti.Cosa vuol dire "non c'e' una terapia antibipolare " se mi e' stato diagnosticato quel disturbo vuol dire che ce una cura e quella che mi hanno dato per lo specialista smebrava approrpiato ( cosa poi non avvenuta visto che mi e' stato cambiato con efexor).
Dott Pacini ma lei e' veramente uno psichiatra o si diletta a scrivere solo qui ? mi scusi l'impertinenza ma la risposta che mi ha dato qui mi fa pensare ad altro !
Mi dice di non proporre io dei farmaci , ma se a me quella cura non funziona (e sto male ) e continuano a darmela potro' pur proporre io qualcosa ed eventualmente il mio specialista mi dira' se e' opportuno o no ! Mi fa piuttosto arrabbiare il fatto che sembra che qui le cure le diano a tentativi e le vostre risposte sembrano piuttosto evasive in quanto neanche voi non sapete bene cosa dire ! O sbaglio?

[#5] dopo  
258913

dal 2013
Avro' sicuramnte una vostra risposta in modo piuttosto scocciato , io gia' vi rispondo con tutto il rispetto che se non sapete dare dei consigli appropriati ( visto che qui la gente sta male e non sa dove sbattrere la testa) . Se non sapete dare delle risposte esaudienti a sto punto chiedo quale e' il senso di mantenere un sito di consigli dove neanche voi siete in grado di darli.
Io mi scuso per questo mio comportamento cosi' irrispettoso ma vorrei che vi metteste dalla parte nostra che stiamo male , e capire che questi farmaci antidepressivi non sono come antibiotici ma che possono veramanente dare problemi seri a livello emotivo e fisico, e molte volte sentire delle risposte in modo cosi senza umanita' da' molto fastidio. Mi chiedo ma voi avete mai preso antidepressivi? sapete i problemi che danno e i forti malesseri che portano?
scusate lo sfogo

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei ha avuto risposte, commenti a ciò su cui chiedeva delucidazioni, ha risposto offendendo e per giunta poi dichiarando che lei si rivolge a noi "con tutto il rispetto".

".Cosa vuol dire "non c'e' una terapia antibipolare " se mi e' stato diagnosticato quel disturbo vuol dire che ce una cura e quella che mi hanno dato per lo specialista smebrava approrpiato "

Lei assume un antidepressivo, che non è una terapia antibipolare.

"e capire che questi farmaci antidepressivi non sono come antibiotici ma che possono veramanente dare problemi seri "

Discorso privo di senso. Anche gli antibiotici danno problemi, e non vedo perchè debba supporre che gli altri sottovalutino il suo problema oppure le prescrivano le cose con superficialità.

Se disprezza così tanto chi le scrive, eviti di scrivere Lei. Se ritiene di essere stato maleducato, si limiti a scusarsi senza affermare che si rivolge con tutto il rispetto, che decisamente non ha avuto.
Non si permetta di usare espressioni come "senza umanità" o cose simili o di offendere chi le risponde con frasi del tipo "lei è davvero psichiatra". Legga piuttosto le risposte.

Ha un disturbo bipolare II, non c'è una terapia per il disturbo bipolare II.




Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
258913

dal 2013
Gentile Dottore,

questa la considera una risposta a una mia delucidazione?

"Disturbo Bipolare II ma non c'è una terapia antibipolare. L'antidepressivo nel disturbo bipolare non sempre serve, e talvolta peggiora il decorso.

Non deve proporre Lei al medico i farmaci, non ha senso.

Nel disturbo bipolare si usano medicinali "stabilizzanti", da soli o in associazione a antidepressivi se indicati. "

"Lei assume un antidepressivo, che non è una terapia antibipolare."

e invece l' antidepressivo che prendo sta proprio facendo da terapia contro il bipolarismo perche' sbalzi di umore non ne ho piu' e sono cose provate dallo psichiatra , che per quanto non mi ascolta almeno la cura la trovata giusta dopo 3 psichiatri diversi con cure diverse che sembrano fatte a tentativi .

"e capire che questi farmaci antidepressivi non sono come antibiotici ma che possono veramanente dare problemi seri "

Discorso privo di senso. Anche gli antibiotici danno problemi, e non vedo perchè debba supporre che gli altri sottovalutino il suo problema oppure le prescrivano le cose con superficialità. "

il suo e' un discorso privo di senso poi detto da uno psichiatra , sa' benissimo che gli antibiotici non alterano le emozioni e le percezioni come antidepressivi , ma mi prende in giro?Il mio problema e' stato trattato con superficilita' perche' ogni psichiatra che ho avuto non entra in merito veramente al mio problema ma si limita a dare farmaci senza neanche come sono io psicologicamnte e capire che ogni farmaco va dato su misura personale ad un pazionete (cosa che mi ha spiegato un ottimo pschitriata qui online ).

Disprezzo cosi tanto lei poiche' ho letto delle risposte aggiaccianti in passato da altri utenti e mi permetto eccome di dire " senza umanita " se vuole le le lenco tutti i consulti dove lei a risposto e non ha minimaente capito lo stato di angoscia e preoccupazione dei clienti che hanno scritto qui , anzi in modo quasi arrogante che fa quasi li snobbava o li trattava in modo superficilae senza comprendere bene la parte emotiva del paziente .
io continuero' eccome a scrivere qui , e' un sito pubblico e pretendo che i medici sappiano fare il loro lavoro e si prendano le loro responsabilita e abbiamo uminita'!

"Ha un disturbo bipolare II, non c'è una terapia per il disturbo bipolare II"

bene se lei dice cosi allora mi dia il suo numero che le faccio contattare i miei vecchi tre psichiatri e vediamo se vi mettete daccordo su questo fatto perche' saperei proprio curioso di capire in che logica date le cure.

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Continui a scrivere dove vuole, fermo restando che se continua a usare certi toni non avrà risposte migliori e potrà anche essere allontanato dal sito (non ad opera mia).

Vedrà come procedere per gli insulti immotivati che mi sta rivolgendo su questo consulto, dimostrando di aver capito poco sia dei fini di questo spazio che dell'educazione da rispettare in generale quando Lei si rivolge a qualcuno per avere spiegazioni.

Io non ho ragioni per disprezzarla e le rispondo cercando di esserLe utile. Lei mi insulta senza ragione. L'ultima cosa che pare interessarLe è il contenuto delle risposte.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
 Staff Medicitalia.it

Gentile utente

ci sembra che il Dr. Pacini abbia ben esposto il suo punto di vista.

Lo staff di medicitalia.it esige una dialettica adeguata e rispettosa nei confronti dei professionisti che mettono a disposizione il proprio sapere in modo del tutto disinteressato e gratuito a favore di chi ha veramente bisogno.

Lo spirito e la mission di questo sito è descritto su queste pagine che speriamo legga

(https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/)

Distinti saluti
staff@medicitalia.it

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Lei continua a offendere e diffamare, con termini che usa Lei e non io, tipo non umano.

Inutile che parli a nome degli utenti, che non si comportano come Lei mediamente. Se disprezza chi le risponde è curioso che lei continui a scrivere.

Ma come dicevo, adesso le interessa solo fare polemica inutile e offendere chi le scrive, con argomenti di cui non capisco sinceramente il motivo, se mi sento offeso è perché lei offende direttamente con parole ed espressioni, per quanto riguarda l'argomento delle sue proteste lo trovo infondato, specialmente in questo consulto dove le è stato risposto in maniera chiara.

Se però non scrive per avere informazioni ma per ingaggiare polemiche sul luogo comune della non umanità dei medici dica subito che ha queste forme di ostilità.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
La questione mi pare che stia prendendo una piega non buona.

A parte il fatto che se si fa una richiesta per la quale si riceve una risposta (competente, a mio modesto parere) si ringrazia anche se non si è soddisfatti, ma la cosa peggiore è "arroccarsi" dietro la patologia per sentirsi autorizzati a scrivere pubblicamente offese verso il collega, ravvisando maltrattamenti presunti sulla categoria "pazienti" solo per la proiezione del suo vissuto con la categoria dei medici che ha interpellato sinora.

Soprattutto, utilizzare termini offensivi, utilizzandoli e contemporaneamente scusarsi, appare piuttosto dicotomico ed alquanto infantile, sebbene, gentile utente, lei sembra abbia 60 anni.
Prima di cliccare su "invia risposta" avrebbe potuto leggere il suo scritto, senza fretta, per tutte le volte necessarie a rendere il dialogo più semplice e disteso.

Lei sta usufruendo di un servizio gratuito, per il quale può avere o meno soddisfazione, ma comunque non le è consentito minacciare, prima velatamente e poi in modo chiaramente evidente, su possibili conseguenze di qualsiasi tipo, perchè, fino a prova contraria, l'ingiuria e la diffamazione ancora costituiscono un reato perseguibile penalmente in questa Nazione.

Se non ha soddisfazione per le risposte è libero di andare altrove, è libero di denunciare chi vuole, ha la facoltà di esprimere liberamente il suo pensiero in altro luogo od anche qui, ricordando però che qualsiasi reato si ravvisi potrà essere perseguito nei suoi confronti.

Nel frattempo, volendo rimanere in tema strettamente medico, è probabile che il suo trattamento non possa essere propriamente adatto per un disturbo dello spettro bipolare (come già indicato in lingua italiana corrente dal collega), se lo desidera, preferibilmente, sarebbe il caso di sentire il parere di un altro psichiatra.



Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139