Utente 110XXX
Buongiorno. Mi capita spesso che quando devo fare un discorso ho difficoltà ad esprimermi. Io so cosa voglio dire ma quando devo fare un discorso parlato ho sempre paura che non mi faccio capire bene. Mi succede sia con persone che conosco e sia con gli estranei. Inoltre mi capita delle volte di pensare una cosa e ne dico un'altra tipo un sinonimo. Per esempio ieri volevo dire "calore",riferito al sole e ho detto sole. Ultimamente sono molto ansiosa e vado in panico per qualsiasi sintomo. Addirittura non riesco neanche a fare più l'amore con mio marito perché ho paura che mi venga un ictus o un attacco di emicrania con aura della quale soffro.Soffro comunque anche di ansia generalizzata, attacchi di panico e agorafobia dall'età di 9 anni. Secondo lei i miei sintomi sono riconducibili all'ansia? O a qualcosa di neurologico?

[#1]  
Dr. Antonio Ventriglio

20% attività
0% attualità
4% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Gentile utente,
mi sembra di capire che lei stessa riconosce di "essere molto ansiosa e andare in panico per qualsiasi sintomo". Fa riferimento anche a due diagnosi di disturbo d'ansia, ovvero Disturbo d'Ansia generalizzata e Disturbo da Attacchi di Panico con Agorafobia. E' chiaro che uno scarso controllo dei livelli d'ansia libera compromette anche le performance sociali e verbali. Segue un trattamento specialistico per questi disturbi da Lei citati? E' consigliata da un collega? Ci faccia sapere di più se lo desidera. Saluti
Dr. Antonio Ventriglio
Medico Chirurgo
Psichiatra e Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 110XXX

Sono stata in cura nel 2008 fino al 2009. Poi basta. Negli ultimi anni ho cercato di risolvere questi problemi da sola. Non mi va di prendere farmaci. Comunque poco fa invece di dire anniversario ho detto università e invece di dire uova ho detto pomodoro,però lo avevo menzionato poco prima dicendo carne con il pomodoro. Ed ecco che sono andata di nuovo in panico. Ho paura che abbia qualcosa di neurologico.

[#3]  
Dr. Antonio Ventriglio

20% attività
0% attualità
4% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Di solito una accurata anamnesi conduce ad una diagnosi corretta. Nel Suo caso riporta di soffrire sin da piccola di disturbi d'ansia (spero diagnosticatele correttamente da un collega neuropsichiatra infantile) e di essersi quasi mai curata se non per un anno: il che per un disturbo che si protrae dall'infanzia è sicuramente inefficace. I trattamenti vanno proseguiti per tempi congrui e va effettuata anche terapia di mantenimento per le ricadute nel tempo. Perché non si sottovaluti la questione è utile sapere che un disturbo d'ansia cronico può col tempo condizionare i comportamenti, l'umore, la qualità della vita e anche alcune funzioni cognitive ( fra cui attenzione, produzione verbale ecc.). Nel leggere i suoi precedenti post ho appreso di un precedente scambio di pareri col collega neurologo e della sua diagnosi di cefalea con aura. Mi sembra di intendere inoltre che ci sia un rimanifestarsi ciclico dei sintomi d'ansia. Pertanto mi rivolgerei ad un collega in carne ossa per valutare l'opportunità di un trattamento piuttosto del "fai da te". Per quanto concerne il problema neurologico, i sintomi sarebbero davvero aspecifici in questo caso e la pertinenza potrebbe essere esclusa nell'ambito della visita che le consigliavo. Purtroppo comprende che le diagnosi via web non sono possibili. Questi i miei suggerimenti. Ci aggiorni se lo ritiene opportuno. Saluti
Dr. Antonio Ventriglio
Medico Chirurgo
Psichiatra e Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 110XXX

Grazie mille dr. Ventriglio. Quindi lei mi consiglia unq visita da uno psichiatra?

[#5]  
Dr. Antonio Ventriglio

20% attività
0% attualità
4% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Consiglio visita neurologica in primis e, se esclusa la propria competenza, visita psichiatrica. Ci aggiorni.
Dr. Antonio Ventriglio
Medico Chirurgo
Psichiatra e Psicoterapeuta

[#6] dopo  
Utente 110XXX

Quindi il mio problema può essere neurologico?e se si quale? Comunque mi sono dimenticata di dirle che questi sintomi, cioè lo sbaglio delle parole, sono iniziate quando ho letto un articolo di una ragazza che aveva avuto un ictus e che come primo sintomo aveva proprio il parlare male del tipo rema invece di mare. E subito sono andata in ansia. In più ultimamente sono stata un pò sotto stress e ansia perchè mio padre è stato poco bene e quindi temevo che aveva qualcosa di grave. Ho solo lui. Ho perso mia madre quando avevo 8 anni. Poi ultimamente a causa dell'ansia non stò dormendo bene.

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
È probabile che i suoi disturbi siano di natura ansiosa ed andrebbero inquadrati e trattati in modo appropriato.

Se non cura questo disturbi possono peggiorare e cronicizzare ed insorgere nuovi sintomi differenti da quelli attuali che generalmente possono ripercuotersi sulla vita di relazione e lavorativa.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139