Utente 341XXX
BUONASERA carissimi dottori,vi scrivo in seguito a una visita fatta oggi dall'otorino,a causa di forti vertigini di tipo posizionale benigna,avuta non ricordo bene il nome della diagnosi,cmq in base a questo tipo di vertigini avute in seguito ad un trauma avuto all'incirca 10 gg fa,l'otorino,mi ha prescritto dei farmaci quali jarapp 24mg,levobrene 25mg e bentelan da 4 mg.
il punto è che io assumo ,efexor 75mg e xanax 0,50 e ho chiesto,del contrasto che potrebbe avere con qst medicinali,e mi ha risposto che c'era possibilita'e quindi di sospendere per qualche giorno o diminuire le dosi dell'efexor e dello xanax,ma io so che non si puo' fare...non voglio ricadere nel baratro degli attacchi di panico e dei momenti invalidanti....che mi causavano l'ansia,ho provato a chiamare la mia psichiatra ,per chiederle info e pareri,ma è ancora in ferie non risponde.
spero come sempre nella vostra cordialita' e disponibilita' dandomi un consiglio a riguardo.sono disperata.
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È inutile disperarsi non è nulla di grave.

Di fatto lo Xanax comunque non andrebbe mantenuto per tempi lunghi mentre è opportuno considerare la sospensione.

Per l'antidepressivo è impossibile considerare una riduzione.

Può decidere di attendere la sua psichiatra per iniziare la riduzione di Xanax e poi eventualmente iniziare la terapia dell'otorino.

Comunque non pare ci siano interazioni note con i farmaci che ha citato.

In ultima analisi può rivolgersi al medico di famiglia.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 341XXX

buongiorno,dottore innanzitutto,grazie per la sua risposta e gentilezza.
ho appena rintracciato la mia psichiatra,che mi ha rassicurata ,dicendomi che posso prendere tranquillamente sia gli psicofarmaci che i farmaci per le vertigini.
l'unica interazione che ci potrebbe essere è quella tra xanax e levobren e mi riportava che poteva esserci un aumento di sonnolenza,con l'associazione di entrambi!puo' affermarlo,anche lei o quale altro tipo d'interazione potrebbe esserci?ma mi ha severamente vietato di non prendere LO XANAX o ridurlo,nel caso necessitassi;
ormai lo xanax gentile dottore è un bastone da cui non riesco a separarmi da anni pian piano,sono arrivata alla dose 0,50 fino a qualche mese fe ne prendevo 2 mg..al di.
ne approfitto per farle un'altra domanda ,riguardante proprio lo xanax,in passato ilmio vecchio psichiatra,mi dava una dose stabilita al giorno,ad orari specifici,invece con la mia nuova psichiatra,mi ha detto che non devo assumere un tot di medicinale al giorno,ma di quello che necessito,non superando ovviamente i 3mg al giorno che mi ha spiegato fosse la dose massima.ì(parlo sempre delo XANAX)
bhe' le sembrera' strano ma io in conseguenza a cio' che mi ha detto sono riuscita come gia' detto prima di farne un uso personale,riuscendone a diminuire la dose. pensa che sia sbagliato?
grazie mille,spero che mi delucidi su queste mie 2 domande e la ringrazio ancora per la sua cordialita' e genilezza.
saluti

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Le ho già risposto che non ci sono interazioni.

Ho qualche dubbio maggiore sulle indicazioni che ha ricevuto per l'uso di Xanax.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4] dopo  
Utente 341XXX

Mi scusi dottore intende nell'uso che ne faccio,un po'self service??
cosa mi consiglia di fare?
interpellare un nuovo specialista,o continuare con quest'ultimo il mio cammino?
IO le ripeto,non penso fosse un modo piu' appropriato nell'assunzione,visto che in passato mi era stato dato in orari e dosi ben precise...
pero' solo in qst modo avendo l'autonomia nel gestirmelo da me,sono riuscita a prendere una dose diciamo "blanda"rispetto a quella ricca che prendevo prima,che ora ragionandoci bene ,puo darsi semplicemente,perchè ho associato da 6mesi piu o meno l'antidepressivo,e che quest'ultimo sta dando i suoi effetti,per questo sto riuscendo a diminuire la dose.bhe,non ne ho idea,sono solo mie supposizioni a questo punto.non sono un medico.
se puo' indirizzarmi su cosa fare ,le sarei veramente grata.
grazie infinite ancora per la sua gentilezza
cordialita'

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
L'autogestione del farmaco non è corretta in quanto non si capisce infine quanto ne assume realmente.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 341XXX

Ha pienamente ragione,certo in questo modo è difficile per lo specialista capire di monitorare di conseguenza!
Diciamo che comunque io mi sto mantenendo su questa dose di una sola compressa da o,50 senza diminuirla e ne' aumentarla.
LA ringrazio tantissimo
buona domenica!