Farmacoterapia

Buongiorno, qualcuno può dirmi cortesemente se il depakin o litio possono indurre un peggioramento delle capacità cognitive in un pz che ha un funzionamento intellettivo limite ? ( qi 75 ) . Assume litio 300. X 2 depakin 300 una sola al di e fevarin per un disturbo di ansia e panico e ossessioni..
Mi sembra che a distanza di 5 mesi i miglioramenti sull ansia siano veramente pochi mentre sembrano un pochino peggiorare le capacità cognitive e la logica. Grazie x la cortese risposta
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Quanto ha la persona?
In quale grado di parentela è lei?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
La persona in questione ha 18 anni e mezzo. Io sono la madre.
Alla nascita ha avuto un danno ipossico e attualmente risulta un QI di 75 oltre a problemi di psicomotricita' fine .
A causa di problemi di ansia panico e ossessioni e' trattato con i farmaci suddetti da dicembre 2013...( in precedenza questi sintomi non si erano palesati con tanta intensita' ).
nonostante li assuma regolarmente benefici su ansia e pensieri ossessvi molto pochi, mentre noto l avanzare di comportamenti inadeguati all eta' anagrafica ( sciocchi e ripetitivi ) e l incapacita' di valutare adeguatamante la realta'. Inoltre da quando assume Fevarin 125 mg totale giornaliero, l ansia sembra aumentata .
Vorrei altresi cortesemente sapere se esistono psichiatri appositamente formati per curare pz con disabilita' intellettiva .Grazie mille.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 40.8k 992 63
Probabilmente la diagnosi andrebbe rivista in quanto in esattezza diagnostica i risultati dovrebbero essere evidenti.

Inoltre, non dovrebbero avere gli effetti cognitivi che descrive.

Non vi è una formazione specifica per pazienti con problematiche cognitive, si può avere più o meno esperienza sul campo.
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie per la Sua gentile risposta