Utente 331XXX
Salve e buon lavoro a tutti i medici.
Sono in terapia per crisi d' ansia con Anafranil e Depakin Chrono da un anno e mezzo e in accordo con lo psichiatra stiamo regredendo la terapia. Attualmente prendo 10 mg Anafranil e 1/2 depakin chrono da 500.
Premesso che per lo stesso disturbo ero stato in terapia di 3 anni circa sempre con gli stessi farmaci poi ripresa un anno e mezzo fa con il dosaggio dell' Anafranil da 37.5mg, volevo sapere quanto ci metterebbe il mio organismo una volta smessa l 'assunzione per essere completamente "disintossicato" da questi farmaci.
P.s: Potrei chiedere se l' assunzione di caffe' puo' alimentare l' insorgenza di crisi di panico ?
I pareri avuti ad oggi sono stati discordanti. Personalmente se prendo caffe' mi sento molto agitato.
Saluti e buon lavoro

[#1]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Occorre precisare che i farmaci, a dosaggi terapeutici, non "intossicano". Ad ogni modo, una volta dismessi completamente, dopo 2-3 settimane non resta traccia nel sangue. Se la caffeina la fa sentire agitato sarebbe il caso di ridurne l'assunzione. Essendo uno stimolante può predisporre ad una maggiore facilità per l'insorgenza di crisi d'ansia.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 331XXX

Gentile dottor Martiadis,
torno a scrivere a distanza di qualche mese. In accordo con lo psichiatra ho dismesso la cura (10 mg Anafranil e 1/2 Depakin chrono).
Sono 9 giorni che ho dismesso tale cura.
Devo dire che ho dei sintomi molto fastidiosi. Ansia respirazione affannosa, stordimento sensibilita' al freddo fuori misura, apprensione apparentemente ingiustificata e un fischio alle orecchie che spesso cambia in base a come sposto lo sguardo.
Detto cio' ovviamente sentiro' il mio psichiatra ma nel frattempo volevo chiedere se possono essere effetti temporanei della sospensione dei suddetti farmaci e dunque "tenere duro"?! Se si' in linea di massima quanto durano?

[#3]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
É possibile che si tratti di disagi legati alla sospensione. In questo caso dovrebbero diminuire per poi scomparire nell'arco di alcune settimane.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#4] dopo  
Utente 331XXX

La ringrazio di cuore per l' immediata risposta.
Spero davvero si tratti di cio'.
L' ultimo step della terapia ' stato anafranil 10 e 1/2 depakin chrono, tolti in contemporanea. Spero sia una soluzione adeguata(purtroppo nell' ultimo periodo ho perso un po' di fiducia nel mio psichiatra francamente).
Seppur e' ovvio che non chiedo diagnosi a distanza, le sembra una soluzione ragionevole?

[#5]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Alle volte può essere preferibile sospendere prima un farmaco e poi un altro, ma adesso arrovellarsi su queste domande non ha una grande utilità. La sospensione é stata effettuata e occorre attendere il tempo necessario affinché i fastidi scompaiano. Ci aggiorni, se vorrà.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#6] dopo  
Utente 331XXX

Gentilissimo....Saluti

[#7] dopo  
Utente 331XXX

Buonasera dottor Martiadis ed a chi legge.
In accordo col mio psichiatra abbiamo ripreso mezzo Depakin chrono da 500 che dovremmo scalare il mese prossimo.
Ho sofferto molto lasciando la terapia seppur minima. Attualmente mi resta un senso di "confusione" a tratti. A folate. qualche secondo di particolare confusione in testa (giusto per intenderci, come se stessimo cambiando le stazioni radio).
Spero davvero la fine di questo calvario e l 'ultimo sintomo.
Grazie se vorra' rispondere!

[#8]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere una soluzione valida per limitare i disagi correlati alla sospensione.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#9] dopo  
Utente 331XXX

Grazie per la risposta ma da stamattina la situazione e' precipitata. Sento voci all interno della testa oltre ad ansia estrema.
Non so cosa fare ... ho paura che sia una brutta malattia.
grazie se vorra spendere una parola per me.

[#10]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Piuttosto che "brutte" malattie é più probabile che ci si trovi di fronte a disturbi correlati ai recenti cambiamenti terapeutici. Contatti il suo specialista al più presto per valutare i provvedimenti da intraprendere.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#11] dopo  
Utente 331XXX

Grazie della risposta.
Purtroppo i sintomi sono tanti e pensare all irreparabile e' troppo semplice.
Il mio psi mi ha detto di continuare cosi ed aggiungere triptizol da 25 se avessi continuato a stare cosi' "in tensione".
Non so se sia il caso di attendere dunque pero' riprendere un nuovo farmaco mi spaventa francamente dato che credevo di aver finito. Credo sia comprensibile. Sentire turbine di voci in testa puo' essere la spia di malattie piu' gravi?
Grazie dello straordinario lavoro.

[#12] dopo  
Utente 331XXX

Gentili medici,
torno a scrivere per un consiglio,
attualmente in terapia con mezzo depakin chrono(vorremmo scalarla tra un mese), nonostante io sia autonomo nelle mie attivita', ho alcuni momenti nella giornata in cui mi sento estraneo , come se il corpo e la mente si anestetizzassero per alcuni istanti. Una sensazione di un turbine di voci misto a dissociazione(non so neanche spiegare per bene). Detto cio' una grave forma di ossessione e' quella che eventi traumatici piu' l ' assunzione per anni di farmaci, mi abbiano scombussolato le sinapsi e le trasmissioni cellulari al cervello.
Per quanto io possa capire cosa mi risponderete,volevo un consiglio su come togliermi questo dubbio in maniera definitiva.
Per me è importante! Vorrei togliere l ultimo step del farmaco e riprendere la mia "naturalezza".(col massimo rispetto per la vostra materia che consigliero' a chiunque abbia bisogno).
Saluti