Utente 798XXX
Salve,
sempre più frequentemente mi capita di sognare situazioni (a volte ansiogene) nelle quali io inizio a camminare o correre e avverto una pesante sensazione di stanchezza. Il sogno va avanti abbastanza monotonamente, io cammino(fuggendo da qualcosa o andando verso qualcosa) fino allo sfinimento e poi mi risveglio.

La sensazione è quella di avere le gambe pesanti e di non poter respirare bene, ma si tratta di una sensazione che io non riscontro oggettivamente.

Ho pensato che questi sogni potrebbero dipendere da difficoltà respiratorie nel sonno(mio padre ne soffre di apnee notturne).
Ho il naso leggermente inclinato verso destra, durante la giornata non soffro di sonnolenza o stanchezza derivante da una possibile mancanza di sonno, non ho problemi di salute particolari, fumo 8/9 sigarette al giorno.

Volevo chiedervi qualche suggerimento per cercare di capire la questione.

Mi scuso se la sezione non è quella giusta, ma non so se si tratta un problema fisico o psicologioco.

Grazie a chi leggerà.

[#1]  
Dr. Raffaele Garinella

20% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2014
Gentile utente, il sogno è una costante delle nostre notti.
In alcuni casi, dopo un sogno, capita di sentirsi stanchi o spossati.
Questa situazione potrebbe dipendere dal significato inconscio del sogno. Grazie all'azione del Super-Io, ovvero della censura che giudica atti e desideri dell'uomo, che nasconde all'Io , ovvero alla parte cosciente della personalità, i pensieri dell'Es, ovvero dell'inconscio, riusciamo a vedere le immagini oniriche per quello che rappresentano.
Quando riposiamo avviene la trasformazione dei pensieri in immagini.
Da esse, trae origine il sogno.
In alcuni casi il lavoro del Super-Io potrebbe essere molto faticoso al punto tale da risentirne a livello fisico con la stanchezza e spossatezza al risveglio.
Le consiglio inoltre, vista l'ereditarietà, di effettuare dei controlli al fine di escludere patologie respiratorie.
Spero di esserle stato utile.
Cordiali saluti.
Dr. Raffaele Garinella

[#2] dopo  
Utente 798XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta che mi è molto utile perchè finora cercando di informarmi il massimo che trovavo in rete erano i numeri da giocare al lotto.

Cercherò di approfondire la questione.
Un'ultima domanda, ma questi episodi sono fisilogici o sono comunque un campanello d'allarme?

Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Raffaele Garinella

20% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2014
Gentile utente, lo stress psicofisico gioca un ruolo fondamentale.
La qualità del sonno può peggiorare in condizioni di stress psicofisico.
È importante agire sui fattori di stress in modo tale da determinarne una riduzione.
A beneficiarne saranno mente, corpo e qualità del sonno.
Al momento, non mi sembra di evidenziare campanelli d'allarme.
Le consiglio, come fatto in precedenza, di non sottovalutare la patologia respiratoria, poichè esiste una correlazione ereditaria.
Ha scritto che suo padre soffre di apnee notturne; per tale ragione è bene monitorare la patologia respiratoria.
Cordiali saluti.
Dr. Raffaele Garinella