x

x

Depressione-Consulto situazione

Buongiorno,

sono Michele un ragazzo di 21 anni e volevo chiedervi un chiarimento in merito alla mia situazione.
Sono sempre stato un ragazzo solare, con mille progetti in testa, entusiasta della mia carriera universitaria e del rapporto sia familiare che con la mia ragazza, ma da 3 mesi a questa parte non mi sento più io.
Tutto è iniziato ad agosto di quest'anno con un episodio di forte ansia, apparentemente immotivata in quantop ero appena tornato da altre due vacanze bellissime, che è sopraggiunto la sera prima di partire per un piacevolissimo viaggio negli USA con i miei genitori e fidanzata. Mi trovavo fuori da casa sua e sono stato assalito da questo fortissimo senso di ansia che nel giro di un minuto mi è passato. Durante la vacanza non ho avuto nessun tipo di problema però, passati appena due giorni dal rientro, ho avuto una notte molto movimentata, in cui ho avvertito delle sensazioni strane (come se mi passassero miliardi di pensieri in testa non correlati tra di loro). Nei giorni successivi mi sono recato con i miei genitori sul Lago di Garda e sin dal primo mattino sono stato di nuovo assalito da questo senso di ansia che mi dava degli strani tremori soprattutto negli arti. Rientrato di nuovo da questa vacanza l'ansia è sparita lasciando però largo ad uno stato d'animo di tristezza e apatia che mi accompagna anche oggi, causandomi anche problemi di insonnia durante la notte.

Nella mia famiglia c'è un caso di depressione, mio zio, che è in cura da una vita ma senza grossi risultati. Le mie domande sono è possibile che la depressioni arrivi così da un giorno all'altro quando tutto nella vita va bene? Il caso in famiglia può essere determinante nell'insorgere della patologia?


Vi ringrazio per il consulto,
Cordiali Saluti
Michele
[#1]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Problemi di ansia e depressione possono insorgere anche senza apparenti motivazioni esterne.mil caso familiare non é determinante ma può testimoniare un aumento del rischio, nei parenti di primo grado, di sviluppare nel corso della vita problemi relativi all'umore. Se l'attuale condizione causa una sostanziale diminuzione delle comuni attività quotidiane e un notevole peggioramento della qualità di vita, può essere opportuno parlarne con uno specialista per una valutazione diretta.
Cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Vassilis,

la ringrazio per la tempestiva risposta è che conoscendo la storia di questo mio familiare sono ossesionato dal fatto che possa essere il mio stesso destino.

Alla luce della sintomatologia secondo lei (per poter riuscire a tornare a quello che ero 3 mesi fa) quali potrebero essere le soluzioni più efficaci?


Cordiali saluti.
Michele.
[#3]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7,1k 159 114
Se la situazione non crea particolare disagio potrebbe essere sufficiente mantenere le abitudini di vita precedenti e attendere qualche settimana. Se nonostante ciò dovessero persistere i disturbi, incluso i disturbi del sonno, allora può essere opportuna la visita specialistica. Per il momento, se l'insonnia costituisce un disagio può chiedere al suo medico di base di farsi prescrivere qualche preparato a base di melatonina o fitoterapici.
Cordiali saluti

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio