Utente cancellato
Buonasera

sono circa 12 anni che soffro di depressioni ricorrenti più o meno gravi accompagnate sempre da fenomenologia ansiosa più o meno forte e (soprattutto in passato) da DAP e pensieri ricorrenti.
Gli episodi depressivi sono quasi sempre causati o comunque riconducibili ad avvenimenti esterni (di solito cambiamenti oppure preoccupazioni lavorative e soprattutto affettive) e spesso noto anche un nesso stagionale.
Sono stato in cura nel corso degli anni con paroxetina, escitalopram (per molti anni in maniera ricorrente e nell'ultimo caso per circa due anni) e in ultimo con sertralina per poco tempo che non sono riuscito a tollerare a causa degli effetti collaterali.
Tutti questi farmaci hanno avuto effett i importanti sulla sfera sessuale, del sonno e dell'appetito (in senso peggiorativo e poco tollerabile).
Il nuovo psichiatra a cui mi sono rivolto mi ha prescritto Lamotrigina in monoterapia non dando alcun "nome" alla diagnosi (non ha detto che ho il disturbo bipolare).
In passato non ricordo episodi ipomaniacali ma soltanto periodi più o meno lunghi di buon umore (spesso indotto da antidepressivo) in cui avevo molta voglia di fare progetti ed una grande creatività (ma nulla di maniacale).
Mi capita sempre di avere idee, rimurginazioni e preoccupazioni molto veloci, sia quando sto bene che quando sto male, il che mi provoca un grande fastidio perchè non riesco a concentrarmi su nulla.
Ma l'aspetto continuo è l'ansia e la depressione che spesso nascono da eventi scatenanti e peggiorano sempre di più ormai da troppi anni.
Nei limiti del consulto online volevo avere un parere sull'utilizzo della lamotrigina in monoterapia in casi come il mio e se può avere una qualche efficacia anche sui disturbi d'ansia correlati alla depressione.
Inoltre vorrei chiedervi quanto tempo impiega per agire. Al momento sono a 50 mg ma dovrò aumentare.
Purtroppo non ho ancora alcun giovamento e sono preoccupato.

Grazie

[#1]  
Dr. Raffaele Garinella

20% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2014
Gentile utente, la lamotrigina è risultata efficace nel trattamento di mantenimento del Disturbo Bipolare tipo I caratterizzato da episodi maniacali, depressivi o misti, che trovano alternanza con periodi di benessere.
In letteratura esistono inoltre dei dati che riportano dei benefici del farmaco nel trattamento della mania acuta e della depressione bipolare.
Nei pazienti con Disturbo Bipolare I la lamotrigina è efficace nel prolungare l'intervallo di tempo che intercorre tra un episodio depressivo ed il successivo ; meno efficace risulta invece nel ritardare la comparsa di episodi maniacali o misti.
Prolungando l'intervallo di tempo che intercorre tra un episodio depressivo ed il successivo, dovrebbe attenuarsi la sintomatologia ansiosa.
Cordiali saluti.
Dr. Raffaele Garinella

[#2]  
Dr. Michele Patat

28% attività
8% attualità
12% socialità
MONZA (MB)
MERATE (LC)
COLICO (LC)
CESANO MADERNO (MB)
CAPIAGO INTIMIANO (CO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
lamictal viene usato come stabilizzatore dell'umore, mentre non ha indicazione come antidepressivo o ansiolitico.
E' possibile che abbia effetti sull'ansia a causa di un'azione sedativa.
I farmaci di prima scelta per questo tipo di disturbo sono però sempre gli SSRI (paroxetina, escitalopram, sertralina). Se non si dimostrano efficaci è prassi sostituirli con altri farmaci con azione sia sulla serottonina sia su altri neuritrasmettitori, che però dal suo racconto non sembra aver mai assunto.
Le consiglierei di chiedere un chiarimento al suo curante rispetto alle scelte terapeutiche, che derivano sempre da una diagnosi specifica.
Cordiali saluti,
Dr. Michele Patat
https://www.medicitalia.it/michelepatat

[#3] dopo  
327182

dal 2014
Grazie innanzitutto delle vostre risposte.
Ma quindi non avrebbe alcuna indicazione per depressioni ricorrenti in assenza di episodi maniacali ma solo intervalli di benessere? (parlo ovviamente in linea generale, letteratura ed esperienza clinica)
Il curante aveva solo parlato di depressione agitata ma non ha scritto diagnosi ne parlato di disturbo bipolare.
Francamente ultimamente mi capita di cambiare umore e stato fisico anche nel giro di qualche ora o al massimo giorni e di dormire malissimo. Ciò non è positivo perchè sinceramente ne sta risentendo anche il mio fisico e non so più come trovare un minimo sollievo alla mia sofferenza.
Mi ha lasciato perplesso che un solo farmaco possa fare tutto questo.

Grazie ancora

[#4]  
Dr. Raffaele Garinella

20% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2014
Gentile utente, la depressione agitata è caratterizzata da agitazione psicomotoria, irritabilità, irrequietezza motoria.
Il paziente manifesta tensione, muove gli arti , ed appare spesso incapace di mantenere la posizione da seduto, durante un colloquio.
Spesso possono essere presenti stati d'animo come la rabbia.
Da non confondere con la depressione ansiosa; gli antidepressivi che comportano una risoluzione della sintomatologia della depressione ansiosa, peggiorano il quadro della depressione agitata. La depressione agitata in realtà fa parte dei disturbi bipolari. È uno stato di eccitamento, nonostante l'umore sia ridotto.
Gli stabilizzanti dell'umore al pari di alcuni antipsicotici possono risultare efficaci nel trattamento; gli antidepressivi o meglio i soli antidepressivi, adoperati in una fase in cui la patologia tende a confondersi con il quadro della depressione ansiosa, potrebbero peggiorare il quadro clinico aumentando impulsività, irritabilità ed aggressività.
Ecco perchè è importante la corretta diagnosi.
Da una corretta diagnosi, è possibile determinare la corretta terapia farmacologica.
Spero di esserle stato d'aiuto.
Cordiali saluti.
Dr. Raffaele Garinella