x

x

Buongiorno

Buongiorno,sono una ragazza sarda e scrivo dalla Germania per il mio ragazzo tedesco malato di adhd mitipisch,qua non ne cavano piede,prende il ritalin e lo fa ancora piu´depressivo con attacchi di panico e ansia,cosa consigliate voi esperti.grazie
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
[#2]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
o scusi ho scritto in tedesco,e tutte due le forme,ossia agitato e tranquillo a fasi alterne...
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
L'ipotesi da considerare, essendo in generale il ritalin un farmaco indicato per l'adhd (in un adulto però presumo), è sostanzialmente la possibilità di un errore diagnostico tra adhd dell'adulto e disturbo di tipo bipolare (un tipo di disturbo dell'umore).
Sia chiaro, non conoscendo il caso è un'ipotesi, ma nell'adhd gli stimolanti migliorano il quadro, nel disturbo bipolare possono peggiorarlo. In entrambi i casi vi sono comportamenti impulsivi e freneticità, quindi è possibile un errore diagnostico.
In ogni caso se è stato visto da uno psichiatra la cosa dovrebbe essere state considerata ed esclusa, altrimenti gli consigli un secondo parere.

[#4]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Ha visto tanti specialisti e tante cliniche specializzate,dicono che ha subito un trauma e qualsiasi medicina prenda non puo´aiutarlo se prima non fa qualcosa per questo trauma,ma mi sembra impossibile se uno sta male ha mal di testa e prende un aspirina deve funzionare o sbaglio??sia chiaro il ritalin lo aiuta nella concentrazione ,ma lo rende depressivo e per questo gli e´stato detto che lo deve assumere in concomitanza con un antidepressivo,ma non riescono a trovare una combinazione adatta.ha preso il venlafaxina per tanto tempo,con scarsi risultati e molti problemi,la notte per dormire prende tavor e l´unica cosa che non gli da problemi,ma da dipendenza e allora??ha allergie sulla cute,intolleranza al lattosio,e quando prende il venlafaxina 9mg "assurdo", gli si ingrossano le pupille e gli hanno detto che e´un eccesso di serotonina...,la sua non e´una normale depressione,il fatto e che se non e´curata l´adhd da piccoli poi subentra depressione e ansia,ora vuole provare mirtazapin la notte;CHE DIRE UNA VITA D´INFERNO
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Mi suona tutto molto strano, nel senso che a fronte di tanti discorsi su traumi etc esiste un solo disturbo riconosciuto come causato da un trauma, e non è l'adhd.
Dai cenni farmacologici che mi fa appunto temo che ci sia qualcosa di incompleto nella diagnosi, l'adhd curato con il ritalin non si complica con la depressione.
Venlafaxina 9 mg non esiste (il minimo è da 37.5 mg, e una dose del genere ammesso che spezzetti in 4 la compressa non ha senso).
Un eccesso di serotonina ?
Il linguaggio -può darsi che sia una maniera di semplificare il discorso- mi sembra alquanto confusionario e poco tecnico (non mi riferisco a Lei, intendo se è il linguaggio che usano i medici che lo seguono).
Confermo il dubbio iniziale. Cerchi di avere un secondo parere, magari dal prof. Andreas Erfurth che visita in Germania credo a Muenster, lo conosco e si intende di disturbi dell'umore.
erfurth@uni-muenster.de

Saluti
[#6]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Si ha ragione,anche il disturbo bipolare gli e´stato diagnosticato,ma non e´stata fatta nessuna terapia a parte il litio che non ha avuto successo,grazie di cuore e´stato veramente gentile, ora mi rivolgero´al professore di cui sopra mi ha citato il nome.Grazie e buona sera
[#7]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Volevo dire mi scusi di nuovo a proposito della venlafaxina,si ha spezzetato la compressa in quattro parti e con 9mg ha avuto dolori muscolari, pupille ingrossate,irritabilita´sino alla sera che prende tavor e allora si stabilizza di nuovo.
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
No una terapia non può funzionare con questo sommarsi di elementi con segno algebrico opposto, prendo l'antidepressivo ma mi agita quindi prendo il tranquillante e mi calmo. Non può poi funzionare così. E poi non capisco il ruolo di questa dose infima di venlafaxina (non è che un pò di antidepressivo rende un pò meno depressi, non è una ricetta di cucina).
Appunto, un disturbo bipolare sotto stimolanti può peggiorare, il litio non è l'unica terapia, e l'uso di antidepressivi senza stabilizzanti, specie quando c'è un adhd insieme (o residuo dall'infanzia) sarebbe da minimizzare. Dare in mano farmaci di abuso come il tavor a chi ha l'adhd mi sembra poi un'operazione poco cauta.
I soggetti con questi quadri finiscono per autogestirsi (o indurre i medici a farlo) una miscela fatta di stimolazione e sedazione peggiorando di fatto le loro prestazioni e non riuscendo a sollevare l'umore se non in brevi fasi euforiche che spesso fanno più danno che altro. Nel disturbo bipolare la depressione non si contrasta inducendo euforia, che invece induce depressione (compri l'euforia, in regalo anche una depressione seguente).
Chiedete un secondo parere.
[#9]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Buona sera,ho parlato con lo pschiatra del mio ragazzo e ha scartato l´ipotesi di un disturbo bipolare,non ha mai avuto una crisi maniacale in vita sua,io non capisco perche´gli anti depressivi non funzionano,se prende la dose minima indicata sta tutto il giorno nel divano a dormire ,e non solo il primo periodo, ha preso venlafaxina per un anno e niente solo stanchezza, problemi alla prostata,nessun miglioramento,lui dice che non gli interessa niente ,non ha voglia di fare niente.Lui si sente come in un cerchio da cui non trova via di uscita,il suo cervello e´un pensare in continuazione...mi aiuti a capire.Grazie
[#10]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Non è possibile dire di più, ma "avere avuto una crisi maniacale" riguarda una delle sottoforme di disturbo bipolare, quello più grave in termini di intensità dei sintomi (tipo I, o psicosi maniaco-depressiva). Le fasi di eccitamento "minori" spesso non sono riconosciute come tali, poiché non così eclatanti, cosicché il primo approccio che diverse persone di questo tipo incontrano è il trattamento della depressione come centro del loro problema.
Naturalmente mi riferisco a ciò che accade in generale. Nel caso specifico io chiederei un secondo parere, ma ovviamente è la persona interessata che dovrebbe farlo. Se gli effetti sono quelli che dice, mi sembra curioso che il paziente sia soddisfatto dei risultati (tutto il giorno sul divano a dormire non necessariamente è "colpa" del farmaco, anche la depressione può fare così, ma comunque significherebbe che la cura non funziona; un antidepressivo preso per un anno nonostante non vi siano stati risultati non ha molto senso). Senza la conoscenza diretta del caso di più non si può dire a mio parere.
[#11]
dopo
Attivo dal 2008 al 2008
Ex utente
Grazie di nuovo...

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto