Utente 349XXX
Salve,
Vorrei chiedervi alcune cose.
Io ho assunto lo Xyprexa per un anno, sono ingrassata di 12 kili, da due mesi l'ho interrotto ma ancora non ho perso minimamente peso. Mi ha causato un danno irreversibile nel metabolismo? E' importante per una giovane ragazza essere in forma. Ora assumo il Gabapentin per un problema di dolori fisici (motivo per cui anche lo zyprexa mi era stato dato..) . Il problema e' chw ho difficolta' del sonno, puo' essere legato alla sospensione di zyprexa(olanzapina) seppur dopo 2 mesi o e' dovuto a quest'altro farmaco? Inoltre ho notato che seppure assumo gabapentin da poco (2 settimane) se non lo prendo non dormo proprio. Da' dunque molta dipendenza?
Spero di sentirvi presto,
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Lo Zyprexa, forse più di altri, ma comunque tutti gli psicofarmaci aumentano la fame, ma non fanno ingrassare.
Sono le persone che, per fame, aumentano le calorie assunte e che, per la patologia, smettono di praticare attività fisica.
La somma dell'aumento delle calorie e della riduzione dell'attività fisica fanno ingrassare.
Sospendere il farmaco non fa dimagrire.
Ridurre le calorie ed aumentare l'attività fisica, facendosi seguire da un nutrizionista, solo questo le farà recuperare il peso desiderato.

Non mi è chiara la sequenza Dolore fisico-zyprexa-sospensione-insonnia-gabapentin.


Lo Zyprexa non viene dato per dolore fisico e non ha alcun effetto sul dolore fisico, al massimo sulle "somatizzazioni", che sono dolori riferiti al corpo di origine psicogena.

L'insonnia è un sintomo di origine psicogena.

Le do allora delle spiegazioni generiche, che non so quanto si applichino al suo caso specifico.

I farmaci che curano l'insonnia o le somatizzazioni non "guariscono" ma riducono o sopprimono il sintomo, solo per il tempo dell'assunzione regolare del farmaco.

E' molto sbagliato modificare di test propria la terapia. Questo fa ricomparire il sintomo, che non viene guarito in alcun modo, ma solo soppresso dal farmaco.

Dopo anni di assunzione della terapia, o mesi, a seconda della causa, ed ho premesso che non mi è chiaro il suo caso, è possibile che la cosiddetta neuroplasticità abbia in qualche modo ridotto o risolto i problemi da sola, ma in molti casi, i 2/3 in generale, l'assunzione dei farmaci è a vita, come per il diabete o l'ipertensione, perché il corpo, e in questo caso il cervello, non ha le capacità di ripararsi più da solo.
Dr. Manlio Converti

[#2]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non ha specificato il dosaggio di zyprexa che ha assunto, che, comunque, sembra prescritto senza indicazione chiara.

Comunque, durante l'assunzione del farmaco è possibile che si sviluppino alcune condizioni metaboliche che devono essere preventivamente contrastate e valutate periodicamente.

La dieta e l'esercizio fisico sono le principali regole da seguire.
Contemporaneamente, vanno valutati alcuni parametri che possano identificare eventualmente una sindrome metabolica.

C'è da considerare che lei risulta essere attualmente nel suo peso forma e probabilmente precedentemente era sottopeso.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#3] dopo  
Utente 349XXX

Salve, vi ringrazio per le risposte.
Assumevo 2,5 di Zypr.
Premetto che non mi è stato prescritto per una malattia mentale vera e prorpia, ed essendo un farmaco molto pesante secondo me viene abusato.
Semmai ho dei problemi psicologici, e certo non penso di dover assumere farmaci per sempre!
Ho avuto una dipendenza, durata un breve periodo, che però mi sto portando dietro con una terapia sostitutiva molto difficoltosa nel mio caso. I dolori fisici dipendono da questo, infatti è stata la psichiatra del Sert ad insistere perché prendessi lo zyprexa dicendo che agiva sugli stessi recettori e che quindi mi avrebbe aiutato coi dolori. Ovviamente non è successo, quindi mi avrebbe voluto aumentare la dose di zyprexa, cosa a cui mi sono fermamente opposta.
Se avessi saputo anticipatamente tutto ciò non lo avrei mai preso. Il peso è un vero problema per me, tra l'altro non capisco perché dovrei fare il doppio sforzo nella dieta rispetto ad uno che non prende il farmaco. Comunque, avendo interrotto, la fame è molto diminuita, per cui mi aspettavo anche una diminuzione del peso. Invece nulla. E' vero che prima ero leggermente forse sottopeso, ma ora sono sovrappeso!! Ed è insopportabile per me , e credo che il desiderio di tornare magra sia comprensibile.
Il gabapentin dà lo stesso effetto sulla fame?
Grazie ancora

[#4]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Come ha già chiarito il mio collega... e come può leggere da sola nella sua scheda riassunta in alto...lei è NORMOPESO...
Se la forma del suo corpo, che non possiamo vedere presenta un eccesso di massa grassa ed una carenza di massa magra, la risposta non è in alcun caso la dieta, ma, come già detto, l'attività fisica.
Spetta al medico del SERT valutare l'uso dei farmaci più adatti allo scopo di farle sospendere tutte le sostanze d'abuso definitivamente, incluso eventualmente metadone e benzodiazepine, che sono ovviamente sostanze d'abuso, nel suo caso.
Come già detto tutti gli psicofarmaci (gli altri da lei citati non sono sostanze d'abuso) possono causare aumento della fame, tutti meno dello Zyprexa.
Valuti con il medico del SERT questi aspetti.
Dr. Manlio Converti

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non condivido questo utilizzo delle prescrizioni ed anche che si contratti sui dosaggi con il paziente.

L'indicazione all'uso di Olanzapina deve essere presente al momento della prescrizione.
Il dosaggio di 2,5 mg è comunque al di sotto di qualsiasi dose terpaeutica per qualsiasi disturbo immaginabile.

Il problema dell'aumento di peso è un suo problema relativo ad alcune possibili evidenze di un disturbo del comportamento alimentare non ancora inquadrato e valutato, per il quale si evidenzia la preoccupazione per il peso corporeo che precedentemente era probabilmente al di sotto dei limiti della normalità.

Attualmente la sua scheda riporta una valore di peso nella norma, come già indicato altre volte.

Se il problema consiste in una dipendenza è opportuno farsi seguire dal SERT, se, invece, il problema principale ha della caratteristiche relative a disturbi psichiatrici (che non vuol dire avere una malattia psichiatrica) è più utile far valutare la situazione da uno psichiatra che abbia dimestichezza con tali disturbi sia per la diagnosi che per il trattamento.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 349XXX

la scheda l'ho fatta un bel po' di tempo fa, ora purtroppo ho raggiunto quasi 65 chili. Non so se è ancora normopeso. Vorrei pesarne almeno 10 di meno.
Diciamo il mio problema principale, almeno da due anni ad ora, è che non riesco a scalare il metadone.. non riesco per nulla, neanche pochissimo. Per questo mi hanno dato altri farmaci. E appena scalo sento molto dolori, e con i medici del set non siamo riusciti a trovare una soluzione.
Dottor Ruggiero, non ho capito cosa intende con l'indicazione deve essere presente ecc..
Io avevo la prescrizione della dottoressa, non ho ordinato nulla senza. Lei avrebbe voluto un dosaggio più alto, ma io ho rifiutato per questi motivi e perché mi dava troppa sonnolenza (dormivo quasi sempre!), più del metadone, molto di più. Penso che con un dosaggio alto non avrei più combinato nulla, studiato ecc..
Vi ringrazio ancora per le vostre gentili risposte, (provvederò a cambiare il peso tra i miei dati)

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Lo zyprexa è un farmaco antipsicotico. Si utilizza per le psicosi o per disturbi similari e la prescrizione deve seguire questa indicazione.
Intendevo dire questo.
Non è vero che con dosaggi più alti sarebbe stata peggio, se il farmaco aveva indicazione alla prescrizione poteva avere dei miglioramenti.


Se ha cambiato il peso il suo BMI risulta ancora normopeso, sebbene lei si senta appesantita.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#8]  
Dr. Manlio Converti

48% attività
16% attualità
20% socialità
MUGNANO DI NAPOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2011
Credo che il suo forte disagio debba essere accolto dagli psicologi del SERT e non da un medico online...
Affidi a loro tutte queste contraddizioni e non solo al dosaggio del farmaco o al peso, parlando di tutto, anche di questo, con gli psicologi dal vivo.
Dr. Manlio Converti

[#9] dopo  
Utente 349XXX

ok , Vi ringrazio molto entrambi, siete stati molto esaustivi :). Buona Domenica.