Bulimia e sospetto abuso infantile

Salve a tutti, ho 24 anni e sono una studentessa al terzo anno di psicologia.
Da 2 anni, dopo aver perso la verginità con una persona che dopo mi ha lasciata, ho iniziato a diminuire drasticamente le mie quantità di cibo, passando dai 58kg ai 49 in circa un mese, e cadendo poi nel circolo vizioso delle abbuffate, digiuni, sport,lassativi e così via. Adesso ho ripreso a mangiare normalmente, stando attenta alle calorie ed evitando i cibi grassi. Ma Dimagrire ormai è la cosa che più mi appaga e più mi opprime, una vera ossessione, che poi sfocia in momenti in cui mi sento nervosa o triste o particolarmente euforica,e finisco per abbuffarmi di qualsiasi cosa mi capiti sott'occhio, come se non fossi più io. Così, in seguito, sentendomi in colpa,prendo lassativi e corro per tutta la settimana ogni mattino alle 6. Sono fidanzata con un ragazzo da quasi un anno, la mia prima storia seria e duratura. Litighiamo spesso, e non nascondo che a me litigare piace, anche se mi fa tanto soffrire la paura che lui possa lasciarmi, anche quando credevo che non fosse la persona giusta per me o quando mi sentivo attratta da un collega che sembrava capirmi. Tuttavia ho provato a lasciarlo ma mi era sembrato di morire, di annullarmi e il cuore mi faceva male. Adesso però le cose vanno meglio, lui crede di amarmi ma io evito di affrontare il discorso. In precedenza ho avuto vari flirt, ma niente che meriti essere ricordato, a parte due persone che forse ho davvero amato, non saprei. Il rapporto è stato con entrambi molto complicato, pieno di liti accese e riavvicinamenti, ma poi le cose non sono comunque durate, forse anche per la mia paura di legarmi. I miei genitori si sono separati quando ero molto piccola, e a dirla tutta si sono sposati solo perchè mia madre era rimasta incinta di me. Questo mi ha sempre fatta sentire in colpa, ma del resto loro hanno sempre detto serenamente che se non ci fossi stata le cose sarebbero andate in maniera diversa. Mio padre viene a casa nostra ogni giorno da quando ero piccola, mangia qui perché non sa cucinare, e questo mi ha sempre creato fastidio. Ho fastidio quando mi bacia, quando mi sfiora, non ho mai capito perchè.. eppure ricordo che da piccola ero io ad andare da lui e farmi coccolare. Anche con le persone sono così, da alcune mi lascio abbracciare, da altre no, anche se le conosco allo stesso modo. A volte faccio pensieri strani, di cui provo una forte vergogna. È come se esistesse una me sadica e masochista, che ha bisogno di umiliare, tradire, ed essere anche umiliata e tradita per sentirsi appagata e viva. Sono pensieri come desiderare l'attenzione di uomini sposati, padri dei miei amici, e mi chiedo come possa anche solo fantasticare su cose del genere. Come se non fossi io. E mi viene in mente quando da piccola scrivevo sul mio diario tutti i miei stati d'animo, ma a distanza di qualche tempo strappavo le pagine senza neppure rileggerle, perchè rifiutavo di aver pensato determinate cose o di essere stata così depressa.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Si è rivolta ad uno specialista in psichiatria?

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
No, non ne conosco nessuno. Crede che ne abbia bisogno?
Comunque ho dimenticato di scrivere che nell'adolescenza ho avuto atti di eutolesionismo e una volta ho preso un flacone di gocce credendo fossero sonniferi. Un'altra volta ho provatoa comprare lo xanax in farmacia. Non volevo più vivere, e a volte non voglio più vivere nemmeno adesso.. anche se non molto spesso mi è chiaro il perché.
Cosa ne pensa? Me lo dica sinceramente. ..
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Si sarebbe il caso di sentire il parere di uno specialista al più presto.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta. Vedrò di rivolgermi ad uno psichiatra non appena finirò la sessione autunnale d'esami. Potrei fargli leggere questo post, perchè purtroppo non credo di essere capace di parlare di parti importanti della mia vita, soprattutto in situazioni meno stressanti.
Buona domenica Dottore!
DCA: Disturbi del Comportamento Alimentare

I disturbi alimentari (DCA), come anoressia, bulimia e binge eating, sono patologie legate a un comportamento disfunzionale verso il cibo. Sintomi, cause, cura.

Leggi tutto