Utente 414XXX
Buongiorno dottori,
non è per me che chiedo un parere medico ma per mia madre. Ha 58 anni e da circa 16 anni soffre di schizofrenia. Non le è mai stata diagnosticata lo abbiamo intuito noi negli anni. La cosa che mi turba però è che la sua schizofrenia è un po' "strana". Per farla breve, quando io ero piccola si è dovuta occupare DA SOLA, notte e giorno di mia nonna malata di cancro facendole da infermiera. Mia madre non è una persona forte e forse non era in grado di gestire da sola la situazione. Fatto sta che dopo solo una settimana/ dieci giorni dalla morte di mia nonna ha iniziato a manifestare tutti i sintomi della malattia mentale, in maniera così feroce e acuta da sembrare malata di schizofrenia da almeno vent'anni! All'epoca, mia mamma aveva circa 43 anni e prima di allora non aveva manifestato NESSUN SINTOMO, era una persona normalissima! Dopo qualche mese le diagnosticarono un lieve ingrossamento della tiroide ma non volle curarsi. Le mie domande sono le seguenti: E' possibile che si sia ammalata a causa di questo lieve ingrossamento? E' possibile che sia ammalata in maniera così violenta così all'improvviso? Ci si può ammalare di schizofrenia a 43 anni? Dal momento che presto cambieremo casa, è possibile che guarisca spontaneamente così come si è ammalata? E infine, esiste un tipo di schizofrenia atipica?
Ringrazio in anticipo per la risposta.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Che terapia assume la sua mamma? Viene seguita da uno psichiatra?
Un grave lutto non scatena la schizofrenia, a meno che non ci fossero sintomi in precedenza, però può favorire una grave depressione dell'umore con aspetti psicotici, o altri disturbi sulla base di una patologia caratteriale, curabili con farmaci o con psicoterapia. I disturbi della tiroide, se provocano alterazioni ormonali, valutabili col dosaggio degli ormoni nel sangue, possono dare sintomi psichici anche gravi, curabilissimi.
Franca Scapellato

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Gentile dottoressa,
grazie per avermi risposto e avermi chiarito molti dubbi...no, mia madre non ha mai fatto terapia e non ha mai preso medicinali perché crede di star bene, come ho letto qualunque altro malato mentale. Ah, un altra cosa che non le ho detto prima; anche mio zio e mia zia (quest'ultima sofferente solo di depressione post-divorzio) hanno sofferto di psicosi ma loro grazie ad un terapia farmacologica ne sono usciti. Lei pensa che mia mamma sia ancora "salvabile"? Cioè potrebbe ritornare come era prima? No, glielo chiedo perché tra breve sia io che la mia mamma faremo delle analisi e forse se in lei trovassero qualcosa che non va forse si convince a prendere delle medicine... Un altra domanda ho letto che la schizofrenia si può curare con la niacina, è vero? Come posso convincere mia mamma a curarsi?
Cordiali saluti

[#3]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Alcuni malati mentali negano la malattia, ma non sono tanti come si crede. Se in famiglia ci sono stati casi di patologie mentali curate con successo è una buona cosa. Lei continua a parlare di schizofrenia, che è una malattia con sintomi ben precisi (e non si cura con la niacina), e non è sinonimo di psicosi, ci sono tanti tipi di disturbi mentali con perdita di contatto con la realtà, e bisogna anche escludere cause organiche.
Forse nella sua famiglia c'è una grande tolleranza (o paura?) per i disturbi mentali, se la sua mamma non è stata aiutata quando lei era bambina.
Ne parli col suo medico, sarebbe importante fare un controllo della funzionalità tiroidea oltre agli esami standard.
A volte se una persona è riluttante a fare una visita psichiatrica può essere utile accompagnarla, senza farla sentire sotto esame o sotto accusa, per esempio dicendo "abbiamo un problema di comunicazione, andiamo a farci aiutare" o "sono preoccupata, puoi venire con me?". Non conoscendo la situazione non posso essere specifica. Soprattutto non abbia fretta, sono passati tanti anni, qualche mese non farà nessuna differenza
Franca Scapellato

[#4] dopo  
Utente 414XXX

Ok, grazie dottoressa e speriamo in bene.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Ci tenga informati, se crede.
Saluti
Franca Scapellato