Utente 418XXX
Gent.mi medici, avevo scritto qualche tempo fa per chiedere pareri sulla mia cura per l'insonnia. Ho iniziato a luglio tramite un centro di terapia del sonno prendendo Sonirem prima di coricarmi e 1 pasticca di Citalopram la mattina. Non avendo avuto risultati e dormendo 3 ore a notte (quando va bene) sono tornato a farmi visitare. Il dottore mi ha detto che la cura va bene e di continuare. Nell' ultima settimana però le mie notti sono peggiorate ed oltre a non dormire ho un forte senso di irriquetezza e agitazione. Vorrei un vostro parere perché non so più cosa fare. Ringraziandovi in anticipo aspetto una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La diagnosi quale è ? E perché dopo un mese c'è ancora un sonnifero assunto regolarmente come il sonirem, che è adatto per l'assunzione occasionale o periodica, mentre nel tempo può anche indurre un'insonnia cronica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 418XXX

Gentilissimo Dr. Pacini, intanto grazie della risposta. La diagnosi è insonnia da stato ansioso. Nella prima visita mi era stato detto di usare il Sonirem per un mese e poi gradualmente sospenderlo.....e cosi ho fatto.....solo che non riuscivo più ad addormentarmi. Alla seconda visita lho' fatto presente e mi è stato detto di continuarlo un altro mese. Mi sono scordato di dire che il citalopram è una pasticca da 20mg da continuare per almeno 10 mesi. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Il trattamento è corretto per i suoi disturbi.

L'unica nota è che "almeno 10 mesi" non è un periodo corretto di trattamento in quanto le terapie andrebbero mantenute per tempi più lunghi e, comunque, in genere non è possibile fare programmi a termine in questo modo.

Con l'avanzare degli effetti terapeutici del citalopram l'insonnia dovrebbe migliorare.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La scelta della terapia con il citalopram è corretta, la dose non è piena, ed è possibile che il sonno torni a posto per ultimo.
L'uso a lungo termine del sonnifero invece andrebbe rivisto da subito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 418XXX

Grazie 1000 per le risposte. Farò sapere in seguito se ho risolto. Ancora tante grazie per la disponibilità.