Insonnia centrale/terminale da cinque giorni e sonnolenza grave dopo cena

Buongiorno a tutti. Sono un diciannovenne che, da circa cinque giorni, soffre di una insonnia che lo sta portando sul baratro.

Mi spiego; lunedì, avendo un esame (facoltativo, quindi non ero nemmeno in uno stato ansioso), ho deciso di dormire qualche ora prima del solito per riuscire a svegliarmi in un orario decente. Detto fatto; mi addormento verso l'una (comunque un orario più che accettabile per quello che ero) e mi sveglio alle sei. Fino a qui, nulla di male; la sera stessa mi addormento alle ventuno e mi sveglio alle quattro meno dieci circa. Anche qui, essendomi comunque addormentato molto molto presto e avendo dormito sette ore circa, non mi sono per nulla preoccupato. Ed è dal giorno dopo che si è scatenato l'inferno; dopo cena mi viene sonno, non importa se mi sveglio alle otto o alle undici. Mi viene sonno. Anche se cerco di resistere è inutile, ho sonno. Se mi addormento, dopo 3-4 ore in genere mi sveglio; a volte riesco a riaddormentarmi, e non faccio più di 2-3-4 ore. Questa notte alle 23 credo di essermi addormentato; mi sono comunque risvegliato dopo massimo un'oretta e mi sono risvegliato. Mi sono riaddormentato verso l'una e mezza, mi sono risvegliato alle due e mezza, mi sono riaddormentato e ho dormito fino alle 6.50 circa. Inutile cercare di riprendere sonno. Non è una cosa normale. Prima per necessità dormivo dalle 4 alle 11.30/12 senza problemi, facevo otto ore filate e beate. Adesso la sera ho solamente sonno, dopo cena. E non so come impedire di farmi venire sonno, perché sarebbe già un passo avanti in quanto resisto massimo un'ora e mezza, ma poi il desiderio del letto ha la meglio. Sinceramente non so più cosa fare, al risveglio non mi fa male la testa, la sento al massimo mezza intontita, ma probabilmente sono sensazioni mie. Non ho mai avuto problemi di insonnia prima d'ora.

Mi sveglio bene, la mattina, sono perfettamente lucido e non segnalo dolori. La sera, ribadisco che ho sonno più o meno dopo cena. Cosa mai avvenuta.

Potrei avere qualcosa di grave al cervello, come un tumore che sta avanzando? Visto che ho anche dei problemi intestinali legati alla corretta defecazione.
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Gentile utente,

Non si capisce esattamente quale sia il problema. Prima dormiva dalle 4 di notte fino a fine mattinata, ora invece il ritmo si è spostato indietro, quindi si addormenta presto e si sveglia a metà notte o fa un sonno spezzato da risvegli momentanei, perché poi riprende sonno e dorme per una durata totale normale.
La mattina non è stordito.
Se ha cambiato ritmo sonno-veglia per il cambiamento delle esigenze sue, e se si sveglia presto la mattina, avrà sonno presto la sera.

Dalla storia dei suoi consulti si intuisce una tendenza alla preoccupazione per le sue funzioni o vari tipi di sintomi.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, innanzitutto la ringrazio per la celere replica.

Il problema è che dacché ne ho memoria, non ho MAI avuto il cosiddetto "abbiocco" (cioè una improvvisa sonnolenza) immediatamente dopo cena. Al più dopo pranzo, ma dopo cena proprio mai. E la cosa mi sta preoccupando, proprio perché prima d'ora non era mai avvenuta.

Inoltre, se è vero che dormo 6-7 ore piene, sono sempre stato abituato a dormire per 8 ore consecutive. O comunque 5 consecutive e mezz'ora circa dopo pranzo me ne facevo altre 2, ma avveniva piuttosto raramente in quanto mi ha sempre infastidito mangiare dopo i pasti. E continua a farlo. Tra poco, per necessità sarò costretto a fare l'una - le due di mattina (in quanto vado a scuola e lavoro), ma dopo le ventuno questo abbiocco non mi permetterà di fare nulla.

La ringrazio in anticipo.
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Gentile utente,

Non è detto che in presenza di impegni che le impongono un certo orario non riesca ad adattarsi, né che non si possano cambiare ritmi di sonno con il cambiare delle condizioni ambientali.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Quindi, in poche parole, la cosa migliore da fare è attendere?

La ringrazio infinitamente. Le farò sapere, se Le farà piacere
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Gentile utente,

Questo lo decida Lei, forse però l'aspetto più anomalo che si intuisce dal consulto è quello di tipo ansioso.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, buongiorno. Le scrivo per comunicarle la scomparsa della sonnolenza post-cena, ma della permanenza dell'insonnia centrale.

Non so, nonostante la mattina sia lucido e non stanco ho l'impressione di non aver dormito. Mi sono alzato dal letto alle 11.30, ho cominciato a dormire alle 3 dopo aver finito il progetto a cui stavo lavorando; ciò nonostante sono sicuro che mi sono svegliato almeno due volte e che ho passato un po' di tempo a girarmi per dormire, dopo il secondo risveglio. Dunque la preoccupazione c'è ancora in quanto non vorrei che l'insonnia sia causata da qualcosa di più grave.
[#7]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 35,3k 861 226
Gentile utente,

Infatti la preoccupazione è l'elemento che spicca in questo suo consulto. L'impressione di non aver dormito, togliendo la lucidità e la stanchezza, non lascia che la preoccupazione. Idem per l'attenzione che riserva al fatto di essersi o meno svegliato, essersi girato prima di dormire, un'attenzione preoccupata e gratuita.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio