x

x

Linguaggio incerto e parole mancanti

Gentili dottori, sono un ragazzo di 25 anni. Peraltro studente di medicina.
Da qualche tempo riscontro un problema nelle mie capacità verbali. Generalmente sono un soggetto dotato di un linguaggio rapido, sofisticato e tendenzialmente preciso. Capita non di rado, però, che la mia loquacità venga sostituita da un linguaggio incerto, fatto di parole approssimate e interruzioni causate da vuoti di memoria. Le parole che intendo utilizzare sono chiare in me, ma non riesco ad esprimerle. Come se non riuscissi a trovarle nel mio vocabolario personale. Così, quando riesco, cerco di sostituirle con altre inesatte. Questo fenomeno si verifica a fasi alterne. Per quattro giorni di seguito, giorno più, giorno meno, presento il blocco; terminati questi quattro giorni, riacquisisco il mio linguaggio fluido e sicuro. I miei pensieri viaggiano rapidi come le parole. E di questa dote, insolita nei mie coetanei, vado molto orgoglioso. Nei giorni in cui sono "invalido", percepisco una forte sensazione di pesantezza mentale, inquietudine, insicurezza e mancanza di energia. L'indomani, improvvisamente, tutto scompare. Torno ad essere attivo, fulmineo e con una straordinaria voglia di agire, parlare e fare qualunque cosa. Oltre alle parole, anche la grammatica viene compromessa. Per esempio, al posto di dire "Ho parlato con Andrea, con cui uscirò questa sera", dico "Ho parlato con Andrea, per cui uscirò questa sera". E ancora una volta, cerco di correggermi. Spero di avervi dato sufficienti informazioni per potermi dare suggerimenti. Ho pensato diverse volte di soffrire di depressione nei giorni in cui il mio linguaggio è alterato, come se le due cose coincidessero, ma non mi spiego come possa verificarsi una depressione a fasi alterne, e poi improvvisamente scomparire. Ma soprattutto: può una forma depressiva impedire la corretta espressione verbale di un individuo?
Resto in attesa di un Vostro cortese riscontro.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,8k 873 56
Sebbene abbia una giovane età vanno considerate anche le cause organiche di questo tipo di fenomeni per cui è preferibile che parli con il suo medico di famiglia che dovrà indirizzarla verso diversi specialisti per capire se vi possano essere altre cause prima di giungere alla diagnosi di depressione.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per avermi risposto. Non riesco però a capacitarmi di come possa alterarsi la mente in fasi alterne, senza che ci sia una evidente ragione.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,8k 873 56
Appunto ne parli con il suo medico
[#4]
dopo
Utente
Utente
Sono stato dal mio medico di famiglia. Dopo avergli descritto il mio problema (esattamente come fatto sopra), mi ha prescritto un farmaco chiamato Paroxetina. La diagnosi è stata "depressione". Lui sostiene che questi stati di inquietudine e dimenticanza delle parole siano tipici delle prime fasi della depressione.

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio