Utente 343XXX
In seguito a visita psichiatrica mi è stato prescritto 2 anni fa il Felison 15mg che ho assunto tutte le sera. Inoltre ho fatto un ciclo di sertralina 50mg per circa un anno (da marzo 15 a marzo 16) che ho ripreso a fare a gennaio 2017.
I miei sintomi sono sensazione di testa vuota, confusa, come se fossi ubriaco (il felison non mi ha risolto questo problema ma mi ha consentito di svegliarmi riposato, cosa che prima non avveniva).
Per i due psichiatri che mi hanno visto presso il cps soffro di ansia (che comunque io non avverto, ma secondo i medici sono ansioso appunto), e diagnosi di sindrome da somatizzazione (per questo la sertralina)

Ora mi ha detto di togliere il Felison; me lo ha sostituito con il zolpidem (Sonirem ) 12gocce a scalare (una goccia in meno ogni 3-4 giorni).

Come ho cambiato il farmaco ho subito notato un peggioramento del sonno: mi addormento subito ma mi sveglio presto (a volte alle 4 a volte alle 5) e non mi riaddormento più. Dopo soli 4 giorni sono uno straccio: giramenti di testa, sonnolenza diurna, poca attenzione, riflessi appannati, oltre che molte extrasistole (la notte soprattutto).

Forse non sarebbe meglio (se possibile) portare dal famacista due scatole di felison e farmi fare compresse via via più piccole (14-13-12 mg.....)?
Quanto ci vuole per abituarmi alla sospensione del Felison dopo due anni? (domanda alla quale forse non si può rispondere perchè molto soggettiva).
Avete qualche consiglio in merito?
Grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La sostituzione è stata fatta perché non ci sono compresse più piccole. Al limite si possono frantumare. Quindi come sostituzione può andar bene, e nella riduzione potrà anche dormire peggio, questo è un fenomeno astinenziale.
Di solito il felison si riduce prima, quando uno fa la cura con sertralina e sta bene. Tenerlo per due anni non ha avuto senso, non funziona più come sonnifero già dopo alcun settimane.
Ora comuqnue è corretto che sia sospeso con questo tipo di espediente di sostituirlo con quacosa che sia dosabile a scalare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 343XXX

Le rispondo.
Io sto assumendo la sertralina 50mg (e mi sentivo bene).
Ma alla sospensione del felison ho iniziato a stare male e sto male. Da due giorni lo psichiatra mi ha fatto incrementare il sonirem a 25gocce ma stanotte alle 2.30 ero già sveglio e non ho più ripreso sonno. In più altri effetti collaterali: dolore alla cervicale, mal di testa, extrasistole, sensazione di tromore muscolare, debolezza ,oggi al lavoro mi chiedono se vado "al rallentatore" perchè mi vedono camminare piano poichè mi sento impacciato.
Se sapevo che era così non avrei mai iniziato a prenderlo.
Ma mi chiedo: lo psichiatra sapeva che prendevo il felison da 2 anni, il mio medico pure, il neurologo che mi segue per altro idem...non potevano fermarmi prima?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è un grosso problema. La sospensione genera sintomi di astinenza. L'astinenza passa. Se mai, visto che la cura con sertralina è sottodosata, si può utilizzare quella per favorire il disimpegno dal felison/altro sonnifero sostitutivo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 343XXX

Allora ho risentito lo psichiatra. Secondo lui i miei disturbi non sono problemi di astinenza ma di mancanza di sonno per cui mi ha detto di riprendere il Felison 15mg e poi al controllo in programma a fine mese provare nuovamente a sospenderlo in altro modo.
Ho solo paura di tornare al punto zero e di dover rivivere di nuovo questa tremenda settimana.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Perché, l'astinenza non si esprime con l'insonnia, trattandosi di un sonnifero... ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 343XXX

Ho letto un po' in giro e onestamente mi trovo tutti i sintomi di astinenza riportati su alcuni siti web di psichiatri:<br />
-mal di testa<br />
-spasmi e tremori muscolari<br />
-tensione al collo,alla bocca che sale fino alla testa<br />
-palpitazioni (molte extrasistole)<br />
-debolezza muscolare (sento le gambe stanche)<br />
-nervosismo <br />
-e ovviamente insonnia

[#7]  
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo

24% attività
16% attualità
12% socialità
BORGOMANERO (NO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Concordo con il Collega Dr. Pacini, ritengo che i sintomi che accusa siano ascrivibili ad una astinenza da BDZ.
Si riferisca comunque al Suo medico di riferimento per la valutazione della terapia.
Dr. Carlo Ignazio Cattaneo

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Se scala un sonnifero è scontato che abbia un po' di astinenza, poi il fatto che trovi difficile sopportarla dipende invece di solito dalla presenza di un disturbo d'ansia o d'umore che non è ben in equilibrio, altrimenti con lo scalaggio lento l'entità dei sintomi d'astinenza, che uno si aspetta di avere, sarebbe relativa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it