x

x

Amnesia

Salve Gentili Dottori,

Vi espongo il mio problema riguardante mio padre, 80anni, che da una settimana circa ha problemi di memoria post dormita...
Vale a dire che all'improvviso da pochi giorni, appena svegliatosi da una normale dormita(che sia notturna o pomeridiana) dimentica tutto ciò che ha fatto fino all'atto dell'addormentarsi... Ricorda tutto degli eventi remoti, ricorda nome, età, riconosce noi tutti e i personaggi tv per esempio... Ma non ricorda una discussione fatta prima di dormire o se suo fratello gli ha fatto visita la sera prima...
Mio padre ha subito in passato 2 eventi ischemici che hanno compromesso l'uso di braccio e gamba sx... Tuttavia secondo la RM attuale, non vi sono segni di nuovi danni al cervello... Cioè sono sovrapponibili le indagini radiologiche... Il neurologo ha ipotizzato che sia dovuto al precedente danno cerebrale, anche perchè a detta di lui, il danno cerebrale non sempre si estende in larghezza, ma anche in profondità COME UN ICEBERG, e quindi difficilmente documentabile da indagini radiologiche... Oppure a pseudo crisi epilettiche che si manifestano in modo non comune... Faccio presente che dal secondo ictus(circa 7 anni fa), mio padre ha avuto sporadici episodi epilettici, nell'ordine di una 10ina, e che da allora prende una compressa di GARDENALE 100...
Non ha mai avuto problemi con questo farmaco...
Ora quello che volevo chiuedere a voi è: non è che magari è un problema psichiatrico e non neurologico?
Grazie per l'eventuale risposta!
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Gentile utente,

Ma lui si rende conto di avere delle lacune, o nega il problema ? Ha dei "buchi" di memoria p afferma di aver fatto cose che invece non risultano ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Buona sera Dr. Pacini,

Lui non si rende conto, ma neanche nega il problema.
Capisce dalle nostre continue domande che qualcosa non va.
Non ha mai riferito di cose che non ha fatto...
Come spiegavo sopra, il problema è che una volta sveglio lui non ricorda nulla di quello "che" ha fatto...
Per esempio fra le tante cose stamane gli faccio personalmente la barba. Verso le 14 di oggi è andato a riposarsi come al suo solito, svegliatosi mezz'oretta fa gli dico papà adesso ti debbo fare la barba, ma lui mi dice ok, dimenticandosi che sia stata fatta stamattina e dimenticando che adesso e pomeriggio... Capita adesso che scambia la mattina con il pomeriggio e mi chieda la colazione il pom e il pranzo la mattina...Per il resto è lucidissimo a parte una leggera sonnolenza in più rispetto ad una settimana fa...
Ribadisco che non prende alcun farmaco nuovo da 7 anni ad oggi... L'unico farmaco a destare sospetto potrebbe essere il gardenale , ma ripeto lo assume da 7 anni nella stessa posologia senza alcun problema.
[#3]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Ieri sera rientrando a casa lo trovo davanti alla tv a vedere un film con Alvaro Vitali ridendo divertito, raccontandomi le mille peripezie per filo e per segno. Bene! Stamattina mi dice in questa tv non fanno mai niente, ed io rispondo ci vorrebero sempre film divertenti come quello di ieri sera... Ma lui non ricordava niente di niente, e ppure mi aveva spiegato le parti precenti a prima che io arrivassi perfettamente... Boh?
[#4]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Gentile utente,

Gli stati di sofferenza vascolare cronica sono in genere visibili anche in assenza di eventi acuti. Ci sono fattori come la pressione, la glicemia che potrebbero influenzare lo stato cerebrale ? Il gardenale può essere riconsiderato comunque, se esistono antiepilettici alternativi per il suo tipo di epilessia.
[#5]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Ho l'apparecchietto per la glicemia, la pressione ed il saturimetro. Misuriamo tutto almeno 3 volte al giorno ed è tutto normale... Le analisi a detta anche del medico sono normali, a parte una leggera anemia 11.5, ma che ha da parecchi anni ... La sideremia è nei limiti minimi, ma sempre così lui l'ha avuta... Da premettere che è sempre stato vegetariano e che per soddisfare il fabbisogno nutrizionale gli do degli integratori di ferro e vitamine sporadicamente... Parlerò al neurologo per quanto riguarda il gardenale se magari non sarebbe opportuno cambiarlo...
Avrei preferito un ricovero, ma i medici mi dicono che non sussiste motivo alla luce dei risultati...
Io comunque la ringrazio per l'interessamento.
Le auguro buona domenica.
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Beve alcolici, magari proprio in orario serale ?
[#7]
dopo
Attivo dal 2017 al 2017
Ex utente
Mio padre è sempre stato astemio, e non fuma da almeno 20 anni...I 2 Ictus a quanto pare sono stati provocati da arteriosclerosi... I valori di colesterolo cmq sono sempre stati ok...
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Gentile utente,

Il neurologo quindi se ho capito non ha ritenuto si debba fare qualcosa di particolare, e che il danno ischemico in corso (per cui presumo ci sia comunque la terapia preventiva) può essere responsabile di questi fenomeni.