x

x

gentile Dr. Pacini

Salve Egr. Dr. Pacini,
mi scusi, io sto assumendo 10 mg al giorno di vortioxetina e purtroppo anche se si dice che questa molecola non causa abbassamento libido ecc. , sarà che io sono particolarmente sensibile ai cambiamenti serotonergici o altro ma a me purtroppo anche il brintellix causa effetti sessuali indesiderati.

Ora, siccome in questo sito ho letto di un utente che ha scritto che in accordo col suo psichiatra ha iniziato ad assumere 150 mg di sertralina a giorni alterni e dice che la strategia è stata molto efficace per combattere il fastidiosissimo ritardo dell'orgasmo provocato dagli SSRI.

Volevo chiederle: se chiedessi anch'io al mio psiachitra (e sotto il suo controllo/assenso) di provare ad assumere la vortioxetina a giorni alterni (o magari ogni tre giorni, dato l'emivita di oltre il doppio della sertralina) ....... potrebbe essere che questa "strategia" mi dia decisi benefici sul calo della libido - ritardo orgasmico e calo sensibilità piacere?

Oppure.............. i benefici sulla sessualità ci potrebbero certamente essere ma a questo punto, sicuramente (o probabilmente) l'efficacia terapeutica della molecola andrebbe a farsi benedire?

Nota: ho ancora "solo" 38 anni e non posso continuare ad avere questi problemi sessuali che mi causano queste molecole altrimenti va a finire che io non curi più la mia depressione con tutte le nefaste conseguenze che .................

La ringrazio anticipatamente per la risposta e le porgo cordiali saluti.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Non può chiedere lei al suo psichiatra come deve essere fatta una prescrizione che tra l'altro non ha alcun riscontro scientifico specifico.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Infatti l'intenzione non è di chiedere allo specialista come deve essere fatta ma se è possibile (ribadisco: con il suo assenso/controllo) provare!!!
Perchè, mi scusi, ciò non ha nessun riscontro scientifico ma, la stessa scienza può escludere che quasi sicuramente non andrà bene???

E poi, abbia pazienza ma, se io leggo di un utente che ha avuto notevoli benefici assumendo il farmaco a giorni alterni (aveva già provato ad assumere 75 mg al giorno invece di 150 mg a giorni alterni ma senza benefici) e avendo io più o meno gli stessi problemi, dovrei far finta di nulla e stare solo muto e zitto continuando a subire gli effetti collaterali sessuali?

Chiedo venia ma lei si rendo conto di cosa voglia dire a nemmeno 40 anni vivere con questi problemi e pensare anche di portarseli dietro per tanto tempo ancora anche perchè la mia cura sarà mooolto lunga e lo specialista mi ha solo detto che purtroppo bisogna solo sperare che con il tempo questi effetti si vadano riducendo !!!