Utente 469XXX
Innanzitutto grazie per l'attenzione prestata.
Sono una giovane ragazza di 24 anni, alle spalle ho certamente una vita familiare ricca di avvenimenti, qualcuno anche traumatico a causa di un abbandono materno nei primi anni di vita. Un padre assente per la costante gelosia di mia madre. Non ritengo sia un problema, ma potrebbe esserlo per esperti come voi: vivo attrazioni mentali, certamente anche fisiche, per uomini adulti, dai 40 anni in poi. Non sono scelte di adesso, ma già all'età di 17 anni le vivevo come tali. Cosa mi coinvolge? Sento la persona, sento la storia, la sensibilità e la maturità culturale ed umana. Mi attrae l'utilizzo del linguaggio, il modo in cui affronta dei ragionamenti o anche il farmi sentire o comunque percepire come la sua donna. Sono autonoma, affronto in maniera indipendente eventuali problematiche, accade, certo, che vi sia condivisione ma nella mia piena lucidità. Per rari ragazzi ho provato curiosità, svanita dopo aver assaporato della banalità o elementi che ho considerato di una certa rilevanza, tali da allontanarmi dall'idea di mettermi alla prova. Brevi relazioni con i ragazzi della mia età: precisamente due. Mentre due storie importanti con due persone grandi: l'attuale dura da 2 anni. Ecco, l'imprinting della mia vita, lo so, potrebbe condizionare un vostro parere... Ma ho ritenuto fosse importante, quanto il fatto di ritenermi fortunata ad essere cresciuta forse troppo presto e con un senso di responsabilità molto più ampio della mia età. Ecco, a me in un uomo non importa l'età, credo sia possibile dedurlo. Ma voi, cosa ne pensate di queste dinamiche?

[#1] dopo  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
È quasi la regola che una ragazza con genitori "assenti" "anaffettivi"...inconsciamente nel partner cerchi una figura rassicurante protettiva pacata...insomma paterna...la sua attrazione e attenzione e interesse non sono "sbagliati " ...
Crescendo maturando imparando a credere di più in sé stessa un giorno forse potrà trovare l'amore in un coetaneo maturo...che non debba contenere in sé anche la caratteristica della figura paterna...
Per intanto impari ad amarsi di più e a credere di più in sé stessa.
La saluto
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta