Utente 501XXX
Sono al 5o anno di liceo, mai studiato per più di mezz ora alla volta, spesso mi svegliavo alle 3-4 del mattino per studiare (con interruzioni) e sto ancora temporeggiando sulla tesina che devo presentare tra 2 giorni e ho studiato poco e niente per l'esame finale.



Di risultati sono riuscito ad ottenerne più che mediocri ma anche utilizzando una buona dose di trucchi e sotterfugi ma l'università mi spaventa e non so se potrei farcela francamente.



Poi francamente tra gli effetti collaterali più diffusi ci sono calo dell'appetito e la perdita di peso che, senza scherzarci troppo sopra ,mi sarebbero utili visto che dovrei perdere più di 40 kg per rientrare nel mio peso-forma..



Leggendo online potrei aggiungere ai sintomi la difficoltà a ricordare nomi (non sono nello studio ma anche IRL, sono molto conosciuto per dimenticare spesso anche i nomi dei miei compagni di classe e professori)



Il mio passare da una attività all'altra senza finirla, tipo non guardarsi spesso il finale di una serie tv o abbandonare spesso un videogioco a metà o ritornando allo studio...(incluso scrivere questo post)



Il che mi fa notare che queste cose non erano presenti quanto ero più piccolo ma si sono presentato negli ultimi 3-4 anni





EDIT: Avevo consultato molti siti sopratutto inglese e non mi ero reso conto che l'Adderall non fosse in commercio in italia, la domanda comunque rimane la stessa ma cambia da uno specifico farmaco a "cura famacolgica" visto che ci sono altre alternative disponibili nella cura dell'ADHD (che vorrei sapere se quello che mi colpisce è classificato come tale oppure no)

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Ma appunto, si è mai fatto visitare per capire a che cosa corrisponde questo problema ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 501XXX

No, ho pensato di inviare questa richiesta che più che alto si traduce in "Pensate che questi sintomi siano abbastanza gravi da rivolgermi ad uno specialista ?"

[#3] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Primariamente rivolgersi ad uno specialista per una valutazione di sintomi o presunti tali è opportuna.


La descrizione via web può avere delle caratteristiche di enfasi o meno che invece sarebbero diversamente rilevabili con una visita diretta.


La prescrizione di un farmaco o di qualsiasi altro trattamento è indicazione appropriata solo dopo valutazione diretta.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#4] dopo  
Utente 501XXX

La ringrazio del suo parere, probabilmente è quello che farò.