Utente 493XXX
Buonasera,
Dal 2006 circa ho un disturbo d'ansia trattato con vari antidepressivi e Xanax. Attualmente sto prendendo il Parmodalin 30 mg. Vi scrivo perchè ho problemi nell'apprendimento, nella memorizzazione, difficoltà nel ricordare i volti e associarli ai nomi corretti. nella vita quotidiana avverto queste difficoltà sia nello studio(devo leggere e ripetere le cose più volte e le apprendo con fatica) e nel lavoro(sono un insegnante dimentico i nomi dei bambini e confondo i visi dei bambini con conseguenze drammatiche. Questi disturbi sono lentamente progressivi, da 2 anni circa. Due settimane fa ho fatto una valutazione neuropsicologica da una neurologa e i risultatati sono questi:
deficit di memoria a lungo termine verbale e visuospaziale di natura ippocampale. Le restanti funzioni cognitive sono risultate nella norma.
Mi ha quindi prescritto Delecit 600mg in flaconcini da prendere per 3 mesi. C'è la possibilità che questo farmaco possa aiutarmi? Come funziona questo farmaco?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Se la sua età corrisponde a quella della scheda è un poco presto per avere questo tipo di disturbi e la causa principale andrebbe considerata nell’uso di benzodiazepine che possono essere responsabili di questi fenomeni, nonché nella permanenza dei disturbi d’ansia di cui soffre.

Pertanto, oltre al trattamento con la colina andrebbe rivalutata la condizione psichiatrica per un trattamento con minore impatto sulla memoria.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Come le ha già detto il collega, è utile una valutazione psichiatrica della situazione. La memoria è direttamente collegata con gli aspetti emotivi, chi è ansioso e depresso non riesce a ricordare, perché una serie di pensieri e giudizi interferiscono con il processo mnemonico. Se la condizione di depressione ansiosa dura da anni sarebbe il caso di affrontarla sia sul piano farmacologico che psicoterapeutico, per apprendere a gestirla in modo efficace.
Franca Scapellato

[#3] dopo  
Utente 493XXX

Secondo voi diminuendo gradualmente lo Xanax e poi eliminandolo del tutto, c'è la possibilità di ripristinare una buona capacità di apprendimento? Oppure ormai si sono creati danni irreversibili?

[#4] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Il problema è l'ansia, che compromette apprendimento e memorizzazione, l'eventuale effetto dello xanax è secondario a questa. La riduzione dello xanax è una decisione da assumere con lo psichiatra che la visita direttamente e che le potrà consigliare una terapia efficace, farmacologica e/o psicologica.
Franca Scapellato