Utente 477XXX
Buongiorno, potreste dirmi cosa significa affettività coartata? Io ho letto che vuol dire una riduzione grave dell'esternazione dei sentimenti, e che si tratta di un disturbo dell'affettività, o di un sintomi di vari disturbi di personalità, o di schizofrenia, e altre patologie psicotiche. Durante un concorso sono stata eliminata con la dicitura" soggetto con affettività coartata a rilevanza clinica" c'era scritto solo questo" mi hanno sottoposto a vari test: minnesota ecc. Io però ho mentito alla maggior parte delle domande, perché possedevo delle risposte, e mi discostavo molto dalla media che veniva segnata come equilibrata. Non so come sia possibile, ma è uscito un profilo timido ansioso, pur avendo copiato le risposte. Mi sono rivolta al cps per delle verifiche, e mi hanno detto che aprimo acchito sembro avere questa affettività coartata, ma che in realtà parlandomi non persiste tale condizione. Pure per l'ansia hanno valutato che non è così accentuata. Ho fatto il primo colloquio con la psicoterapeuta, e mi ha detto che ho problemi di diffidenza con il prossimo, che non hanno a che fare con la paranoia( le ho chiesto se per diffidenza intendeva dire che ero paranoide) Mi dice che avrei bisogno di una terapia con cadenza tri settimanale per la durata di moltissimi anni( non ha voluto dirmi il tempo esatto) ma allo stesso tempo mi ha detto di lasciar perdere, e di non fare nessuna terapia perché non avrei tempo. Al secondo colloquio mi ha proprio cacciata via, indicandomi la porta, e facendomi tanti auguri per il mio percorso. Ovviamente non mi ha voluto dire che razza di problema avrei. Mi ha solo detto che sono viziata, diffidente, e che mi comporto male, e non capisco le motivazioni dei miei famigliari. E niente, mi ha mollata così. Io volevo chiarire questa questione dell'affettività coartata, perché pensavano che io mi isolassi, e non avessi amici, mentre io ho tante amicizie, e sono fidanzata. Forse dipende dal fatto che mi imbarazzo facilmente quando si parla di certi argomenti? Io tendo a ridacchiare se si parla di sentimenti, perché mi imbarazza molto; lo stesso abbracciare. Però ho tanti amici e fidanzato. Ho avuto due fidanzati, e dei rapporti non completi con altri due ragazzi. Personalmente volevo capire che problemi avevo, se c'erano, e non comprendo tutto questo mistero, e perché sono stata liquidata così. Mi ha detto che tanto con gli studi vado bene: sto finendo medicina, e che verrò seguita in specializzazione, e quindi ho il tempo di apprendere anche come comportarmi. Io ho avuto un disturbo del linguaggio da piccola, e mi ha detto che ha eziologia psicologica, dovuta ai litigi e separazione dei miei. Io non saprei veramente...Io ho un po' di problemi relazionali davvero, e anche abbastanza gravi: mi imbarazzo facilmente. Diciamo che sono molto lunatica, e con la testa tra le nuvole: sbadata, e un po' superficiale. La psicologa mi ha detto che è per come sono stata sono viziata. Devo lasciar perdere e far finta di niente?

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
È stata esclusa dal concorso perché ha imbrogliato e vuole sapere perché?

Ognuno ha delle proprie caratteristiche lei vuole per forza trovare una patologia o le basta questo?


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Ok, quindi dice che mi hanno messo una diagnosi solo perché dal test si è evidenziata alta manipolazione? Ma però ha senso valutare un test non valido?Lo psichiatra mi ha trattata bruscamente, perché diceva che il profilo uscito dai test non corrispondeva con il colloquio, e di dargli spiegazioni. Io mi sono un po' ritratta per la ramanzina, e mi sono anche un po' agitata. Ho irritaro anche la psicoterapeuta che mi ha visitato al cps, perché mi ha detto che le facevo perdere tempo. Ok ho capito, comunque.