Utente 502XXX
Salve, sono un parente di un ragazzo che presenta un comportamento di cui vorrei avere un parere. Il ragazzo, che compie 18 anni fra qualche mese, presenta un comportamento che reputo “strano” in base alla sua età. Cerco di argomentare meglio il concetto:
Il ragazzo è parzialmente chiuso verso l’esterno, nel senso che non mostra interesse a nessun tipo di interazione sociale con i coetanei. Parzialmente nel senso che se indotto saluta i compagni di classe oppure vi scambia qualche parola, ma nulla più di questo.
Questa sua chiusura verso l’esterno porta il ragazzo ad avere difficoltà nello svolgere mansioni che richiedono anche la più piccola interazione sociale. Volendo fare un esempio si rifiuta categoricamente di andare in un supermercato o in una bottega a comperare qualcosa.
Se con i compagni presenta un comportamento di distacco ciò non avviene con i parenti più stretti, con i quali ha un rapporto di maggiore confidenza, tra cui il sottoscritto. È proprio con questi ultimi che il ragazzo mostra questo comportamento anormale. In questi casi infatti risulta essere verbalmente aggressivo, con una tendenza a stuzzicare e provocare. Risulta essere inoltre completamente disinibito a livello verbale, soprattutto per quanto riguarda argomenti d’intimità, dove non si pone alcun problema a spingersi oltre il limite del buon senso, creando evidenti situazioni di imbarazzo di cui sembra non rendersi conto.
Un ulteriore aspetto che vorrei sottoporre alla vostra attenzione riguarda lo sviluppo del ragazzo:
è alto circa 148 cm. La madre ed il padre sono alti rispettivamente 158 cm e 170 cm circa. Per il resto lo sviluppo del ragazzo sembra essere nella norma.
Consapevole dei limiti e delle finalità di un consulto telematico, vorrei capire se i comportamenti del ragazzo potrebbero derivare da un ritardo mentale oppure possano essere attribuibili a qualche patologia ormonale, visto questo particolare dell’altezza.

Vi ringrazio in anticipo e mi scuso nel caso in cui abbia inserito la richiesta nella sezione sbagliata.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Lei è nella facoltà di richiedere informazioni per terzi e per quale motivo chiede questa cosa?


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Salve Dottore, la ringrazio per la risposta.
Ovviamente sono stato legittimato a chiedere questo consulto. Il motivo è dato dal fatto che, trattandosi di un caso ambiguo, si ritiene che avere il parere di un professionista possa essere utile al fine di avere un quadro più chiaro della situazione, in modo da non essere troppo precipitosi riguardo la questione.

Saluti

[#3] dopo  
Utente 502XXX

Buongiorno Dottore, attendo ancora una sua gentile risposta.

Cordialmente