x

x

Tossicodipendenza

Signori medici vi scrivo perché ormai la mia situazione è gravissima...ho 24 anni e faccio uso di marijuana da 8 anni... Ho sviluppato una dipendenza senza precedenti e sono circa 4 anni che cerco di liberarmene senza nessun risultato... Sono solo, depresso da morire, con zero motivazione, mi lamento continuamente e non riesco a portare a termine nessun obiettivo... Ad esempio stavo frequentando un corso per entrare a far parte della costa crociere, ma per via dei. Miei continui cambi d umore e per la totale mancanza di motivazione e entusiasmo ho dovuto mollare... Sono realmente stanco di vivere ed ogni anno la cosa peggiora... Non so fino a che punto la mia mente può sopportare questa depressione senza fine! Ho provato a frequentare psicoterapeuti, ho assunto farmaci, ma niente!.... Ho perso tutto la mia credibilità, il mio orgoglio, opportunità lavorative, e l amore... Non ho più niente solo una profonda e continua tristezza che non hai mai fine... In base a questi elementi cosa devo fare? Vi prego aiutatemi
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Gentile utente,

Prima di affermare che abbia una dipendenza, cosa atipica con la marijuana, farei diagnosticare meglio la situazione. Se è già stato visto, avrà ricevuto anche una diagnosi.
L'esposizione alla marijuana può generare quei sintomi, non è detto che siano esclusivamente legati alla marijuana.
Che tipo di cure e diagnosi ha ricevuto ?

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Sono in cura al sert... E mi hanno spiegato che i vari sintomi depressivi sono incrementati dall uso della sostanza e così per far fronte al problema (in particolare per i miei cambi d umore,) mi sono stati prescritti dei farmaci (abilify e depakin)... l umore era un po migliorato ma il desiderio di fumare rimane invariato... Oltre tutto fumavo mentre assumevo farmaci...
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
La cura mi torna, relativa ad una forma bipolare, che è comune associata a questa casistica.
La questione del distacco dalla cannabis è spinosa. Quando dice che cerca di liberarsene, dal suo punto di vista quali sono le ragioni per cui se ne deve liberare ?
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dal mio punto di vista: soldi,desiderio compulsivo di fumare, attenzione e memoria ridotta, possibili danni irreversibili al cervello e infine sindrome amotivazionale... ( e pur sapendo queste cose non riesco)
[#5]
dopo
Utente
Utente
In base a questo dottore cosa mi consiglia?
[#6]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Il distacco le è impossibile da subito, oppure ha avuto periodi di distacco seguiti da ripresa ?
[#7]
dopo
Utente
Utente
Avvolte dottore sono riuscito a smettere per poi riprendere peggio di prima...
[#8]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Il problema rimane aperto, alcune terapie possono attenuare la funzione della cannabis se ce n'è una reale, nonché i danni della cannabis sull'umore, ma l'azione sul desiderio è di fatto empirica, perché non esistono farmaci specifici standard.
In realtà, anche l'esistenza di una dipendenza da cannabis è cosa controversa, i casi sono pochi. Di solito l'uso prosegue perché la persona lo ritiene utile o ne trae piacere.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Capisco dottore Grazie delle precisazioni... tuttavia oltre alla dipendenza sono molto preoccupato di aver riportato alcune lesioni... In particolare nella parte decisionale e di pianificazione del cervello... Non riesco più a prendere decisioni e se le prendo durano per poco tempo ( ad esempio mi capita di prendere delle decisioni importanti per poi cambiare idea nel giro di breve tempo). In base a questo so spendendo in modo definitivo l utilizzo della sostanza si ritorna ad uno stato accettabile?
[#10]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
Più che lesioni, questi sono effetti "in corso" di uso. Dopo un periodo di sospensione di alcune settimane tendono a tornare nella norma.
[#11]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore per le precisazioni