Utente 893XXX
Salve da circa una settima ho cominciato la cura con Cipralex 5 gocce la sera e la mattina una compressa di lamictal 25mg. ho letto che il cipralex fà ingrassare anche in dose così bassa? Ma fà ingrassare perchè aumenta l'appetito oppure si ingrassa anche se uno non mangia, io mi sono accorta che visto che soffro anche di problemi di alimentazioni, con il ciplaex mi sembra di controllare di + le abbuffate di dolci che facevo la sera, è un caso???
Grazie

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

attualmente il suo farmaco e' sottodosato.

Lei assume un trattamento di tipo SSRI ed uno stabilizzante, sa dire per quale diagnosi le sono stati prescritti e puo' riferire da quale specialista?

L'aumento di peso e' un effetto collaterale non comune, c'e' da considerare che lei ha gia' postato una richiesta in merito al cibo ed alla alterazione di assunzione di dolci.

L'aumento di peso si manifesta entro le prime settimane di trattamento dopodiche' c'e' una stabilizzazione.
Generalmente, il sottodosaggio del cipralex favorisce la presenza maggiore di effetti collaterali che non si manifestano a dose piena.

Quando e' previsto l'arrivo a regime dei trattamenti?

https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 893XXX

Grazie della tempestivita, non andata in un centro di disturbi alimentari perchè ho dei problemi di alimentazione in quanto passo dei giorni che mi strafogo di dolci quando sono nervosa altri non mangio proprio, poi sto' in paranoia con il peso non voglio aumentare, però oltre a quello ho anche dei seri problemi di depressione piango spesso ho dei sbalzi d'umore incredibili, pensieri brutti, poca voglia di vivere e tante altre cose, allora hanno pensato che prima sarebbe stato meglio curare la depressione e questi sbalzi d'umore poi il resto, ma ora sto' in paranoi non voglio ingrassare assolutamente, ho appuntamento martedì ma se mi dice di aumentare la dose di cipralex, non penso che acconsentirò, prima piangevo sempre ora ho l'ossesione più di prima del peso, mangio ancora di meno per paura di ingrassare sono alta 1,71 peso 50kg.
Grazie

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

la terapia che lei sta facendo è per un disturbo bipolare dell'umore, o almeno il lamictal ha questa indicazione. L'antidepressivo può migliorare alcuni aspetti dalla condotta alimentare ma non deve essere utilizzato allo scopo di ridurre l'apporto di cibo. Il pensiero che le faccia venire appetito non è infondato perché può succedere, ma la ragione più comune per cui questo succede non è tanto un'azione diretta e potente del farmaco, ma una condizine di benessere in cui si mangia più volentieri e ci si preoccupa di meno del peso.
Io le consiglio di non occuparsi di tutti gli aspetti come se fossero problemi diversi. Stabilisca con il medico un obiettivo principale, che può essere la stabilità dell'umore. La terapia in sé non è di quelle che fanno notoriamente ingrassare.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 893XXX

GRAZIE TANTE.
NE PARLERO' CON LA PSICHIATRA.

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

l'aumento del dosaggio del cipralex non e' una equazione corrispondente all'aumento di peso.
Anzi, il suo aumento di peso puo' essere maggiore a 5 mg piuttosto che a dosi piu' alte.

In ogni caso, c'e' da capire lo scopo del suo trattamento e, quindi, la finalita' con la quale le vengono prescritti i farmaci.

Senza ombra di dubbio il suo trattamento prevedera' un aumento delle posologie.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6] dopo  
Utente 893XXX

C'è per caso un termine dopo il quale o si è ingrassati oppure non si ingrasserà piu' parlo sempre per effetto del cipralex?, ne ho parlato telefonicamente con la psichiatrae mi ha detto di stare tranquilla che c'è una remota possibilità, ma visto che faccio tanto sport, è difficile cmq, se così fosse mi cambia la cura, forse me lo ha detto solo per farmi stare tranquilla, magari ne parlo a voce quando ci vado.
Grazie tante

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

se lei ha un disturbo alimentare, questi problemi non deve porseli in questi termini generici. La preoccupazione per il peso è un sintomo di un disturbo alimentare e non una buona ragione per discutere di come fare a non prendere peso.
Abbiamo ripetuto che non si tratta di una terapia notoriamente "ingrassante" e penso che il suo psichiatra ne abbia tenuto conto. Non commetta l'errore di riferire tutto quello che succede rispetto al suo comportamento alimentare all'effetto di una medicina. Sarebbe l'ennesimo tentativo di sapere qual'è la chiave del controllo del peso. Invece la cosa interessante è trovare la chiave perché cessi di porsi certi problemi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 893XXX

Grzie siete meravigliosi, in così breve tempo mi avete risposto a tutti i miei dubbi, anche se mi rendo conto di chiedervi sempre le stesse cose, ma per me il peso è diventata un'ossessione e non vorrei che mi curo la depressione, magari riesco anche a non piangere a stare + tranquilla, ma comincio ad avere l'incubo del peso + di quanto ne avessi già, prima lo gestivo io, non mangiavo non ingrassavo, mi massacrevo con lo sport quando mangiavo troppo adesso, se dovessi ingrassare anche non mangiando per colpa di una medicina sarebbe la fine.

[#9]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
lo specialista che la segue ha tenuto conto della sua particolare attenzione per il peso e per questo, considerando che lei aveva bisogno di una terapia antidepressiva, le ha prescritto il cipralex. La possibilità di indurre un aumento di peso con questo farmaco è remota rispetto ad altri antidepressivi, per cui è molto spesso usato in questo tipo di problemi. Inoltre i farmaci antidepressivi, anche se a dosaggi maggiori, esplicano anche una azione antiossessiva, affievolendo la polarizzazione del pensiero sul cibo e sul peso. Se ha scelto di recarsi in un centro per disturbi alimentari vuol dire che è consapevole di avere un problema. si affidi agli specialisti e stia sicura che nessuno vuole farla aumentare di peso, ma solo condurla verso un rapporto più salutare ed equilibrato con il suo corpo e con l'alimentazione.
cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#10] dopo  
Utente 893XXX

grazie grazie grazie grazie
mi sento un attimo + tranquilla, almeno ora.
Buon fine settimana

[#11] dopo  
Utente 893XXX

Buon giorno, questo fine settimana sono stata tutto il tempo a letto ero stanca morta non avevo la forza neanche di camminare, siccome pratico atletica a livello agonistico, ho provato come tutti i giorni a correre e dopo un po' mi sono mancate le forze, le gambe non andavano avevo pesantezza, mi sentivo svenire, è possibile che il cipralex mi provochi questo? Oppure è la depressione che mi fà stare così, sono stanca, non vorrei che è un'altra controindicazione, mi era rimasta solo la corsa come sfogo, infatti sono andata ulterirmente in crisi.
Grazie

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il suo disturbo non è ben controllato. Non vedo coerenza in quello che dice: stanca morta e va a correre. Non è un meccanismo lineare.
Controindicazione non vuol dire effetto collaterale. Sono due parole diverse, altrimenti facciamo confusione.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it