Utente 552XXX
Buona sera , ho 29 anni e da più di un mese vivo un disturbo che mi fa soffrire molto e limita la mia vita sociale. Il 17 maggio 2019, mentre mangiavo una pizza, mi è andato un boccone di traverso e ho pensato di morire perché non riuscivo a farlo andare giù in quanto non avevo a portata di mano delle bibite. Pertanto ho tentato di mandarlo giù con la saliva. È stata la prima volta che ho veramente pensato di morire! Da quel momento ho un nodo in gola ( precisamente sotto il pomo d’adamo per intenderci) che non mi abbandona mai. Ho iniziato ad evitare tutti i cibi solidi.. e ogni volta che mi sforzo ad ingerire qualcosa mastico fino allo sfinimento e, una volta avvenuta la deglutizione , sento come se il cibo sia rimasto in gola.Il disagio mi ha portato a non mangiare più davanti ad altre persone e a mangiare pochissimo in tempi interminabili. Sono davvero preoccupata. Vorrei tornare ad essere come prima! Ho fatto 2 visite otorino ed entrambe hanno portato allo stesso risultato (cioè tutto perfetto tranne una lieve iperemia da reflusso). Ho fatto la cura con 40 ml di lucen per 20 gg + esofaril dopo i pasti, ma nulla! Poi ho sostituito esofaril con esaxx one ma ancora alcun miglioramento! Ho effettuato anche la visita della dinamica deglutitiva ( con crackers e contrasto blu) ma le logopediste e l’otorino mi hanno detto che funziona tutto perfettamente. Ho fatto rx con pasto baritato e la motilità orofaringe esogafo stomaco e duodeno è tutto ok. Mi è stato persino detto che non vi è reflusso gastro esofageo nè ostruzioni o problemi di altro genere! Il Gastroenterologo mi ha detto che con tali sintomi e tali accertamenti effettuati non è richiesta gastroscopia nè altro se non uno psicologo! Insomma mi hanno tutti liquidata dicendo che è bolo isterico ansia e stress! Nel frattempo io ho disfagia , deglutizione dolorosa e tanta tristezza e disagio. Ho deciso di fare un’eco collo , tiroide e addome, e anche lì tutto perfetto ! A questo punto sono andata dallo psichiatra ma ho ancora fatto solo una seduta. Il medico non mi ha prescritto ancora nessun farmaco ( ho dimenticato di dire che nel frattempo ho presto per giorni lexotan sino a max 20 gocce al giorno ma non ho avuto alcun beneficio infatti le ho sospese). Ho la prossima seduta venerdì ma io sono sempre nella stessa condizione senza miglioramento. Cosa devo fare?
Scusate il papello ma ho cercato di spiegare al meglio la mia prOblematica.
Grazie per l’attenzione.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Andrebbe introdotta una terapia farmacologica appropriata.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/

https://wa.me/3908251881139

[#2] dopo  
Utente 552XXX

Si, lo immaginavo anche se speravo di poter risolvere tutto con la sola psicoterapia. Quindi devo solo attendere.
Grazie per il consulto