Riaumento dosaggio del Daparox.

Gent.mi dottori,sono una ragazza di 33 anni e 5 anni fa,causa la fine di una storia per me molto importante, è insorto un periodo orribile di ansia (fortissima e costante),panico,depressione. Ho iniziato ad assumere Daparox 20 mg, inizialmente affiancato da Tavor,e gradualmente nel giro di 2 mesi sono tornata a star bene,sebbene ripensandoci ci fossero voluti ancora altri mesi per riprendermi totalmente. Ho assunto i 20 mg per 3 anni studiando,lavorando e sottoponendomi anche a molto stress ma stavo bene! Un anno fa ho iniziato,di mia iniziativa,a ridurre molto gradualmente il daparox fino a fermarmi a 7 gocce al giorno continuando comunque a star bene. Ho addirittura affrontato la morte di mio padre avvenuta meno di un anno fa! Ad aprile,subito dopo la mia laurea, finisce la mia ennesima storia (sono stata lasciata) e improvvisamente ho un crollo ed i sintomi ritornano con ansia fortissima,paura,pensieri ossessivi,confusione,bruciori al petto (che io riccolego alla percezione di paura). Un incubo! Mi reco da un neurologo che mi riporta il dosaggio a 20 mg associando Tavor al bisogno..sono trascorsi 40 giorni da allora è certamente c'è stata una riduzione dell'ansia,panico e pensieri ossessivi (a parte il terrore che questo periodo non passi mai più!) Ma i sintomi non sono completamente scomparsi e in alcuni momenti,per esempio se penso che non ne uscirò più, ritornano seppure riesco a a gestirli meglio! Sto anche seguendo un percorso di psicoterapia. Alla quinta settimana dal trattamento ho contattato il mio neurologo per aggiornarlo sul trattamento della terapia:gli ho detto che stavo meglio,ma che non ero ancora guarita completamente e che ero consapevole che anche cinque anni fa la "guarigione" era stata graduale nell'arco di mesi. Lui mi ha risposto che è proprio così,questi farmaci agiscono pian piano nel tempo e che un miglioramento dopo 5 settimane era quello che si aspettava,ma che ci stava che non fossi completamente guarita. Ha aggiunto che ci vogliono in genere 2-3 mesi di trattamento affinché si ristabilisca l'assetto dei neurotrasmettitori e che devo stare tranquilla e avere pazienza! Volevo chiedervi se sia in effetti normale che dopo 5-6 settimane di Daparox a 20 mg i sintomi siano diminuiti ma non del tutto spariti e se effettivamente è col passare del tempo che le cose si metteranno gradualmente a posto oppure avrei dovuto già essere completamente fuori da questo periodo e quindi sia il caso di rivedere la terapia?!!! Il dottore è fiducioso sul fatto che il daparox farà effetto come 5 anni fa ma che devo essere paziente!! Spero in una vostra risposta!!!!
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.7k 1k 63
Ha già avuto una risposta esaustiva in merito al funzionamento della terapia per cui deve attendere che faccia effetto.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
Grazie della celere risposta dott. Ruggiero! È che leggendo più e più volte,anche su questo sito,che l'effetto della terapia con Daparox a 20 mg si valuta dopo 4 settimane,temevo che essendone passate quasi 6 e non avendo avuto remissione completa dei sintomi (anzi in alcuni momenti l'ansia la avverto in modo abbastanza fastidioso e i pensieri ossessivi tornano!!) temevo che fosse indice del fatto che questa volta il daparox non facesse più effetto su di me!!!! Invece il miglioramento è normale sia lento e progressivo? Mi scuso per i dubbi..