Utente 359XXX
Buongiorno dottori. Mi sento molto sfortunata e credo che se finirò questa relazione penserò solo a me stessa.. . sola. Senza farmi una famiglia.. . Che ho sempre desiderato.. ma pazienza.. . comunque dopo questa premessa racconto ciò.. mi vergogno a dirlo perché sembra che io cada dalle nuvole ma non so con chi parlarne visto che vivo in un covo di persone piene di pregiudizi. Sto con questo ragazzo da 4 mesi.. perfetto.. Si prende a cuore tutto.. è buono dolce insomma sembra una perla e questo non è solo all apparenza anzi i problemi se così li posso chiamare che ha derivano proprio dal suo essere buono ecc. È anche molto bello è benestante insomma potrebbe tirarsela ma non l ha mai e dico mai fatto.. sempre lavorato e sempre fatto in due per tutti e chi aveva bisogno. Arrivo al punto. Da quando lo conosco sempre in modo più approfondito ho notato che è di poche parole anzi troppo poche lo sguardo sempre un Po perso nel vuoto ma non triste diciamo vuoto senza espressione.. gli ho sempre chiesto che hai tutto ok è successo qualcosa posso aiutarti ecc ma ogni volta a queste domande si innervosisce ma io non mi arrendo finché non vado in fondo. (Soprattutto perché ci tengo a lui). L unico "difetto" come lo chiamavo io era che é "lunatico". Lui ha 24 anni e una brutta storia alle spalle ma non d amore.. in famiglia con suo fratello.. diventato schizofrenico per non so quale motivo realmente.. insomma mi ha raccontato episodi che nessuno dovrebbe vedere a una certa età. per scoprire il motivo di questa sua "lunaticita" ho cercato di conquistare la sua fiducia essendo accondiscendente quasi a tutto anche nei momenti di nervosismo che capitano molto spesso. sto avendo la PAZIENZA di una santa. Mi dice finalmente che fa uso di canne. Primo: non me l ha detto subito quando ci siamo conosciuti. Secondo: io credo che i momenti che l ho visto calmo fossero solo i momenti in cui se le fa. Terzo: non è come dice lui. cioe una semplice occasione per rilassarsi. No. È una dipendenza. viene prima quella di me. e ogni volta che ho provato a parlarne ha sempre detto io lo faccio è inutile che ti dico di no e poi lo faccio di nascosto. quindi è una dichiarazione per dire che non ha nessuna intenzione di smettere. dice che a lui ormai non fanno nessun effetto. io non credo. primo inizia a ridere per ogni cosa a volte. altre non si nota niente ma ha quello sguardo "vuoto" rintontito. più di una volta tende a mentire. tipo: No oggi non ho fumato non ce l ho qua e là invece non è vero. dice che lo fa per la sindrome del colon irritabile. ma non lo credo. fuma molte sigarette. sinceramente ai miei occhi ha perso molti molti punti.. . Non lo vedo come prima.. con la voglia di vederlo stare insieme ecc mi è tipo crollato tutto. dice che ne fuma massimo due al dì ma non ci credo. Cosa si fa in questi casi? Io non lo sto lasciando perché ho paura di essere incinta visto ché ho avuto rapporti col coito interrotto. Conoscendolo l unica cosa che voleva era sposarmi farsi una famiglia con me. Non so che idea farmi

[#1]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente andrebbe aiutato quantomeno a prendere piena coscienza del problema e non a sottovalutarlo, il SERT è il servizio pubblico che si interessa dei disturbi delle dipendenze o in alterantiva una specialista di vostra fiducia, è preferibile coinvolgere in questo il medico di famiglia e la persona che ha maggiore ascendente sul ragazzo in modo di garantirsi qualche possibiltà di risultato in più,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 359XXX

Oltre ad aiutarlo secondo voi dovrei continuare la relazione con questo ragazzo?pensare a me oppure cercare un modo per dialogare con lui?perché ci ho provato tante volte ma non appena nomino queste cose si chiude e mi riporta a casa non mi parla non so.. se non vuole lui chi deve volerlo? Io mi sento un Po pure rifiutata..messa in Secondo piano

[#3]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
non è compito del medico entrare nelle scelte personali, nemmeno del medico che ha in cura un paziente, quello che deve fare invece è mettere il paziente a chi per lui nelle condizioni di fare la scelta migliore.
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#4] dopo  
Utente 359XXX

Ok dottore grazie. Oggi finalmente ne abbiamo parlato e non ha preso niente. È un po' agitato ma comunque gli sto accanto per risolvere le problematiche alla base di tutto grazie comunque del supporto e dei pareri. Buona serata

[#5] dopo  
Utente 359XXX

Eccomi di nuovo qua dottori. In questo frangente di tempo ho cercato di conquistare se così posso dire la sua fiducia per scoprire se c erano altre cose che mi voleva dire o altro che non sapevo...eh infatti... un giorno era nervoso chiedevo che avesse ma niente..nervoso no più che altro era infastidito non so...sembrava dalla mia presenza... poi vedo che esce qualcosa che sembra una pietrolina solida per fumarla non pensavo ovviamente fosse erba ne droghe pesanti..E mi ha spiegato che era il cosiddetto"fumo" hashish cioè.. Ora io essendo ansiosa col panico ecc ecc ecc mi proietti già al futuro e mi comincia il panico perché penso. Il suo unico pensiero è prima questo. Poi non so che atteggiamento adottare perché se gli vado contro dice che non capisco niente che sono meglio queste cose dei farmaci qua e là..Ora io da ignorante non mi vergogno a scriverlo mi sono informata su tutti gli effetti di questa cosa..il fatto è che ogni volta accanto a queste cose non manca mai la bottiglia di birra accanto... Quindi non mi sta più piacendo questa cosa.. perché finché non lo frequentavo ogni giorno perché lavoravo non lo potevo sapere... Quindi lui in pratica beve sempre anche una birra "fuma" poi fuma le sigarette ed è apposto... Ora mi è crollato il mondo davvero... ho cercato di sminuire tutta questa situazione facendola apparire normale..come se quello che fa sia normalissimo ma solo per sapere il motivo che lo spinge a fare questo...E ha detto che quando aveva circa 13 anni è successo un "fattaccio" che ha solo visto che diciamo l ha traumatizzato e da allora ha perso totalmente il sonno....ora sono passati anni che ne fa uso circa 10..è inutile che dice che lo fa ogni tanto perché non è vero..Ora quella ad essere in crisi sono solo io perché mi sono sentita presa in giro. Non voglio neanche prenderla sul personale perché credo questo sia un problema però si spiega perché sta molte volte sempre zitto. Premetto che la sue giornate si svolgono normalmente. Ovvero fa tutto per la famiglia gli amici se qualcuno è in difficoltà lui ce sempre insomma è una brava persona a parte questi vizi. Che per "ora" non interferiscono ne nelle relazioni ne in niente a parte ovviamente con me con cui non ce un dialogo..ce tanto sesso amore. Sono tristissima adesso e non so neanche perché. Sembra che quando provo a parlarne io sia quasi un ostacolo e mi sento messa in disparte

[#6]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quello che afferma è una condizione di comune riscontro in questi casi che non aggiunge e non modifica quanto già espresso dal sottoscritto in questo post,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#7] dopo  
Utente 359XXX

Buonasera di nuovo dottori. Non so se è una mia impressione..Io sono una ragazza molto insicura quindi dubito spesso di quello che penso...il mio ragazzo è benestante..mi tratta bene in concreto ecc. Ma ho notato che non appena ce anche un minimo litigio non si sottomette mai...o comunque finge di "sottomettersi" per poi arrivare (Non so Come fa) ad avere sempre ragione lui..e io a piangere..Per esempio dice che non ho iniziative...Ok domani Allora partiamo...e mi dice no giovedì o venerdì poi vediamo dai..Io non appena faccio una domanda in più poco più approfondita lo infastidisco tipo perché prima hai detto giovedì e poi venerdì?non devi saperlo prima per prenotare l hotel e inizia ad alzare la voce...Cioè mi sembra che sto conoscendo un altra persona..mi sento giù. Non so se dare un taglio netto alcune volte e sparire o continuare così.. poi qualunque amica mia non gli sta bene...Se esco con una di loro lui esce pure lui con qualche suo amico e me lo ritrovo davanti. Vuole sapere che faccio nei momenti che non ci vediamo..mi fa battute tipo chissà dov eri non penso che eri a casa penso che sei uscita e cose così che mi fanno capire che non si fida..e le uniche due volte che sono uscita è sempre successo un casino.. il muso per giorni.. mi risponde male.. Non so sento che sta andando tutto male e che forse non sto bene così come pensavo all inizio...avevo trovato a lavoro delle colleghe e ogni tanto vorrei "staccare" tipo stare per fatti miei ma ho paura di perderlo...anche se razionalmente penso che se non mi impongo finisce male..nel senso finirà questa storia. Ho accettato anche le sue "canne". Cosa che ancora mi fa male e faccio fatica ad accettare...sono confusissima. Volevo serenità. Io so che la sua serenità finisce non appena finisce l effetto della canna e ritorna tipo svogliato...dicendo che sono io che non voglio fare niente che non ho iniziative ecc ecc. Sono un Po stanca. Non so cosa sto facendo. E non so se si può dialogare bene con una persona che prima è in un modo poi in un altro. Mi sembra una battaglia persa fin dall inizio. Il perché non lo so visto che del suo passato non mi ha raccontato granché. Non aprirò mai più il discorso canne perché si arrabbia troppo..mi sbrana..è come se insultassi qualcuno a lui caro...quindi non apro l argomento..l ho solo accettato passivamente e me ne sono fatta una ragione...visto che lo amo. Ma sono stanca. Molto stanca. Io pure sono gelosa insicura ansiosa ma sono mai arrivata a dire niente del genere tipo quel tuo amico non va bene questo neanche non lo so. È come se non devo mai abbassare la guardia altrimenti prende il sopravvento. E questo mi fiacca... scusate lo sfogo

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Forse sarebbe il caso che lei intraprenda un percorso per se stessa sia per valutare la sua situazione personale sia per capire come intende proseguire la sua relazione.

Si sta infilando in una relazione tossica e cerca rassicurazioni per continuare a fare quello che sta facendo.

Deve necessariamente rivolgersi ad uno specialista dal vivo.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#9] dopo  
Utente 359XXX

Non voglio stare in una relazione tossica..ci sono già stata e mi ero annullata..la mia autostima era a terra e non era una bella sensazione.. dico che ero triste ma forse ero più che triste..Non voglio mai esagerare con le parole.. l unica cosa che mi blocca è che non voglio esagerare..Non vorrei che io stessi esagerando..che magari questo è solo un suo difetto.. E non una problematica...Ma tengo conto anche di come mi sento io quando sono con lui... dipende tutto da come si alza dalla sua luna da com è come non è..Non lo so... il tradimento della sua ex non voglio pagarlo io che non centro niente...sono bellissima ho tantissimi ragazzi che mi vogliono ma mi sono sempre comportata seriamente e lui lo sa anche se non lo ammette e vuole cercare il pelo nell uovo per incolparmi di non so cosa...io riconosco molto spesso le manipolazioni e su di lui non volevo neanche minimamente pensarci ma ora lo penso...credo mi manipoli per non so quale sua paura...E così non si concentra neanche su me...su come sono fatta sul conoscermi a fondo..poi non sa cosa vuol dire ridere scherzare stare bene insieme perché o è col muso o rimbambito..dice che parlo troppo..Ma immaginiamo se non parlassi?cosa facevamo?poi si è sempre fatto conoscere inizialmente in un modo ma in realtà se non metto un freno lui esagera con le parole...l ultimo litigio forte è stato perché ho salutato da lontano un conoscente con la mano...è rimasto arrabbiato...E anche se dice che gli passa in realtà se la lega al dito e continua a pensarci...E a me non mi fa stare tranquilla..poi è geloso geloso geloso ok e poi trovo mi piace in ragazze su instagram fino a luglio...una persona davvero chiusa di mentalità non va a mettere mi piace perché immaginiamo se lo avessi fatto io..Ma comunque i suoi tutti giustificati.. perché per lui ce sempre una giustificazione per me no.. se tento di parlare si secca e se ne va si gira dall altra parte o mi riporta a casa... poi gli chiedo sempre perché non esce con gli amici perché non ha un hobby ma non posso chiederlo perché ce sempre qualcosa sotto..insomma non so..anzi non sa comunicare dunque non so come riferire cosa penso cosa vorrei niente.. ora mi sento apatica. Non ho voglia neanche di rispondergli al cellulare. Mi è passata... E non voglio neanche sentirmi in colpa. Questi maledetti sensi di colpa mi hanno sempre rovinato

[#10] dopo  
Utente 359XXX

Buonasera dottori... Vi riscrivo di nuovo.. ho lasciato a malincuore questo ragazzo..perché ultimamente si era proprio rinchiuso in casa e non usciva mai e poi ho capito che era per farsi le canne... ci vedevamo ultimamente solo la sera e rideva in continuazione come un ebete... cercavo di fare un discorso di discutere parlare ma niente rideva e basta..Si sentiva tipo euforico superiore non so.. Io non ce l ho fatta e ho deciso di chiudere...questa relazione era fatta di bugie soprattutto..negava le cose... Si vedeva da lontano un miglio che era sotto l effetto della canna e negava... il sesso era difficile.. Non riusciva a venire oppure dopo un ora e passa e si innervosiva..Ora non so se si è cosciente quando si è sotto effetto di marijuana però la fiducia dopo un Po viene a mancare.. molte volte mi dava appuntamento a un certo orario e arrivava ad un altro... gli chiedevo perché è mi diceva che doveva fare le pulizie a casa quando poi arrivava qua combinato in quel modo... Poi volevo sapere ma le canne portano a sbalzi d umore? Perché riscontravo sempre questo in lui.. E l unica cosa che mi ha saputo dire è stata: si ok cambierò quando troverò la persona che amo almeno mi sei servita a questo. Cioè gli esce una cattiveria terribile quando apro questo argomento... sono rimasta scioccata...

[#11]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per rispondere alla sua domanda: i cannabinoidi determinano una serie numerosa di sintomi e disturbi per i quali non è sempre semplice sapere quale sia causa o effetto dell' uso della sostanza, compresa la disforia,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#12] dopo  
Utente 359XXX

Si infatti...alcune volte per esempio non lo notò neanche che ha fumato perché è serio..Ma con lo sguardo un Po perso nel vuoto.."imbambolato".. altre volte continua a ridere in continuazione..e mi sembra di impazzire di rabbia... sospetto pure che lui questa erba la usi per alcuni dolori ma non ne sono proprio certa... perché quando mi accorgo che non fuma dice di avere dolori fortissimi alle gambe come se fossero pesantissime e non sa come alleviare il dolore...o il colon irritabile di cui soffre da tantissimo tempo..Da quando va a scuola...noto sempre che dopo questi sintomi fuma ma non sono sicura sia per questo anche perché lui non è un tipo che ama parlare dei suoi "malanni" perché se ne vergogna..niente meno vuole prendere medicine le evita come la peste non ne vuole sapere. Quindi preferisce non parlare e fumare così si rilassa e sta bene e riposa.. Ma se era solo a scopo terapeutico mi sarebbe andato bene però primo non so la gravità di questi sintomi secondo una volta che ci prende gusto a stare rilassato credo lo faccia anche senza che ce ne sia il bisogno... e poi ce da dire che è timidissimo non riesce a rapportarsi ad esempio con la mia famiglia perche non ce la fa proprio...è di pocbe parole..mi scusi l ignoranza dottore cosa si intende per disforia?

[#13]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
diforia è un'alterazione dell'umore accompagnata da irritabilità, tensione, ansia etc.,
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#14] dopo  
Utente 359XXX

Ok allora sono questi i sintomi tutti quelli che avete citato...la disforia

[#15] dopo  
Utente 359XXX

Dottore ho bisogno tantissimo di un sostegno ma non so con chi parlarne perché me ne vergogno pure... questo ragazzo mi ha diciamo "promesso" che non le avrebbe fumate o comunque diminuite. Ok gli ho dato questa possibilità visto che fin ora non aveva neanche la minima intenzione di smettere..infatti mi sono meravigliata. Ieri pomeriggio lo chiamo era presto erano le 17:00. Gli ho fatto una videochiamata. Ecco che lo vedo con gli occhi mezzi chiusi che ride senza motivo per ogni cosa che dico. Ecco da là ho capito che ha fumato. Non era un problema perché era la prima della giornata. Però io per vedere se lo ammetteva per principio gli ho chiesto se avesse fumato visto che era palese. E mi ha detto NO. Per l ennesima volta mi ha imbrogliato. Ma ora dico se io gli ho detto che anche due al giorno non fanno niente può fumaria perché si nasconde lo stesso? Ieri siamo usciti e abbiamo litigato perché dice che sono una persona che lo sta facendo uscire solo pazzo e che con me sta malissimo sono una persona schifosa ecc ecc. Insomma tutto il pomeriggio e la sera insieme che siamo stati in giro a farvi una passeggiata me ne ha dette di tutti i colori. E notavo pure come mano a mano svaniva l effetto dell erba... perché la sua rabbia aumentava quasi a dismisura e avevo come la sensazione che si trattenesse. Voleva fare sempre sesso l abbiamo fatto addirittura 4 volte e veniva sempre subito. Quando fuma non riesce quasi mai a raggiungere l orgasmo o se riesce dopo qualche ora e di più pure...poi è successo una cosa che mi ha fatto sospettare proprio sulla sua salute mentale in generale. Lui alla prima volta mi è venuto dentro. E mi è venuto dentro senza il mio permesso. Cioè senza dirmi niente. Dice che l ha voluto lui. Io non ci credo. Come puo averlo voluto? Si è solo giustificato che non si è controllato ma comunque con queste non si scherza perché primo non ha avuto il mio permesso secondo per me è stata una dimostrazione di egoismo. Non penso abbia tutto questo istinto paterno. Prima di tutto ciò come dicevo prima abbiamo litigato e io con tutta la pazienza di questo mondo tentavo di smorzare la tensione cercando in qualche modo di capire il motivo di questo suo uso smodato di erba. E diciamo che qualche informazione tra come si comporta notando il suo carattere rapidissimo la sua rabbia ecc forse ho capito il perché ma non ne sono prorpio certa ecco. Allora dopo avermi trattato a parole completamente male malissimo. Me ne ha dette a non finire di parole io mi sono alzata dalla panchina e senza dire niente me ne sono andata. A piedi. Sarei arrivata fino a casa mia visto che era tardi anche a piedi piuttosto di stare con uno che mi pareva avesse perso la testa. Anche perché diceva una cosa e subito dopo diceva di non averla detta. Io stavo impazzendo insieme a lui e non me lo posso più permettere sinceramente...mentre camminavo per tornare mi giravo ed era dietro e mi seguiva. Ho cominciato a spaventarmi. Pensando fosse un caso cambio strada e vado nei vicoli dove non si poteva immaginare e mi segue anche la non so come me lo ritrovo sempre dietro. Cambio strada ed è di nuovo dietro. Sembrava uno psicopatico. Poi mi ha iniziato a dire va bene se deve finire finisce ma lo diceva con un Po di lacrime ma erano finte perché lo guardavo negli occhi. Mi voleva solo intenerire ma Io gli Ho fatto capire che tornavo con lui ma per stare bene insieme altrimenti alla prima cosa finiva. Lui ok ok va bene. Dice che non ha il coraggio di chiudere. Si sente debole nei miei confronti. Io non capisco perché tutto questo. Non capisco il motivo delle sue bugie quando anche non ce ne è bisogno perché gli ho detto che può farle basta che non esagera. Quindi perché mentire? E ha mentito tutta la serata...E sinceramente se non fuma e il suo carattere è questo...è brutto da dirsi ma è meglio che fuma beve e fa quello che vuole..almeno sta calma si placa quella rabbia eccessiva...era geloso di ogni cosa. Ho guardato un cagnolino per strada e il padrone era un ragazzo ma io ho guardato il cane non il ragazzo ed è successo un casino...Io sono sbottata.. sono un Po stanca non so quanto posso andare avanti così... tra bugie..gelosie..ossessioni..Non lo so..anche perché le bugie non riguardano solo questo campo riguardano qualunque cosa lui faccia...E lui dice sempre l esatto contrario..nega anche l evidenza... dico se non vuole stare con me se sta così male Allora perché continua?Per quale motivo?questo è il quadro completo...

[#16] dopo  
Utente 359XXX

Dottore buongiorno. Ci sono ricascata a tutto ciò che mi diceva lui sulle canne... cioè che diminuiva il numero di quelle che fumava ecc ecc. Ma non vivendo insieme ovviamente non posso accorgermene. Le prime volte ha fatto così. Le ha davvero diminuite di numero. Penso due al giorno. Me ne accorgo anche dai rapporti sessuali. Perché quando fuma ci mette troppo tempo per raggiungere l orgasmo invece ultimamente riusciva subito..normalmente cioè.. adesso ho notato che ci vedevamo la mattina e ok la fumava..poi il pomeriggio parlavamo al cellulare e sentivo quella voce un Po stanca tipica al solito di chi ha fumato.. poi pomeriggio tardi sei e mezzo di nuovo lo vedevo con gli occhi semichiusi e rideva e "diceva" che era la prima ok... poi tornavo a casa sua a dormire e diceva di fumarsene solo un altra che sarebbe stata la seconda.. Ma ovviamente tutto era tranne che la seconda.. contando mattina pomeriggio verso la sera e la notte siamo a quattro o cinque non lo so.. io non so se sono poche o tante.. so solo che gli ho detto basta ora ti dico io il numero che te ne puoi fumare e lui risponde: più me lo dici più me ne fumo! Anzi se parli me ne fumo altre 10!!! Io sono rimasta scioccata..quindi tutto quello che ho detto che mi sono impegnata a fare è stato solo controproducente..cioè dirgli anche solo di diminuire è stato sbagliato..se parlo con lui dice che sono cose stupide le canne che se lo dicessi a qualcuno che lo lascio per questo si mette solo a ridere.. Ma ora dico.. sono pazza io?È vero che non sono considerate? Cioè a livello di giusto o sbagliato non sto più capendo..adesso sono confusa. Non so se sono io troppo drastica o esagerata. Sto sbagliando? Mi sembra tipo di essere in preda di un dilemma etico.. È come se vivesse perennemente in un mondo fittizio che io non conosco dunque non conosco realmente neanche lui. Poche cose so. E poi Perché ho la sensazione di sentirmi scartata (sembra assurdo) rispetto alla canna? Come se la canna fosse un altra donna non so...Non mi sto sentendo bene così

[#17]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se questa situazione le crea personale disagio, non ha strumenti ne sa in alcun modo come migliorarla o risolverla, allora dovrebbe lei possibilmente intraprendere un percorso psicoterapeutico,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#18] dopo  
Utente 359XXX

Gentile dottore ho vietato l uso delle canne se vuole stare con me punto. Perché ha capito che me ne accorgo ormai quando le fuma quindi stop. Doveva scegliere. Ha detto non l avrebbe più fatto. Ovviamente non ci ho creduto minimamente. Però non si sa mai io spero sempre. Ha resisto 2 giorni e neanche forse. Vi dico solo che in questi due giorni era in una totale tristezza.. angoscia... rabbia continua... irascibile... depresso... Non aveva fame mangiava pochissimo e dormiva si e no 4 ore e il giorno dopo sempre con le occhiaia. Gli veniva da piangere pure. Dice che era confuso pure su di "noi" sulla nostra relazione. Cioè da persona innamoratissima è passato al fatto che dovevamo andare insieme da uno psicologo perché IO ho dei problemi forse per questo andiamo male nella coppia. Io l ho presa come una richiesta di aiuto "indiretta" e l ho accettato. Comunque dicevo lui è sempre stato super possessivo ma durante i giorni che non fumava ha superato penso il suo limite è mi vergogno anche a scriverlo perché ha detto una cosa che spero vivamente fosse uno scherzo. Mi ha detto che il mio respiro la mia bocca facevano odore di preservativo. Mi guardava insospettito come mai. Ero scioccata mi stava venendo un attacco d ansia terribile perché lui mi odiava anche le mani e dice che pure quelle facevano odore di preservativo. E che pensandoci dopo che uscivo dal lavoro (ero commessa) uscivo con questo odore. Oggi si è sognato un dente spezzato che cadeva siamo andati a ricercare il significato e diceva una possibile gravidanza. E diceva chissà con chi l hai fatto. Poi ieri notte era sereno allegro euforico aveva sonno dopo parlava sempre insomma avevo capito che se le era fumato. E che quando non se le fuma ha questi pensieri che mi preoccupano molto. E continuava a dire che lui non ne aveva canne in casa. Ok vabbè le bugie ormai sono all ordine del giorno neanche gli chiedo. Cosa pensate dei suoi pensieri? Sono esagerata io?

[#19]  
Dr. Giuseppe Nicolazzo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

credo le siano stati dati informazioni sufficienti nell'ambito delle finalità del sito, le scelte di vita le deve fare lei; come già detto se ha difficoltà si può fare sostenere da uno psicoterapeuta, per qualsiasi altra domanda le conviene proporre un nuovo quesito,

Saluti
Dr G. Nicolazzo
Specialista in Psichiatria
Psicoterapeuta

[#20] dopo  
Utente 359XXX

Gentile dottore mi ritrovo per l ennesima volta a scrivere sembrerebbe la stessa cosa..Ma non lo è.. il mio ex ragazzo ormai mi nasconde tutto.. Mi nasconde dove tiene l erba mi nega l evidenza che ha fumato (si vede dallo sguardo che è sempre socchiuso quasi pronto a dormire) mi mente insomma... l ultima volta che spero sia l ultima ho voluto impormi e cercare di uscire anche solo con mia sorella e un amica... ok l ho fatto... lui ha iniziato a piangere (perché quando piange poi lo assecondo) ma sono stata dura e sono uscita. Dopo circa 3 ore dall uscita con mia sorella e la mia amica ci incamminiamo verso la macchina e mi spunta lui. Io ero scioccata perché mezz ora prima mi aveva detto di essere a letto e poi quello che non mi spiego è: come ha fatto in mezzo a tutta quella gente (Perché c era una folla) a seguirmi? Perché era palese che mi avesse seguito. Per giunta non è la prima volta che succede un episodio del genere. È successo due volte pure in estate. Che mi ombrogliava che era a casa in realtà (non so come) ce l avevo dietro. Io sono distrutta dal dolore perché questa relazione la DEVO troncare perché vivere così sembra una gabbia sembra una tortura. Sembra (o almeno se non sono pazza non lo so) che quando siamo soli io e lui sembra che io gli dia "fastidio". Si può sembrare strano ma è così. Ho proprio questa sensazione... Sia da come mi guarda sia dai suoi gesti sembra si trattenga a non essere aggressivo con me senza che io gli abbia mai fatto un torto niente solo amore e affetto. E sono stata ripagata con odio. L ho lasciato infine perché ho messo la nostra foto INSIEME su un social dove ci potevano vedere tutti e tante persone compreso un ragazzo hanno messo "mi piace". Siccome c era "un ragazzo" che ha messo mi piace ecco allora che sembrava essere uscito dal suo corpo "un diavolo"!!!!! Sembrava che adesso i suoi sospetti avevano un nome finalmente! Mi sono spaventata così tanto ma così tanto che l ho lasciato... Perché vivere una relazione di terrore non è possibile..E sopratutto dopo aver fatto una cosa carina in modo che tutti la potessero vedere e apprezzare non era il caso di fare così... sembrava essere sull orlo di un aggressione poi si è placato..Ma pensare di andare a vivere con lui da sola per tutta la vita mi verrebbero o brividi.. E ora sono qua io a piangere e a deprimere per sapere cosa ho sbagliato cosa ho fatto di male per fargli provare questo "fastidio".. Che quasi quasi sembrava invidia non lo so.... ora è da quattro giorni che mi chiama in continuazione nonostante abbia bloccato tutte le sue chiamate e messaggi... So che è lui e non rispondo ma comunque tenta sempre e a me fa male anche il suo solo ricordo...