x

x

Ansia acuta debilitante

Buongiorno, sono una donna di 63 anni, da circa due anni non sto bene ho fatto due ricoveri per depressione ad oggi non sono in cura da un neurologo ma ho sempre una fortissima ansia mattutina e
pomeridiana ed inoltre sono totalmente apatica non riesco a fare piu' nulla in casa.Sto prendendo 3 xanax al giorno da 0,50 + 40 mg citalopram
+ 5 mg Ziprexa(olanzapina), questa cura va avanti da piu' di un anno
ma mi vedo sempre piu' peggiorare.Ho il dubbio che questa terapia non sia giusta , Sarebbe importante capire se la cura e' appropriata o vale la pena cambiare specialista(psichiatra?)
grazie per una risposta
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Gentile utente,

se la diagnosi e' psichiatrica lo specialista e' lo psichiatra e non il neurologo.

Il trattamento con benzodiazepine e' certamente sconsigliato, inoltre va considerato anche il trattamento con antidepressivi che nonostante sia a dosaggio non da i risultati voluti ed anche l'aggiunta di un antipsicotico.

Se il trattamento non e' efficace, dopo gli opportuni aumenti va cambiato.

Si faccia visitare da uno psichiatra.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Dr. Giovanni Lo Turco Psichiatra, Psicoterapeuta 173 5 1
Gentile Utente,

se le è stata fatta diagnosi di Depressione, lo Specialista di riferimento per le sue problematiche è lo Psichiatra.

La valutazione più specifica sulla terapia e sulla necessità o meno di modificarla, può farla solo lo specialista tramite visita diretta.

Cordiali Saluti,

Dr. Giovanni Lo Turco

http://www.giovanniloturco.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le vostre risposte, devo pensare quindi che i farmaci da usare sono di altro tipo,
ma perche' se i dosaggi di antidepressivo sono
corretti su di me non funzionano . E' vero che esistono altri tipi di farmaci sicuramente piu'
incisivi e risolutori? Inoltre perche' sono talmente
apatica che non riesco a fare piu' niente, e' tutto legato alla cura non appropriata?
Che differenza c'e' tra i farmaci usati da un neurologo e quelli di uno psichiatra?
Grazie per una risposta e per la vostra comprensione
[#4]
Dr. Giovanni Lo Turco Psichiatra, Psicoterapeuta 173 5 1
Gentile Utente,

la differenza consiste nel fatto che i Disturbi Psichici sono di competenza dello Psichiatra così come quelli neurologici sono di competenza del Neurologo.

Come le ha già detto il collega, ogni trattamento farmacologico, anche se a dosaggi adeguati, va monitorato nel tempo e se non efficace modificato o cambiato del tutto.

L'apatia è uno dei sintomi del suo Disturbo.

Cordialmente,
[#5]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per le sue risposte, sicuramente prendero' la decisione di passare alle cure di uno
psichiatra l'unico dubbio che mi rimane e' che nel corso di questi mesi sono stati fatti anche cambiamenti di cura aggiungendo ad esempio il DEPAMAG
cambiando XANAX in EN e poi in PRAZENE ,e poi TAVOR ,o anche preso XENAZINA per i sintomi da discenesia tardiva , ma i risultati non sono mai cambiati, anche a volte peggiorati, sto anche facendo da 6 mesi
circa sedute di psicoterapia .
La mia domanda e' se potro' guarire e quanto tempo
dovra' passare ancora visto che per ora ho solo
notato gli effetti collaterali di questi farmaci.
Vi ringrazio per una risposta

[#6]
Dr. Vassilis Martiadis Psichiatra, Psicoterapeuta 7.2k 160 116
Gentile utente,
senza conoscerla non è possibile fare una diagnosi e neppure azzardare una prognosi. Oltre a confermare quanto detto dai colleghi aggiungo che, in genere, se non si ottengono risultati da determinate terapie effettuate per il tempo necessario e ai giusti dosaggi, allora è legittimo esprimere la propria insoddisfazione e chiedere allo specialista di ricercare strategie più efficaci. Lo specialista giusto, però.
cordiali saluti

Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentili dottori voglio ringraziarvi per le vostre risposte e per il servizio che offrite,volevo fare solo ancora una considerazione.Ho visto che tutti siete concordi sul fatto di cambiare specialista pero' nessuno si e' espresso sul tipo
di cura fatto fino ad oggi, sulla psicoterapia
e sul fatto se sia possibile una guarigione e in che tempi , anche se capisco bene che i tempi di risposta sono soggettivi.
Ecco il mio dubbio, perche' se questa cura non funziona un altra dovrebbe farlo?
E'tutto sbagliato? diagnosi e cura? Sono molto sfiduciata

Vi ringrazio anticipatamente per ogni vostra considerazione in merito
[#8]
Dr. Gabriele Tonelli Psichiatra, Psicoterapeuta, Perfezionato in medicine non convenzionali, Neuropsichiatra infantile 327 11
Senza conoscere la Sua situazione clinica è difficile, oltre che eticamente non corretto affermare che una cura è sbagliata (o giusta).
In linea di massina l'olanzapina, in quanto neurolettico, non è il farmaco di prima scelta per una depressione, salvo che alla depressione non si associno sintomi psicotici. Tra i farmaci che Lei ha utilizzato c'è anche un altro stabilizzante dell'umore (il depamag) dato che anche l'olanzapina ha proprietà analoghe verrebbe da pensare che il collega abbia ravvisato in Lei degli aspetti deponenti per un disturbo bipolare. Cigliegina sulla torta Lei in un suo post accenna anche alla presenza di sintomi da discinesia tardiva.
Il tutto pare configurare una situazione abbastanza complessa, difficile, quindi fare affermazioni di merito per sola conoscenza via mail.
Concordo, viceversa, con quanti l'hanno invitata a manifestare le Sue perplessità al medico curante, ovvero a cambiare specialista. Ambedue si occupano del medesimo organo (il cervello), ma da punti di vista molto differenti ed anche se ci sono areee di sovrapposizione (la psichiatria in origine non esisteva come specialità separata, ma il tutto faceva pare della clinica della malattie nervose e mentali).

Cordiali saluti

Gabriele Tonelli

Dott. Gabriele Tonelli
Psicoterapeuta,Master in Psicopatologia e Scienze Forensi,Segr.Redazione PsychiatryOnline It,Medico di Categoria. C.T.U.

[#9]
dopo
Utente
Utente
Ringrazio tutti i medici che mi hanno risposto
e per servizio offerto , vi terro' informati
di come vanno le cose dopo aver cambiato specialista.

Grazie a tutti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno a tutti, ho cambiato medico di riferimento
e dopo avermi visitato e letto la mia cartella ha
scritto che : Nel 1974 ricovero per psicosi depressiva curata con ES .Successivi ricoveri nel 2007/2008 episodi di schizofrenia.Oggi forte ansia e respiro interciso
dovuta a discinesia per trattamento farmacologico precedente.
Mi ha cambiato cura e mi ha prescritto:
loranzepam 0,5 mattino,+ 0,5 pomeriggio + 1 mg sera
Zoloft 100mg mattina + Ziprexa 5mg sera.

Cosa ne pensate , vi sembra appriopriata la cura,

avro' dei miglioramenti?

GRazie a tutti voi per le vostre risposte e
consigli
[#11]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno , mi date un vostro parere?

grazie per la disponibilita'
[#12]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Gentile utente,

alle sue domande:

"la cura vi sembra appropriata?" non si puo' rispondere in quanto non essendoci errori posologici evidenti, l'appropriatezza e' valutata dal suo curante.

"Avro' dei miglioramenti?" e' una domanda alla quale puo' rispondere solo chi ha capacita' soprannaturali, in quanto gia' le e' stato esposto che non abbiamo la possibilita' di valutare a distanza alcun trattamento.
[#13]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, sono disperata , anche dopo il cambio della cura l'ansia non mi lascia un momento tanto che mi sembra che non mi venga il fiato,
perche' non sto meglio??
cosa posso fare? non riesco a fare piu' niente

datemi per favore un vostro parere
da chi devo andare??

grazie
[#14]
Dr. Giovanni Lo Turco Psichiatra, Psicoterapeuta 173 5 1
Gentile Utente,

esponga le sue problematiche allo specialista di riferimento che, avendola visitata, potrà valutare l'opportunità di apportare delle modifiche alla terapia.

Cordiali saluti,
[#15]
dopo
Utente
Utente
GRAZIE DOTTORE PER LA SUA RISPOSTA, MA MI CONTINUANO A DIRE CHE DIPENDE DA ME , MA IO NON RIESCO A FARE NIENTE ,SONO TOTALMENTE APATICA E QUANDO COMINCIO A FARE QUALCOSA MI ASSALE L'ANSIA
E VADO IN AFFANNO , MI VIENE DA PIANGERE
POSSIBILE CHE DIPENDA SOLO DA ME?
ALL'OSPEDALE QUANDO MI FACEVANO LE FLEBO DI ELOPRAM DA 60 MG STAVO BENE POI NON SONO PIU'
RIUSCITA A SENTIRMI BENE

SONO DIPERATA COSA DEVO FARE?
IO PENSO CHE SE LA CURA E I DOSAGGI SONO GIUSTI
ALLORA IO POSSA STARE BENE

GRAZIE PER LA VOSTRA DISPONIBILITA'

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto