Utente 102XXX
dal 1991 soffro di attacci di panico mai curati solo pochi anni fa ho incominciato con il supporto di un psichiatra la cura farmacologica con eutimil che ho preso x 2 anni fin li tt bene ma dopo la sospensione del farmaco circa 6 mesi dopo ecco di nuovo gli attacchi piu forti che mai sono ritornata da un psichiatra e da 2 anni non faccio altro che cambiare medicinali senza riuscire a guarire vi elenco tt i farmaci che ho preso zyprexa,trittico,cimbalta,depakin,entact,ed infine lamictel 150mg al giorno sulamid 50mg e zyprexa 5mg cura che tuttora faccio ma anche stavolta senza risultati,sono ormai esausta e sconfitta possibile mai che non riesco a guarire... sicuramente sarà peggiorata la malattia infatti ho paura di tt non porto piu la macchina non mi smuovo da casa non prendo ascensori l'ansia anticipatoria è diventato un tarlo,voglio solo capire se c'è una cura diversa che possa aiutarmi o devo continuare a soffrire sono disperata.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

si direbbe che ha provato tutti i trattamenti, probabilmente c'e' un problema di diagnosi e non di trattamenti.

Ha cambiato anche psichiatri o solo le terapie?
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#2]  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
alcuni dei farmaci che lei ha assunto non sono indicati per il disturbo da attacchi di panico. Sarebbe opportuno chiarire innanzitutto la diagnosi chiedendola al curante. I trattamenti indicati a quali dosaggi sono stati praticati e per quanto tempo? Tali valutazioni sono necessarie per comprendere il senso del suo percorso terapeutico e il reale impatto che le terapie abbiano potuto avere sul suo disturbo.
cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#3] dopo  
Utente 102XXX

grazie x avermi risposto,la mia diagnosi è ansia generalizzata con lieve disturbo della personalità ormai mi sono cosi condizionata che soffro anche di ansia anticipatoria non guido non prendo ascensori ho paura dei luoghi che non conosco e della folla ecc,devo dirvi che da ragazza ho fatto uso di droghe pesanti e mi è stato detto che probabilmente possono essere la causa di tt forse qualche neurone....è andato,vi elenco le dosi e la durata dei farmaci,nel giugno 2006 primo attacco cur con eutimil 5g poi 10 fino a30 x 2 mesi niente agosto ziprexa da 5 con xanax x 3 mesi ,poi entact 5g 10 fino a 20g con ziprexa da 5mg x 4 mesi,poi cimbalta x 2 mesi con depakin 150 mg al giorno,poi trittico 2 compesse e mezzo con ziprexa da 5 mg ps con questo farmaco ho raggiunto il massimo di ansia e attacchi di panico avevo paura anche di uscire di casa,poi in ultimo sto prendendo da circa 1 mese lamictal da 50 3 volte al giorno con sulamid da 50 mg con metà ziprexa da 5 mg ed ancora 1 volta nulla x il momente.forse ho dimenticato qualche farmaco ma purtroppo sto anche dimenticando troppo spesso,1curiosità ma tt sti farmaci non è che mi stanno rincoglionendo? mi faranno male??il mio medico dice di no ma..... cmq il medico è sempre quello da 2 anni ,ho paura di cambiare ormai lui miconosce bene spero''ho forse non riesce a darmi la dose giusta ma..grazie e scusatemi ma sono troppo demoralizzate e delusa ed ho paura che non ci sia cura x guarire

[#4] dopo  
Utente 102XXX

grazie x avermi risposto,la mia diagnosi è ansia generalizzata con lieve disturbo della personalità ormai mi sono cosi condizionata che soffro anche di ansia anticipatoria non guido non prendo ascensori ho paura dei luoghi che non conosco e della folla ecc,devo dirvi che da ragazza ho fatto uso di droghe pesanti e mi è stato detto che probabilmente possono essere la causa di tt forse qualche neurone....è andato,vi elenco le dosi e la durata dei farmaci,nel giugno 2006 primo attacco cur con eutimil 5g poi 10 fino a30 x 2 mesi niente agosto ziprexa da 5 con xanax x 3 mesi ,poi entact 5g 10 fino a 20g con ziprexa da 5mg x 4 mesi,poi cimbalta x 2 mesi con depakin 150 mg al giorno,poi trittico 2 compesse e mezzo con ziprexa da 5 mg ps con questo farmaco ho raggiunto il massimo di ansia e attacchi di panico avevo paura anche di uscire di casa,poi in ultimo sto prendendo da circa 1 mese lamictal da 50 3 volte al giorno con sulamid da 50 mg con metà ziprexa da 5 mg ed ancora 1 volta nulla x il momente.forse ho dimenticato qualche farmaco ma purtroppo sto anche dimenticando troppo spesso,1curiosità ma tt sti farmaci non è che mi stanno rincoglionendo? mi faranno male??il mio medico dice di no ma..... cmq il medico è sempre quello da 2 anni ,ho paura di cambiare ormai lui miconosce bene spero''ho forse non riesce a darmi la dose giusta ma..grazie e scusatemi ma sono troppo demoralizzate e delusa ed ho paura che non ci sia cura x guarire a dimentcavo i sintomi degli attacchi sono nn guido perchè posso sentirmi male e nessuno puo aiutarmi la sera puo esserci la nebbia e soffoco in macchina tt questo con tachitardia paura di morire non respiro tremo sudo mani e piedi formicolio mi dimeno urlo piango praticamente un film.....grazie

[#5]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente

Il tempo di assunzione dei suoi trattamenti pare fin troppo breve per consentire uma efficacia ed ina risposta terapeutica. Forse ha insistito per non attendere e per questo sono stati variati. Ci vuole del tempo per le valutazioni e le variazioni così fatte non portano a nulla
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Concordo con il Dr. Ruggiero. C'è probabilmente un problema di diagnosi, perché il primo trattamento era coerente con una diagnosi di disturbo di panico, alcuni dei farmaci seguenti non lo sono, richiamano ad altre componenti. Lieve disturbo della personalità, senza specificare quale disturbo della personalitò, non ci dà indicazioni utili. Ma l'impiego di lamictal, depakin e zyprexa richiama all'idea che sia stato diagnosicato un disturbo dell'umore di tipo bipolare o comunque ciclico ricorrente, in associazione ad un disturbo di panico.
L'uso di antidepressivi e di stabilizzanti dell'umore o antipsicotici spesso è in contrasto, per cui è necessario stabilire una priorità terapeutica, cioè decidere cosa controllare per primo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 102XXX

scusi ma non capisco di solito non basta circa 1 mese x vedere la reazione di un farmaco? io dopo un mese pegioravo e non vedevo risulati positivi,diciamola tt per i primi 15 giorni mi sono sempre dovuta prendere gli effetti negativi in questi anni e mai quelli positivi,le richiedo ma tt questi farmaci hanno potuto peggiorare la mia malattia? mi è stato anche detto che x guarire dovrei cambiare stile di vita,ma come faccio se non riesco a fare nulla neanche lavorere , fino a 2 anni fa ero rappresentante adesso solo al pensiero di prendere la macchina da sola sto male,mi è stato detto anche di fare psicoterapia ma purtroppo non lavorando non posso farla , lei x caso conosce qualche psicoteraputa convenzionato sulla zona di caserta????ps.avevo trovato un medico dot LOVERO su al policlinico vecchio di Napoli ma purtroppo non riesco ad arrivare a Napoli da sola e non ho nessuno che possa accompagnarmi ,grazie di tt.

[#8] dopo  
Utente 102XXX

infatti neanche io ho capito quale sia la mia diagnosi gredevo fosse ansia generalizzata associata da attacchi di panico e da ansia anticipatoria,ma dalla prescrizione di tt sti farmaci mi sorge il dubbio,faccio un esempio 1 mia amica aveva gli stessi miei sintomi è andata dal dott Perretta SMCvetere e gli a prescritto depakin citalopram e sereupin appena dopo 20 giorni è stata bene e dopo 2 anni sta benissimo,io ho chiesto al mio medico di provare la stessa cura e mi è stato detto che non va bene x me e che in passato con entact e depakin ho fatto la stessa cura senza effetti positivi,ma veramente non ci capisco piu nulla e sono disperata al pensiero che tt quello che faccio sia inutile

[#9]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

le terapie non sono uguali per tutti, probabilmente la sua diagnosi e' diversa da quella della sua amica.

Sarebbe meglio non fare nomi di medici che non hanno dato l'autorizzazione a rendere pubblico il proprio nome.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#10]  
Dr. Vito Fabio Paternò

28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
CATANIA (CT)
PALERMO (PA)
MESSINA (ME)
CALTANISSETTA (CL)
COSENZA (CS)
RAGUSA (RG)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Sig.ra,
dal suo primo post mi sembra di capire che la prima cura con Eutimil le avesse dato molto aiuto. Infatti ci dice:
"dal 1991 soffro di attacci di panico mai curati solo pochi anni fa ho incominciato con il supporto di un psichiatra la cura farmacologica con eutimil che ho preso x 2 anni fin li tt bene ma dopo la sospensione del farmaco circa 6 mesi dopo ecco di nuovo gli attacchi piu forti".
Per tale motivo non capisco perchè poi le abbiano proposto decine di altri farmaci, piuttosto che tornare banalmente a farle usare l'Eutimil che l'aveva aiutata fin da subito.
Ne parli con il suo medico.
Cordialmente
Dott. Vito Fabio Paternò

www.cesidea.it

[#11] dopo  
Utente 102XXX

mi scuso x aver fatto i nomi di medici ma è stato fatto in buona fede,comunque volevo sapere se tt sti farmaci abbiano potuto aumentare la gravita della malattia se x voi la cura attuale con lamictel 50mg x 3 volte a giorno sulamid 50mg mattina 1c mezza di pomeriggio e valida,da ieri ho tolto lo zyprexa sempre detto dal medico ma stanotte non riuscivo a dormire ed oggi mi sento molto nervosa speriamo chhe passi,per quant riguarda la psicoterapia potete consigliarmi un psicoterapeuta convenzionato su caserta?sempre se potete naturalmente,magari posso risolvere con la psicoterapia,

[#12] dopo  
Utente 102XXX

dimenticavo il primo farmaco che ho preso dopo i 2 anni di eutimil è stato di nuovo eutimil preso x 2 mesi ma con risultati disastrosi ansia e angoscia x tt il trattamento x questo o cambiato grazie

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia rivedere la sua diagnosi, l'evoluzione delle terapie indica che lo psichiatra ad un certo punto non si è concentrato sulla cura per il disturbo di panico, ma sulla stabilizzazione di parametri che ruotano intorno all'umore. Lamictal, depakin e zyprexa non sono stati tentativi di risolvere il panico, sono segno che è stat modificato orientamento diagnostico, e pertanto terapeutico.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 102XXX

bun giorno stamattina mi sono svegliata angosciata e ansiosa,forse xchè non prendo la mezza compressa di ziprexa da 2 giorni?forse perchè ho aumentato il sulamid?x favore rispondetemi,ricapitolando questa cura serve solo x stabilizzare 'l'umore stabilizzando l'imore non risolvo gli attacchi di panico?e il sulamid allora a cosa mi serve, x gli attacchi di panico servono solo gli antidepressvi?anche perche il mio umore cambia solo se sto male con l'ansia penso sia leggittimo, se ho una crisi come faccio ad essere allegra e felice,ormai non faccio altro che pensare alla malattia sta diventando un ossessione,quando passerà aiuto......

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utenti,

Questi ragionameni non deve farli lei e vedo che ha sviluppato la tendenza a voler decidere a quale farmaco corrisponde ogni sintomi, tendenza che è in genere inutile e confusionaria.
Lei deve conoscere la sua diagnosi, che con quella cura non può essere ansia generalizzata e lieve disturbo di personalità (non meglio specificato), e non "ansia generalizzata associata da attacchi di panico e da ansia anticipatoria", che è solo un collage di parole senza significato.
Si faccia scrivere la diagnosi e poi ce la comunica.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 102XXX

dott Pacini non sono riuscita a rintracciare il mio curante volevo chiederle in passato ho usato droghe pesanti tra cui l'anfetamina possibile che siano state la causa deimiei problemi psicologici??i tanti medicinali che ho cambiato in questi 2 anni hanno potuto aggravare la malattia e se si come posso disintossicarmi ho preso troppi medicinali,a volte mi viene voglia di eliminare tt se lo facessi cosa potrebbe succedermi,tanto sto male lo stesso,grazie aspetto una sua risposta

[#17]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le amfetamine possono causare problemi cerebrali, non psicologici.
I farmaci al contrario capirà che sono usati perché non producono effetti simili. I farmaci che lei assume entrano ed escono dall'organismo o vengono distrutti al suo interno. Quindi nel suo corpo non c'è traccia dei farmaci presi per anni. L'unica traccia che può rimanere è la guarigione delle malattie per cui erano stati dati.
Mi sembra strano che dopo essersi curata le vengano improvvisamente in mente idee paradossali come questa.
Cerchi di parlare con il suo medico di come sta e di quali sono le soluzioni percorribili.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 102XXX

buona sera, dopo 4 giorni di angoscia e letto oggi mi sento 1 pò meglio diciamo ed ho la forza di scrivere, il mio curante è ancora in ferie ed io non sò che fare ogni giorno che passa stò sempre piu male,mi sa che lamictel e sulamid non hanno funzionato,li prendo ormai da 50 giorni e con i 7 farmaci che ho preso fino adesso ne aggiungiamo altri 2 senza risolvere i problemi,sinceramente sono incazzata e demoralizzata, sto incominciando a credere che non ci siano farmaci x curarmi,che sia depressione che sia ansia generalizzata ataacchi di panico ma....scusate tt mi dicono che sono curabili,ma come eppure ho preso di tt cosa mi manca ancora da prendere, può essere normale che sia difficile trovare il farmaco giusto???devo sperare e prenderne altri ??'consigliatemi grazie.,

[#20]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

probabilmente la sua diagnosi non le e' perfettamente chiara, e sarebbe il caso di ridiscutere con il suo psichiatra sia il trattamento che la diagnosi stessa.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#21]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Vedo che continua a ragionare di ciò su cui non può ragionare (funzionamento dei farmaci etc). Avevamo già osservato che questo non è un atteggiamento utile. Inoltre cita nomi di disturbi come se l'importante fosse dargli un nome, questo è importante per il medico, non tanto per lei. Avevamo detto che era utile far rivedere la diagnosi, poiché vedo che la sua attenzione è attirata dagli aspetti ansiosi e depressivi ma la terapia non corrisponde solo a questo.
Come può notare, in chiusura del suo messaggio pone delle domande "retoriche", che sono indice della sua preoccupazione di questo momento. Tanto è vero che torna a scrivere dopo 4 giorni, che non consentono di dare alcun giudizio in più. Per lei probabilmente sono un'attesa lunga, ma questo non cambia che se si contano i giorni, allora 4 diventano abbastanza per ritornare a fare gli stessi ragionamenti, invece qualsiasi terapia richiede tempi più lunghi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#22] dopo  
Utente 102XXX

buona sera, stamattina sono stata da 1 neurologo,che mi ha detto che soffro di ansia generalizzata cronicizzata dice che ormai ho la malattia da 15 anni si è cronicizzata,mi ha dato la seguente cura:transmetil 550 x via i.n.x 7 giorni,alprazolam 1mg ore 8,15,22,xeristar 30 1 compressa dopo colazione,secondo voi è giusta x il mio caso??e poi il transmetil a cosa mi serve??grazie aspetto vostra risposta

[#23]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
gentile utente,

mi ha riferito la sua diagnosi telefonicamente ed ovviamente non condivido questo trattamento essendo a conoscenza di dettagli diagnostici approfonditi.
ora segua, se vuole, le indicazioni di questo medico senza però' ricercare conferme in questa sede.
Una volta che si e' fatta visitare non credo abbia senso discutere del suo trattamento o di altri aspetti della sua patologia.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#24]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Secondo lei se le viene prescrita una cura per l'ansia generalizzata, la cura "a cosa serve" ? Queste sono francamente domande prive di senso. Se poi vuol giudicare se un farmaco è utile o meno, ritorniamo all'errore iniziale. Se vuole un parere nostro sul fatto che sia utile o meno, vuol dire che si fida del parere nostro e non di quello del collega che l'ha visitata ? E perché avrebbe senso questo ?
La terapia prescritta è coerente con la diagnosi fatta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#25] dopo  
Utente 102XXX

dott pacini non è vero che non mi fidi del medico soltanto che facendo 1 ricerca su internet ho visto che lo xeristar ha la stessa molecola del cymbalta farmaco che ho preso 7 mesi fa senza successo,allora mi è venuto il dubbio,infatti avevo elencato al medico tt i farmac presi in passato,frse sto sbagliando sono 2 farmaci diversi.cmq questa, è 1 altra fissa che ho, tt quello che mi viene prescritto vado a capire di cosa si tratta su internet è troppo forte la curiosita e la paura grazie .

[#26]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Su questo ha ragione, xeristar e cymbalta sono due marche diverse dello stesso identico farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#27]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

dopo un'ora di telefonata le avevo chiarito che lo specialista per il suo caso era lo psichiatra.

Lei ha voluto fare di testa sua e queste sono le conseguenze.

Ha ottenuto una prescrizione simile alla precedente.
https://www.facebook.com/francescoruggiero.it/
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139

[#28] dopo  
Utente 102XXX

dott ruggiero ha ragione sono stata da 1 neurologo amico di famiglia perchè in questi giorni sono particolamente nervosa e angosciata avevo bisogno di vedere qlc sa bene come una persona si puo sentire persa in queste circostanze,la ringrazio infinitamente.

[#29] dopo  
Utente 102XXX

buona sera vi riscrivo xchè mi fa piacere avere vostri commenti sul mio caso....stamattina sono stta dal mio curante abbiamo parlato gli ho riferito che non stavo per niente bene e che la cura non mi stava dando gli effetti desiderati e cosa dovevo fare x risolverli, gli ho anche chiesto cme mai una persona che con semplici problemi di ansia generalizzata potesse dopo 2 anni stare ancora in questo stato a queste parole il medico mi ha detto che dopo 2 anni che mi conosce e dopo tt queste cure io non ho ansia generalizzata ma disturbi della personalità,voleva prescrivermi un nuov medicinale che funziona su 3 recettori,a questo punto mi sono spaventata e gli ho detto che non volevo piu prendere medicinali(non voglio prendermi gli effetti negativi delle prime settimane che sono infernali non c'è la faccio piu a sopportarle)a questo punto mi ha consigliato il ricovero in ospedale x farmi disintossicare e fare una terapia monitorata,mi ha diminuito il lamicta ed il sulamid mi ha detto di riprendere lo ziprexa e di prendere lo xanax x una settimana e di ritornare da lui,cmq sono rimasta senza parole,grazie e buona notte

[#30]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma perché si ostina a non andare da uno psichiatra ?
Ma cosa vuole che cambi se un farmaco agisce su uno, due o cinquanta recettori ? Ma perché si perde in cose di cui non conosce il significato oltretutto in un dialogo con un medico che non è specialista in materia ? Parla di effetti collaterali di cui ha paura lei, e sulla base di paure decide se accettare o meno le proposte del medico.
La diagnosi continua a non essere per niente chiara, e lei continua a evitare di andare da uno specialista.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#31] dopo  
Utente 102XXX

dott pacini ma io vado da un psichiatra il medico di cui parlavo è un pscihiatra ci mancherebbe,neanche per me la diagnosi è chiara ma lui è sempre vago mai chiaro,sinceramente mi è venuto il terrore di prendere altri farmaci,st avendo un rigetto psicologico,mannaggia speriamo che mi passi,grazie

[#32]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lei ha citato un neurologo e il suo medico curante.
In ogni caso: ansia generalizzata, poi disturbi (al plurale) di persinalità, che non si escludono a vicenda quindi perché sostituire le diagnosi tra di loro ? -
e terapia dalla composizione delle quali invece si direbbe un altro tipo di diagnosi. Tutte cose già dette.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#33] dopo  
Utente 102XXX

buon gorno stamattina sono stata da 1 altro psichiatra ,ho parlato gli ho elencato i mie sintomi e la diagnosi è stata gad con episodi di dap,mi è stato prescritto:sereupin mezza compressa x 1 settimana poi 1,anafranil 75mg mezza la mattina x 7 giorni poi 1,rivotril gocce 7 gocce 3 volte al giorno,zyprexa mezza compressa da 5mg,depakin crono 300 mezzacompressa la sera x 10 giorni poi mezza mattina e sera, tavor oro a bisogno.mi farebbe piacere avere vostre opinioni su questa terapia,PS.ho sempre il terrore di prenderle e non vi sembra troppo medicinale,tra questa cura del psichiatra e quella del neurologo che mi ha prescritto xeristar da 30 mg con alpralozam secondo voi quale puo essere la piu'efficace aspetto vostre notizie graie

[#34]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La diagnosi di dag con dap non torna con parte della terapia. Zyprexa e depakin non hanno a che vedere con un disturbo d'ansia, quindi o c'è qualcosa di più nella diagnosi. Chiami lo psichiatra e chieda un chiarimento su questo punto. Questa terapia sembra pensata per un disturbo d'ansia in un soggetto con un disturbo bipolare dell'umore. Se non è così, va chiarito di preciso a quale scopo sono prescritti zyprexa e depakin.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#35] dopo  
Utente 102XXX

no no nessn disturbo bipolare sulle conclusioni diagnostiche sta scritto gad con episodi di dap mi ha detto che il depakin mi serve x stabilizzare l'umore che cambia in base agli attacchi di panico,e il zyprexa dice che ha quella posologia serve come tranquillante bho ma di sicuro non ho disturbi bipolari ci manca solo questo....ma secondo lei non è troppa medicina??solo al pensiero di prenderle sto in ansia ho è piu indicata quella del neurologo mi scusi x l'insistenza

[#36]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"che il depakin mi serve x stabilizzare l'umore che cambia in base agli attacchi di panico"

Non mi risulta che esista questo fenomeno, se mai il contrario. Il depakin è un farmaco per i disturbi dell'umore. Zyprexa non è un tranquillante, è un farmaco con proprietà utili come stabilizzante del comportamento e degli stati di "agitazione", ma in soggetti con disturbo dell'umore. Quindi mi sembra molto poco chiara la corrispondenza tra diagnosi e terapia.

"Troppa medicina" come dice lei che significa ? Le terapie mica si misurano in numero di farmaci ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#37] dopo  
Utente 102XXX

buona sera stmattina sono ritornata dal mio psichiatra,abbiamo parlato ho parlato della cura dell'altro psichiatra e lui me la sonsigliato dicendo che l'anafranil aveva troppi effetti collaterali che io non avrei sopportato,come mi era successo con l'efextor cosi mi ha prescritto sereupin 1/2 compressa,entact 1/2 comprressa lo xanax 3 volte al giorno e il lamictel 3 volte al di x 50mg 25mg 50mg,come vedete quest cura grazie

[#38]  
Dr. Giovanni Lo Turco

24% attività
8% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
ACI CASTELLO (CT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,

cambiare continuamente medico non è di aiuto e serve solo a creare una gran confusione.

Inoltre continua a non fidarsi di nessuna delle terapie che le vengono prescritte.

E' necessario che lei si affidi ad uno Specialista in Psichiatria e ne segua con precisione le prescrizioni.


Cordialmente,
Dr. Giovanni Lo Turco

http://www.giovanniloturco.it

[#39]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In generale lei sta facendo una gran confusione. Non chiarisce la questione della diagnosi, tutti gli psichiatri le confermano la terapia per un disturbo dell'umore con sintomi psicotici, più qualcosa per l'ansia. Se non parte a ragionare da questo punto è inutile chiedere pareri sulle terapie, se non si fida degli specialisti è inutile che vada a consultarli.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#40] dopo  
Utente 102XXX

buon giorno,avete perfettamente ragione ormai non mi fido pui di nessuno,credo sia giustficato,dopo 2 anni di cure senza risultato ad essere demoralizzato comunque dopo aver esaminato le 3 cure(tutte diverse tra di loro)il neurologo mi aveva prescritto il xeristar che avevo preso in passato è credo che se non ha funzionato allora xche avrebbe dovuto funzionare ora ,la seconda quella del psichiatra con sereupin e anafranil neanche (in passato ho usato l'efexor x 1 giorno e non vi dio come mi sono sentita,allora ho deciso di fare la 3 cura quella con il sereupin e l entact,oggi fanno 3 giorni ch la sto facendo e non vi dico come sto da schifo infatti sono 3 giorni di ansia e giramenti di testa forti,ma speriamo che passino al pu presto ,e speriamo inanztutto che sia la strada giusta x guarire del tutto me lo auuro con tutto il cuore,xche sinceramente non c'è la faccio piu,dott pacini cmq è stato confermato da tt e 3 specialisti che si tratta di ansia generalizzata con episodi di panico(almeno su questo sono tt daccordo)vi ringrazio e vi faro sapere come andraa finire questa avventura

[#41]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, la cosa non torna affatto. E mi sembra che stia tralasciando la questione come se non le importasse chiarire. Anche se gliela confermassero in 100 la diagnosi, la terapia ha qualcosa di incongruo rispetto a quella diagnosi, quindi è inverosimile che in tanto tempo questa cosa non sia stata chiarita. Lo faccia adesso altrimenti è inutile stare qui a discutere le reazioni agli antidepressivi di una persona che oltre ad un problema di ansia ha anche altri versanti psicopatologici importanti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#42] dopo  
Utente 102XXX

giuro a questo punto non saprei cosa dire tt e 3 mi hanno detto la stessa cosa,se ci sia altro non mi è stato detto,e non so se andare da altri x vedere cosa mi dicono,sempre se è possibile secondo lei dai miei scritti cosa potrebbe essere,anche xchè non riesco a capire xchè nessun farmaco riesce a fare effetto,cosa posso avere,oggi sto malissimo ed è apena il 4 giorno di cura non ho forza sto nel letto è non riesco ad alzarmi con un angocia tremenda anche con uno xanax niente non passa,mi creda vorrei tanto capire cosa ho cosi almeno potrei curarmi è stare bene mi aiut se puo a farmi capire grazie

[#43]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma allora gioca a non capire. Le ho ripetutamente detto che quella terapia non è una terapia per un disturbo d'ansia e lei ripete i sintomi per l'ennesima volta. Lo psichiatra che le ha prescritto zyprexa e depakin lo sa eccome perché glieli ha prescritti. Forse non vi siete spiegati bene.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#44] dopo  
Utente 102XXX

no no adesso non prendo piu ne lo zyprexa ne il depakin da 4 giorni sto prendendo sereupin 1/2 compressa la mattina e 1/2 di ntact da 10mg la sera e 3 volte al di 3 xanax la cura di prima non andava ed è stata cambiata con questa

[#45]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi scusi ma ho riletto il post: lei sta facendo la cura da solo ("sto rifacendo la terza cura"). Vada da un medico e non faccia le cose da solo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#46] dopo  
Utente 102XXX

mi scusi dott pacinii forse in questi giorni mi sono talmente rincoglionita che non riesco ad esprimermi bene,le tre cure:1 dal neurologo che mi ha presritto lo xeristar,il 2 psichiatra mi aveva prescritto sereupin anafranil il terzo psichiatra mi ha prescritto sereupin e entact,tra le tre cure ho preferito seguire il 3 psichiatra sperando di aver fatto la celta giusta,non sto facendo il fai da te m 1 cura prescritta da un psichiatra,volevo solo sapere se secondo lei puo essere la volta giusta e la cura giusta x il mio problema grazie

[#47]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Secondo me deve far rifare la diagnosi ad una persnoa esperta in disturbi dell'umore. Viste le terapie precedenti è consigliabile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#48] dopo  
Utente 102XXX

buon giorno,volevo dirvi che ormai sono 12 giorni che preno 1/2 com si sereupin la mattina con 50mg di lamictel con xanax pomeriggio altra compressa da 50 di lamictel con xanax e la sera 1/2 com di entact (la compressa inrera e da 10mg)ma niete anzi mi sento sempre piu agitata e senza voglia di far nulla ed ho paura di restare da sola,al dire il vero è subentrato anche 1 altro problema non mi è venuto il ciclo saltato mi sento dentro una bomba gle sta per esplodere,possono essere i medicinali come posso risolvere,e poi non si diceva che dopo i primi 15 giorni si miglirava ? io sto sempre peggio perche,dott pacini ho parlato con il mio psichiatrae dice che per quando riguarda gli stati di umore va bene il lamictel sara??ho paura che nanche questa cura sia giusta datemi un consiglio,ha dimenticavo tremo sempre sbadiglio in continuazione ed ho risvegli notturni gazie

[#49]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi visto che per l'umore va bene il lamictal la diagnosi NON E' ansia generalizzata, ma disturbo bipolare. Il lamictal a questo serve. Lo vede che i conti non tornano ? Confermata la diagnosi di ansia e poi una terapia per un disturbo bipolare. Mah, io le ripeto lo stesso consiglio di prima.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#50] dopo  
Utente 102XXX

buona sera,volevo dirvi da 20 giorni ho cambiato psichiatra xche dopo l'ennesima cura del vecchio psich mi sono scocciata,sono stata da lui è mi ha prescritto citalopram gocce e depakin soluzione con le seguenti dosi:1 goccia matt e sera aumentando di 1 g ogni 2 giorni fino al 20 giorno con una dose di 10 matt 10 ser,mentre con il depakin 50mg sera x 3 giorni e poi 50mg sera e matt,scalando il sereupin che stavo prendendo di un quarto ogni 3 giorni,in questo modo sinceramente non ho avuto ansia fino ad oggi infatti non ho preso ansiolitici ma non mi sento neanche bene forse è ancora presto x avere sei risultati??oggiè il 20g speriamo bene,cmq la sua diagnosi è stata:storia clinica:abuso di oppiaceianfetamine cocaina,1 esordiosintamologia 91episodi di ansia critici evitamento fobico esteso.al dire il vero vi scrivo x anche x 1 altro motivo,quando mi ha chiesto se ci erano casi in famiglia gli ho risposto di si,infatti ha mio padre gli era stato diagnosticato 20 anni fa la schizzofrenia da 3 psichiatri diversi,infatti sentiva voci che gli dicevano che mia madre lo tradiva ,con episodi di violenza verso di lei,allora prendeva serenase en haldon siringa ogni 20 giorni,al dire il vero non è stato mai bene con quella cura aveva sempre episodi di forte crisi a tentato il suicidio 2 volte prendendo medicinali,peròlui riusciva ad andare a lavoro,al che il

[#51] dopo  
Utente 102XXX

medico mi ha detto che mio padre non era shizzofrenico maera 1 bipolare con pscicosi,sinceramente sono rimasta meravigliata x 20 anni abbiamo pensato che mio padre fosse schizzof.è possibile che dicendo i sintomi 1 medico possa fare 1 diagnosi????'sono molto curiosa di sapere 1 vostra opinione in proposito grazie come sempre buona sera

[#52]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

sì, è possibile che faccia una supposizione corretta su suo padre se gliene ha parlato un po'. Del resto i sintomi psicotici tipo allucinazioni e deliri ci sono in tutte e due le malattie, non sono specifici della schizofrenia. E anche la cura può funzionare ugualmente, certo che dopo 20 anni un soggetto con schizofrenia si riconosce in genere, perché comunque ha perso le capacità sociali e emotivamente non ha molta capacità comunicativa.
Quindi è il dopo più che altro che fa la differenza per capire qual'era la malattia.

La terapia attuale mi sembra una buona terapia per un disturbo bipolare. Vedo che nel passato c'è una storia di abuso di sostanze, ma non c'è stata una fase di dipendenza e relativo trattamento, almeno "abuso" significa questo, che non era dipendenza.
Presumo che questo tipo di problema sia assente, cioè che non usa più sostanze, oppure è ancora attuale ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#53] dopo  
Utente 102XXX

purtroppo x mio padre non possiamo vedere se era dist bipolare o schizzofrenia xchè è morto a resistito dai 35 anni quando si è conclamata la malattia fino a 45 anni,con un infarto,anzisono fortemente convinta che siano stati i medicinali era sanissimo fisicamente,16 anni fa qnd è morto ero ancora inesperta sulla cosa ma oggi leggendo sono riuscita a capire piu cose anche sui medicinali che prendeva,l'unica cosa che mi solleva da tt questo e quello che in entrambi i casi la cura era uguale e non abbiamo sbagliato,almeno spero xche quando prendeva le medicine diceva di stare malissimo,ma.x quanto mi riguarda a 20 anni facevo uso quotidiano di droghe e anfetamine e durato x circa 5 anni fino al fatidico giorno in cui mi è venuto il primo dap, dopo non ho preso neanche un bicchiere di birra e dal 91 ho smasso,ma forse troppo tardi.speriamo solo che stavolta la cura sia giusta in proposito mi sento positiva incrocio le dita grazie.

[#54]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non ho detto che la cura è uguale, ho detto che i sintomi psicotici di entrambe la malattie rispondono anche alle stesse medicine. Per il resto non sono uguali.

Ma l'uso di droghe è stato continuativo per qualche sostanza o no ? Dopo cinque anni di uso continuativo di oppiacei ha smesso senza terapia e per giunta aveva un dap ? Oppure intende che utilizzava una volta una cosa, una volta un'altra per cinque anni come abitudine ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it