Utente 431XXX
Buongiorno è da qualche giorno che nel tentativo di smettere di fumare provo ogni giorno a prendere una 'pausa' dalle sigarette per un orario sempre più lungo (primo giorno 3 ore e poi a procedere ogni giorno con mezz'ora in più fino ad oggi che sono stata senza fumare 6 ore di fila). Premetto che fumo da quando avevo 13 anni (quindi ormai da 23 anni). La mia domanda attiene a sintomi da astinenza fisica che non mi aspettavo e dei quali non so se debba preoccuparmi. In sostanza oltre ai sintomi ansiosi (respiro corto, derealizzazione e ansia in generale) che mi aspettevo si aggiungono oltre le tre ore senza fumo forti brividi di freddo, stanchezza e dolori medio-forti a gambe, braccia e schiena. Mi chiedo se questo sia normale e se debba semplicemente sopportarlo o se ci sia qualcosa di anomalo o perlomeno qualcosa che posso fare per stare meglio. Grazie mille dell'ascolto. Spero riusciate a indirizzarmi perché voglio davvero smettere di fumare ma sono un po preoccupata da questi sintomi inattesi. Saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

La quantificazione di "forte" del dolore e del brivido freddo farebbe pensare a qualcuno che è in pronto soccorso o chiama il medico, non è chiaro come considerare il termine in questo caso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Scusi. Ha ragione. Forte intendevo nel senso da 0 a 10 un 7. L'ho chiamato forte perché lo trovo 'forte' rispetto al fatto che compare solo perché non fumo da poche ore. Aggiungo perché mi son dimenticata di dirlo che sono in cura da 3 giorni con esomeprazolo per reflusso gastrico (l'ho già preso in passato e non mi ha dato alcun fastidio quindi penso la questione sia l'astinenza anche perché questi sintomi compaiono dopo ore senza fumare e regrediscono dopo qualche sigaretta)

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
L'astinenza da nicotina è nota, in generale non molto studiata perché di solito si limita ad una sindrome passiva, con sonno, appetito, malumore e rendimento soggettivamente scarso. Ci stanno però anche sintomi più spiccati, specie se si soffre di qualche disturbo di tipo ansioso, o se si hanno tratti di tipo ansioso.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 431XXX

Quindi non esistono integratori, alimenti o accortezze che possono limitare questi sintomi? E sopratutto supponiamo che io riesca a smettere di fumare indicativamente dopo quanto tempo dovrebbero passare questi sintomi (ore, settimane, mesi?)? E, se può darmi un consiglio, devo viverli per quello che sono (ad esempio se mi sento stanca devo riposare) o é meglio che cerchi di 'reagire' (ad esempio anche se sono stanca non riposo e cerco di mantenermi attiva?)? Grazie mille delle risposte!

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per questo sì, delle cure per mitigare l'astinenza da nicotina ci sono, giudica il medico se sia il caso di utilizzarle o meno.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it