Utente 575XXX
Salve gentili medici, sono una ragazza di 15 anni e vi ho scritto per richiedere gentilmente un consulto da parte di un professionista sul mio costante malessere.
Sto affrontando un periodo assai stressante, e credo di aver sviluppato un atteggiamento ossessivo del mio LESSICO.
Vi spiego: Ogni volta che parlo con una persona, il mio cervello deve usare SEMPRE gli stessi termini/concetti per esprimermi, le stesse identiche parole ripetute più volte, e se non lo faccio, quindi "vado contro questa mia regola mentale", mi sento a disagio, ho l'ansia, mi sento molto turbata perché ho la paura di non tenere al mio interlocutore, e ho paura che se mi esprimo in un'altra maniera VIETANDO dal mio vocabolario l'attitudine di quelle specifiche parole (ma il succo rimane sempre quello, e in realtà non cambia niente) di non sentirmi me stessa.
Questo (prima del periodo stressante) non succedeva assolutamente, e io sono stanca di questa situazione.
È pesante ripetere sempre le stesse identiche cose, sono diventata ripetitiva e anche "paranoica.
" Sono spaventata che sia un problema più grande di quanto pensi, e che non riuscirò a tornare come prima.
Per favore, aiutatemi

[#1]  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
I periodi di stress-negativo (lo stress può essere anche positivo si parla allora di eustress), ci rendono maggiormente vulnerabili e possono emergere sintomi e segni di nevrosi: disturbi d'ansia che comprendono anche il disturbo ossessivo compulsivo con le sue ruminazioni e i suoi rituali compulsivi...
Il disturbo ossessivo compulsivo psicologicamente ha la finalità di tenere tutto sotto controllo di proteggere dalle variabili della vita. Ovviamente può raggiungere livelli tali da condizionare la vita del soggetto rendendola pesante e impedendo anche di svolgere o portare a compimento le attività quotidiane.
In tal caso ci vuole un un'approccio psicoterapeutico e farmacologico...per disinnescare questo meccanismo.
Occorre dunque sistemare le situazioni che la stanno stressando ( ho notato che è anche sottopeso dalla scheda...come va con l'alimentazione?) . Le consiglio quindi di farsi aiutare da specialista psichiatra psicoterapeuta nella sua zona per fare assieme un progetto e programma di percorso necessario.
Cordiali saluti
dott.ssa Nicole Romeo
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta

[#2] dopo  
Utente 575XXX

Grazie mille per la sua risposta dottoressa.
Sì, comunque credo che lei abbia ragione. In questo periodo stressante mi sento debole, spostata e irrequieta, quindi spero che sia una cosa passeggera scaturita dalla mia attuale vulnerabilità. Vorrei farle presente (se può esserle di aiuto) che quando ero bambina all'incirca 7-8 anni, è successa la stessa identica cosa ma ero ossessionata dal riordare gli oggetti prima di andare a dormire, oppure volevo anche le merenda della scuola posizionata in un determinato modo. Mia mamma è andata in un consultorio familiare, e lo psicologo le disse semplicemente che non era affatto un disturbo ossessivo a quell'età, ma semplicemente mi sentivo "al sicuro" di fare le cose alla mia maniera. Comunque, un giorno mi sono stancata e ho smesso all'improvviso (non è più successo, fino ad ora).
PS: Non so dottoressa, peso 45 kg e sono alta 1.50, secondo lei è troppo poco? Grazie mille ancor per la risposta

[#3]  
Dr.ssa Nicole Romeo

24% attività
20% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2018
1) Il peso che riferisce è normale . ( sulla sua scheda risulta un BMI sottopeso invece)

2) Cerchi di "sistemare"/ modificare le situazioni (interiori ed esterne) che la rendono vulnerabile.
E non esiti a cercare aiuto se il funzionamento sociale , relazionale, lavorativo dovessero risultare condizionati da pensieri/azioni ossessivo/compulsivi .

Cordiali Saluti
dott.ssa Nicole Romeo
Dr.ssa Nicole Romeo
Medico Chirurgo
Specializzata in Psichiatria
Specialista Psicoterapeuta