Utente 504XXX
Buongiorno dottori premesso che nell'ultimo periodo ho chiesto un sacco di consulti e se disturbo chiedo scusa e cancello pure l'account ma ho un disturbo d'ansia che mi sta uccidendo, mi hanno dato il Cipralex e lo Xanax ora io sto facendo solo il secondo perché mi fa paura il Cipralex perché ho letto causa allungamento dell'intervallo qt, ma la situazione peggiora ormai lo Xanax non mi fa nessun effetto, vi prego aiutatemi posso prendere il Cipralex?
inizio subito con 10 gocce oppure parto da una dose più bassa per poi arrivare a 10?

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Lei ha già ricevuto una prescrizione presumo con relative modalità di assunzione. Evidentemente l'ha ricevuta per un'ansia quindi si applicherà anche a questo fatto, di assumere una cura. Non si applica allo xanax, stranamente, potrebbe benissimo essere terrorizzata dagli effetti di quello, ma non lo è, perché in realtà l'ansia la spinge a accettare l'ansiolitico, e a non concepire bene l'altro tipo di farmaco.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 504XXX

Salve dottor Pacini intanto grazie per la risposta,sono un uomo quindi al massimo terrorizzato,si la terapia consiste in Cipralex 10 gocce alle 12 e Xanax 0,25 da assumere 3 volte al giorno,più che ansia soffro di una fobia che è iniziata piano piano ma che adesso mi limita la vita impedendomi qualsiasi azione,in pratica non esco più di casa non lavoro non faccio la spesa ho smesso di fare sport,ho la fobia del cuore e volevo solo chiarimenti sul Cipralex tutto qui,se mi viene detto ok assumilo,lo prendo senza problemi se può farmi uscire da quello che mi creda è un incubo,ho 36 anni e devo farmi accompagnare per guidare o uscire di casa,se sto in un posto chiuso è la fine sudo freddo,capira' che tutto ciò sarebbe inaccettabile pure a 80 anni,ma a 36 me ne vergogno pure,faccio anche psicoterapia ma sta servendo a poco ho la fobia dell attacco cardiaco,ho rotto il misuratore di pressione tante volte l'ho usato,ora non la controllo da 5 giorni e mi sento impazzire,sia il terapeuta che lo psichiatra sono d'accordo nel dire che non si tratta di depressione ma di una seria forma di ansia fobica con attacchi di panico,io non mi voglio lasciare andare voglio solo tornare a vivere come una normale persona della mia età!

[#3] dopo  
Utente 504XXX

Non ho capito però se lei consiglia di assumere il Cipralex e se devo partire subito con la dose finale di 10 gocce o iniziare da 5 e poi andare a salire

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quello che è un disturbo noto, e la cura può anche più semplice del previsto.
Adesso sta semplicemente temporeggiando su una prescrizione.
Non ho specificato come lo debba assumere perché non si può specificare, deve far riferimento alla prescrizione avuta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 504XXX

Salve dottor Pacini scusi il disturbo,io ho iniziato la cura perché ormai sono con le spalle al muro non riesco più nemmeno ad uscire di casa o fare qualsiasi cosa,oggi è il primo giorno e giuro a me stesso di non sospendere più,indicativamente il Cipralex quanto ci mette a fare effetto?entro quanto potrò apprezzare dei miglioramenti?

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
UN mese circa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 504XXX

Dot.Pacini posso chiederle un consiglio?io faccio psicoterapia da 2 anni ma purtroppo non sta facendo effetti positivi,eppure con la terapeuta mi trovo molto bene,lei consiglia di continuare o se in 2 anni non ho visto risultati è meglio cambiare?

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Della psicoterapia va valutato che strumento è, cioè in cosa consiste, e a quali risultati dovrebbe mirare. Ovvio che va stabilito un limite di tempo indicativo, altrimenti non si potrebbero mai stabilire usi e non usi di una terapia.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 504XXX

Dovrebbe mirare a non farmi più avere ne paura ne giramenti di testa 24 ore al giorno a guarire insomma a tornare a vivere sono 2 anni ma non sono mai stato così male sto seguendo un percorso psicoanalitico ma non sembra sortire nessun effetto

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si tratta di un percorso che mira a risolvere i sintomi di un disturbo e che ha tempi prevedibili, né che ragiona su concetti corrispondenti a quelli della psichiatria medica.
Chi le ha indicato tale percorso in relazione a quella diagnosi, e le è stato spiegato come funziona, cioè che non si prevede necessariamente un cambiamento sintomatico ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 504XXX

E allora che devo fare dottore?Come faccio a scegliere lo psicoterapeuta giusto?Come faccio ad orientarmi? Come posso oltre alla terapia farmacologica tornare alla vita?chi può aiutarmi?devo rassegnarmi a vivere tutta una vita così?

[#12] dopo  
Utente 504XXX

Poi mi scusi ma cosa vuol dire non si tratta di un percorso che mira a risolvere i sintomi?Se io ho una grossa fobia devo tenermela?Io pensavo che iniziando un percorso psicoterapico di potere guarire totalmente

[#13]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è che per forza di cose si debba abbinare due tipi di trattamento, può bastarne un tipo.
Chi la può orientare è un medico psichiatra, oppure uno psicologo. Purtroppo in questo campo ancora esistono "filoni" di pensiero che niente hanno a che vedere con le risultanze scientifiche, per cui non c'è garanzia di essere orientati in maniera corretta.

"Poi mi scusi ma cosa vuol dire non si tratta di un percorso che mira a risolvere i sintomi?"

Che nella psicanalisi non si ragiona nei termini della risoluzione dei sintomi di un disturbo e di tempi previsti per questo risultato.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 504XXX

E allora che si fa?cure farmacologiche a vita e psicoterapia sperando che un bel giorno facciano effetto?e tutto perché la mia testa si è incastrata su una fobia che non riesce a sconfiggere?tutto il resto della mia vita sarà giramenti di testa ansia a 3000 e vita sociale ridotta a zero?tantovale suicidarsi a questo punto

[#15]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Forse non ci siamo capiti. Le cure scientificamente fondate hanno dei tempi relativamente brevi per decidere se funzionano.
Poi perché " a vita" ? Questo da dove viene fuori.

Mi pare che faccia una gran confusione. Ha un disturbo d'ansia. E' curabile in maniera spesso semplice, chieda ad un medico psichiatra.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 504XXX

Dico a vita perché ho giornate veramente devastanti allucinanti,sto prendendo il Cipralex e lo Xanax però per il momento non vedo miglioramenti solo effetti collaterali ma come mi ha detto lo psichiatra e anche lei qui per potere vedere dei risultati occorrono almeno 3 settimane

[#17] dopo  
Utente 504XXX

Salve dot.Pacini purtroppo la cura sembra sortire pochi effetti ho sempre giramenti di testa e agitazione al massimo,la mia fobia sta sempre li e non va via ho consultato lo psichiatra che addirittura mi ha prospettato un ricovero ospedaliero se la cura continuasse a non sortire effetti

[#18]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se non è passato un mese, non si prevedono miglioramenti. Dopo di che può anche non funzionare il primo farmaco perchè non è abbastanza efficace, o altro.
Non è che "addirittura" le si propone un ricovero...Se dice di star male e afferma di non poter sopportare, è chiaro che il medico le propone anche solo formalmente un ricovero.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#19] dopo  
Utente 504XXX

Non è che non posso sopportare il mio problema è il pensare continuamente alla morte controllarmi il cuore in continuazione e mi gira sempre la testa

[#20]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo è chiaro, perché lo ripete ? Si sta curando, il medico le ha dato una cura da fare, in che senso ripete quale è il problema di partenza.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it