Disturbo ossessivo e depressione

salve 2 anni fa e mezzo mi bloccai con un ossessione, come se ci fosse qualcosa dentro di me che mi annulla tutto e mi deve fare stare in agonia e non mi può fare rilassare, mi annulla ogni appiglio e dentro di mi si insinua la fissazione che non ci sono vie di fuga e penso sempre al suicidio come unico modo per interrompere questa scissione, perchè io so che è tutta una cazzata ma una parte di me non lo accetta.

dopo mesi stiedi meglio e con una terapia di zoloft e brintellox e tanta terapia, ho pure ripreso la mia vita e avuto tanti successi.
ora 3 settimane fa mi è tornata questa fissa e sembra anche peggio, non riesco a fare nulla e non ho voglia di fare nulla mi sembra di vivere in un loop vorrei dimenticare queste settimane e tornare indietro per non ricaderci o vorrei qualcuno mi facesse venire un amnesia, sono in cura da una terapista e uno psichiatra, da quasi 2 settimane riprendo sertralina, brintellix e xanax, ho paura di non poterne uscire perchè non riesco a sbloccarmi, una parte di me continuamente dice che non puo se non con il suicidio.
come possono realmente aiutarmi i farmaci, ho paura non servano a nulla, l'unico modo per stare meglio sarebbe dimenticare queste settimana per tornare alla mia sicurezza di prima
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44k 998 248
"l'unico modo per stare meglio sarebbe dimenticare queste settimana per tornare alla mia sicurezza di prima"

Questo è un pensiero assurdo dettato dalla condizione di adesso, ovviamente, preso alla lettera non significherebbe niente: se uno dimentica di essere stato male allora sta bene ?....

Detto questo, non è che si debba sbloccare, è che funziona la cura, direi che ha ripreso quella che aveva funzionato, e che ha i suoi tempi come li avrà avuti l'altra volta.

Non è chiara la diagnosi, dalla cura si direbbe un episodio depressivo ricorrente, con sintomi forse di tipo ossessivo. Non è neanche chiaro perché un'associazione di due medicine, ma sta di fatto che risposte l'altra volta a questo schema.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini