x

x

Domanda su litiemia

Buonasera Egregi Dottori.

Dal 2015 sto soffrendo di Depressione Maggiore ma non ho avuto nessun beneficio con le diverse terapie farmacologiche provate in questi anni.

A dicembre 2019, uno psichiatra che ho consultato mi ha prescritto Carbolithium 900 mg/die più Quetiapina RP 300
Vorrei chiedere: la litiemia ogni quanto va effettuata?
Ci sono rischi di intossicazione se non viene controllata?

Faccio questa domanda perchè in oltre 2 mesi di terapia non mi è stato mai detto di farla ed, all'ultima visita di controllo, lo psichiatra ha detto che controllerà la litiemia tra 6 mesi.

Grazie
Saluti
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 912 271
Intende dire che l'ha fatta all'inizio, e poi non l'ha più fatta, e il medico ha detto di ripeterla tra 6 mesi. Se è nota la litiemia corrispondente alla dose attuale, non c'è niente di strano.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott.Pacini per la Sua risposta.
No, non mi è stato detto di fare nessuna litiemia, nemmeno all'inizio della terapia(dicembre scorso).
Saluti cordiali
[#3]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 912 271
Allora questo non è normale, anche perché, a parte l'evitare che sia troppo alta, bisogna controllare che non sia troppo bassa, altrimenti non funziona ed è inutile assumerlo a quella dose.
Oltre alla misurazione del litio, in chi assume litio vanno fatti esami di controllo, almeno una volta inizialmente, di altri parametri: emocromo, creatinina, ormoni tiroidei, e un elettrocardiogramma, per verificare la tollerabilità.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#4]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie Dott.Pacini per gli ulteriori chiarimenti.
A dicembre mi sono stati prescritti una volta gli altri esami di controllo che Lei ha nominato ed anche l'elettrocardiogramma ma non la litiemia, nemmeno una volta inizialmente.
Ho provato a parlarne con lo psichiatra durante la visita di controllo di gennaio scorso sia per la litiemia sia per il fatto che non tollero il Seroquel ma senza esito.
Vorrei chiederle: potrebbe essere consigliabile cambiare psichiatra?
Saluti cordiali
[#5]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 912 271
Questa è una decisione sua. Le ripeto, al di là della pericolosità (di solito però quando il litio è troppo ci sono anche dei sintomi) è innanzitutto un problema di efficacia, ovvero. si dosa appunto perché non è scontato che ad una certa dose ci sia una certa litiemia.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#6]
dopo
Attivo dal 2020 al 2020
Ex utente
Grazie ancora Dott.Pacini per il chiarimento.
Vorrei chiederle un'ultima cosa riguardo la terapia che mi è stata prescritta.
La terapia con Litio e Seroquel si usa anche per la Depressione Maggiore oppure è una terapia specifica per altri disturbi?
Lo chiedo anche perché lo psichiatra non mi ha fatto una diagnosi ma ha accennato al fatto che la mia è una depressione atipica e che non posso assumere antidepressivi.
Saluti cordiali
[#7]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 38,7k 912 271
E' una terapia per un disturbo bipolare. Ve ne sono di forme a prevalenza depressiva, ma sono biologicamente altro alla depressione.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it/wp-admin/install.php
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio